Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Matteo

Zecca di Arezzo_ grosso

Risposte migliori

Matteo

Buonasera,

ho acquistato questo grosso della zecca di Arezzo attribuendolo a Guido Tarlato di Pietramala (Vescovo dal 1313 al 1326). Ma scartabellando tra alcuni cataloghi non ho trovato riscontri e mi ritrovo ora con un punto interrogativo :huh: :huh: ??

Qualcuno ha idea di quale possa essere l'autorià emittente di questa moneta?

D/ .PP.S.D NATV'

R/ DE ARITIO

Matteo

post-1682-1201630262_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Il biaggi riporta il tuo grosso al n° 204, ma mentre lo descrive giustamente, ne sbaglia la foto, cmq lo riporta

D/ +(mitria) DE.ARITIO (mitria), croce patente

R/ PP°SD°°NATV, il santo seduto in cattedra.

Naturalmente a nome di Guido Tarlato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Da "Monete toscane di zecche minori" Museo Nazionale del Bargello, 1997:

"Gli imperatori Enrico III nel 1052 ed Arrigo VI nel 1196 avevano concesso il diritto di zecca ai Vescovi Conti di Arezzo, ma le monete che ci sono pervenute non mostrano chiari segni di appartenenza alla loro autorità, a meno che non si vogliano intendere come tali le piccole mitrie che compaiono nelle legende del dritto della serie, che il CNI, anche se in via dubitativa, attribuisce a Guido Tarlato da Pietramala.

Questa serie...comprende grossi al tipo agontano ed al tipo con San Donato, patrono della città, seduto in cattedra, e dei quattrini: le loro caratteristiche stilistiche e metrologiche fanno supporre che queste monete non possano appartenere alla stessa serie.

Il simbolo della mitria deve essere stato, quindi, impiegato per un più ampio periodo di tempo, mettendo sempre più in dubbio l'attribuzione di tutte queste monete al vescovo Guido Tarlato, quantunque sia possibile ipotizzare che alcune di esse possano essere state battute al tempo del suo vescovato."

petronius B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo

Grazie Petronius :D :D ti sono molto grato per avermi permesso di approfondire la conoscenza di questa mia moneta. Ti faccio però una domanda: monete come la mia potrebbero essere catalogate come anonime vescovili non essendo individuabile l'autorità emittente certa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
monete come la mia potrebbero essere catalogate come anonime vescovili non essendo individuabile l'autorità emittente certa?

308627[/snapback]

In mancanza di meglio, direi che può andar bene :D

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aemilianus253

Non aggiungo altro rispetto a quanti mi hanno preceduto, salvo i dovuti complimenti per l'acquisto. Bellissima moneta! Un giorno spero di riuscire a comprarne una anch'io così ben conservata. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pistacoppi

Bello, la faccia in cui è raffigurato il papa è molto simile anche nei dettagli al grosso di Benedetto XII per Macerata... molto interessante...

la patina è stupenda...

complimenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

comax74

Si tratta di un grosso emesso dal Vescovo Boso degli Ubertini tra il 1342 e il 1365 secondo quanto riportato da F.M. Vanni pagina 97 n 142.

Io ne ho uno uguale ma bucato.

Il tuo e' veramente bello. E' possibile sapere (anche in pvt) quanto lo hai pagato?

Ciao

Maurizio

Bello, la faccia in cui è raffigurato il papa è molto simile anche nei dettagli al grosso di Benedetto XII per Macerata... molto interessante...

la patina è stupenda...

complimenti

309650[/snapback]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

damaarwen

Salve, anche io colleziono monete medievali e rinascimentali della toscana, se non sono troppo indiscreto vorrei sapere se l'ha presa su un' asta numismatica e il prezzo di vendita...Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×