Jump to content
IGNORED

timbro del titolo su monete in oro


sadomenico
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti

mi chiedevo se qualcuno sa il perche su alcune monete d'oro di stati stranieri e' presente il timbro del titolo del metallo

la moneta in quanto tale ed emessa per decreto non dovrebbe in se stessa aver riconosciuto il titolo ?

l'unica ipotesi che mi sovviene e' che le monete sono state coniate per questi stati da enti privati , pero' e' solo un ipotesi .

qualcuno ne sa piu precisamente il motivo ?

allego le foto di un 5 dollari dell' ANGUILLA

grazie anticipatamente e ciaooooooooooooooo

Domenico

post-1331-1202300403_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


...l'unica ipotesi che mi sovviene e' che le monete sono state coniate per questi stati da enti privati ...

311601[/snapback]

Ed e' l'ipotesi giusta. Non sono monete "vere".

Il timbro (hallmark) garantisce il titolo del metallo, ma non avrebbe ragione di essere su una moneta con valore legale. In essa e' l'aspetto stesso della moneta che in definitiva puo essere considerato come un unico grande hallmark.

Edited by ersanto
Link to comment
Share on other sites


Credo anch'io che per queste monete moderne sia come avete già detto.

L'indicazione del titolo ed a volte il peso su monete d'oro sono però già state utilizzate in passato; quelle che mi vengono a mente al momento son ad es. gli 80 Fiorini oro di Toscana e la serie dei 30-15-6-3 ducati d'oro del 1818-1858 circa.

Ovviamente, come detto sopra, non credo sia la stessa cosa di quelle moderne (e non si trattava di timbro ma erano comprese nelle diciture), ma giusto come curiosità o conoscenza se preferite.

Link to comment
Share on other sites


Credo anch'io che per queste monete moderne sia come avete già detto.

L'indicazione del titolo ed a volte il peso su monete d'oro sono però già state utilizzate in passato; quelle che mi vengono a mente al momento son ad es. gli 80 Fiorini oro di Toscana e la serie dei 30-15-6-3 ducati d'oro del 1818-1858 circa.

Ovviamente, come detto sopra, non credo sia la stessa cosa di quelle moderne (e non si trattava di timbro ma erano comprese nelle diciture), ma giusto come curiosità o conoscenza se preferite.

311944[/snapback]

Il Venezuela ha inserito il titolo sulle sue monete d'argento fino agli anni '60... insieme a tante altre nazioni latino-americane (Panama è un'altra che mi viene in mente).

Link to comment
Share on other sites


Cambiamenti politici, difficoltà nelle comunicazioni, pesante inflazione possono aver determinato la scelta di inserire nelle monete dati quali il titolo del metallo e il peso del fino in leggenda. Questo a tutela e ulteriore garanzia di chi si serviva di quelle monete e di chi investiva in esse. L'uso di inserire questi dati, in leggenda o mediante punzonatura, è rimasto in molte monete speculative al fine, magari, di una informazione immediata.

Nei 50 pesos messicani è riportato il peso del fino (il titolo è 900/1000).

50 pesos messicani

Titolo del metallo e peso della moneta sono presenti in diversi argenti haitiani dell'ultimo ventennio del diciannovesimo secolo.

20 centimes Haiti

Link to comment
Share on other sites


grazie a tutti per le risposte

possiamo quindi considerarle monete a tutti gli effetti e non medaglie

ciaooooooooooooooo

Domenico

Link to comment
Share on other sites


grazie a tutti per le risposte

possiamo quindi considerarle monete a tutti gli effetti e non medaglie

312127[/snapback]

Non credo, considerato anche che la valuta di Anguilla non e' l' "Anguillan Dollar", ma l' East Caribbean Dollar.

Non sono d'accordo con gli altri interventi: il marchio, punzone o hallmark, che dir si voglia ha un preciso valore legale. Scrivere .999 Fine Silver, 35.5 G Oro Puro, etc. e' cosa completamente diversa, e come evidenziato da alcuni ha antica tradizione. A tutt'oggi e' presente ad esempio sulle American Eagles (che hanno senza dubbio valore legale)

Il valore legale della moneta la pone al di sopra di qualsiasi marchio o timbro. Il solo tentativo di produrne una replica, mi rende un falsario e come tale soggetto a tutte le severissime leggi relative (fino a non molti anni fa, mi avrebbero buttato nell' olio bollente, o simili delizie, molto peggio che se avessi ammazzato qualcuno).

Falsificare il punzone <900> e' invece una truffa e il relativo trattamento penale molto piu mite.

Lo troviamo usato in gioielleria e non per caso. Difende il consumatore proprio come il marchio C E su un apparato elettrico, ad esempio.

Link to comment
Share on other sites


possiamo quindi considerarle monete a tutti gli effetti e non medaglie

312127[/snapback]

Dipende se possono essere accettate come forma di pagamento.

Per capire se è una "moneta a tutti gli effetti", direi che debba avere corso legale.

Per esempio, le nostre monete commemorative non sono emesse per la circolazione, ma hanno corso legale e questo, a mio avviso, le rende "monete a tutti gli effetti".

Altrimenti è una "moneta fittizia" (o gettone o medaglia, ognuno la chiami come preferisce).

Link to comment
Share on other sites


Ciao sado :) Ha mio avviso sono da considerare "monete commemorative" in quanto il valore non è "l' anguillan dollar" ma semplicemente dollaro, quindi penso che valga lo stesso discorso sulle commemorative italiane, che pur avendo un valore "facciale" solo un pazzo le darebbe come resto, visto che il loro valore effettivo è di gran lunga superiore...

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.