Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gigi1961

Conoscete la storia di....

Risposte migliori

gigi1961

Cari Amici di La Moneta , commentando i dibattiti sulla monetazione romana repubblicana che ho " innescato " sul sito con un mio amico , anziano e storico collezionista di monete classiche e medioevali , Francesco , così si chiama , mi ha raccontato la seguente storia .... A cavallo fra 800 e 900 operava in Nord Italia G. G. ( iniziali di fantasia ) che " inquinò " il mondo numismatico di monete auree . Si partiva da pezzi di oro bizantini di poco valore che venivano riscaldati fino quasi alla fusione e poi " coniati " ; terminata la battitura si procedeva a successivi riscaldamenti e raffreddamenti fino ad ottenere una opportuna " cristallizzazione " .... La vicenda ben nota agli inizi del '900 venne poi dimenticata ... Al mio amico Francesco , allora numismatico alle prime armi , venne raccontata da un famoso ottuagenario collezionista negli anni '50 . Leggendo i miei suggerimenti sulla archeometallografia e sui ripostigli Francesco mi ha spiegato che praticamente è impossibile sperare nella metallografia nel datare i falsi di G. G. perchè di fatto prodotti con oro antico ....Al mio amico ho detto di non preoccupasrsi perchè mai avrò soldi per permettermi tali monete ....Se qualcuno sa cose batta un colpo !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

I "falsi" che venivano coinati erano sempre monete bizantine o anche aurei imperiali? qualcuno doveva incidere i conii, quindi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

okt

...ma ti riferisci a Luigi Cigoi?

Fa parte ormai della storia della Numismatica, e il suo ritratto, con le sue opere, è esposto al Museo di Udine...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigi1961

Caro Caiuspliniussecundus , penso di aver scritto chiaramente ! Per i falsi si partiva utilizzando l' oro delle monete bizantine di minor costo . Attraverso l' approntamento di appositi coni si battevano poi le monete romane . G.G. era un vero artista ! L' impiego di oro " antico " rende tali pezzi difficilmente identificabili anche oggi con le moderne tecniche .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

Sempre detto che gli aurei sono "scivolosi". Hai qualche foto o riferimento all'attività di questo falsificatore?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigi1961

Caro Caiuspliniussecundus , non ho nulla in merito , ma riferisco di una chiacchierata avvenuta ieri . Come detto non mi posso in ogni caso permettere queste monete . Non a caso mi sono indirizzato a raccogliere i Centennionali ....Tuttavia per spirito di servizio mi sembra onesto averla riferita ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×