Jump to content
IGNORED

Credo che sia un tallero


Recommended Posts

L'altro giorno pulendo la cantina da mio nonno, ho rinvenuto questa moneta.... vorrei sapere se secondo voi e' vera pesa 26 gr ha 4 cm di diametro e 2,5mm di spessore. ha dei simboli come quelli sui gioielli per identificare il numero....posto delle foto

Grazie in anticipo

in allegato le foto

post-4693-1204646949_thumb.jpg

post-4693-1204647022_thumb.jpg

Edited by money1991
Link to comment
Share on other sites


ha dei simboli come quelli sui gioielli per identificare il numero

321888[/snapback]

indicazione della percentuale di fino = riproduzione ;)

Link to comment
Share on other sites


Non la chiamerei riproduzione, dal momento che l'aquila è completamente diversa dalla moneta originale: ORIGINALE

Link to comment
Share on other sites


sembra una riproduzione di Tallero d'Italia...colonia Eritrea...di Vittorio Emanuele III...soltanto che il rovescio è diverso...lo stemma e l'aquila sono strani... <_<

Link to comment
Share on other sites


allora il dritto e le scritte sono quelle di un tallero d'Italia...però l'aquila mi sembra quella di un 5 lire del 1901.... :unsure: sembra essere più che una riproduzione....sembra inventata...bohhh :P forse qualcuno ti saprà dare una risposta precisa... :)

Edited by apuliensis
Link to comment
Share on other sites


Supporter
Guardate sotto l'aquila, si legge, sotto il segno di zecca, RIPROD., il che la dice lunga  :)

321906[/snapback]

....che poi, malgrado la scritta, non è neppure una riproduzione ma, quanto meno al verso, una invenzione di fantasia... :(

Link to comment
Share on other sites


Si tratta comunque di una "riproduzione" (ma al posto di "RIPROD" avrebbero potuto incidere "PATAC") molto comune. Mi è capitato diverse volte di vederla su banchetti di commercianti improvvisati.

Link to comment
Share on other sites


Non può sicuramente essere definita una riproduzione, in quanto non fedele all'originale. E' quella che in inglese viene, talvolta, definita "fake coin", che un po' impropriamente potremmo tradurre come "moneta inventata". In pratica si prende una moneta originale e si applica qualche modifica. Ecco ottenuta una finta moneta (inesistente) della colonia Eritrea

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.