Jump to content
IGNORED

Italia Cara "vecchia" Repubblica


libroverde
 Share

Secondo voi la Ns. Italia potrà salvarsi da questa crisi economica? e come?  

25 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

NON NE FACCIO UN DISCORSO POLITICO NON MI INTERESSA NE LA DXNE LA SX NEL IL CENTRO

vi prego di dare opinioni sensate e serie, perchè è un argomento su cui non si puo' scherzare.

io penso che l'Italia di questo passo:

1)Clientelismo,

2)lobbi economiche (banche)

3)mancanza di liberalizzazioni (banche , libere professioni - notai farmacisti ecc ecc -, benzinai, ecc ecc

4) lavoro precario (interinali a 40 anni, a progetto ecc ecc)

5) Politici con 20 K di euro al mese

6) Lavoratori Statali e parastatali (non tutti per fortuna) - ma haimè la grande maggioranza - Vedi motorizzazioni civile, ASL, Comuni, province ecc ecc che andrebbero chiamati "non lavoratori" ovvero parassiti. - NON TUTTI PER FORTUNA - a chi si ritiene offeso dalla mia affermazione "perchè è uno statale VERO lavoratore porgo le mie scuse -

7) privilegi (per esempio Dirigenti e non di telecom o di ENEL che la corrente od il telefono lo pagano per il 10% dell'effettivo consumo..... ecc ecc dipendenti delle ferrovie a cui spetta il biglietto ferroviario gratuito per loro , parenti ed amici, idem ALITALIA e ce ne sono migliaia di privilegi.

8) case popolari - date a starnieri piuttosto che a italiani - sicuramente saranno state assegnate per una graduatoria (non lo metto in dubbio) ma io da Italiano con predecessori, ITALIANI che hanno combattuto guerre, hanno sofferto nei campi di concentramento per rendere "grande" il ns. Paese, prima agevolerei gli ITALIANI, poi se avanzano soldi gi Europei, poi se avanzano ancora soldi gli Extracomunitari.

Be io penso che andando avanti così l'italia fallirà per bancarotta come l'argentina. O peggio scoppierà una guerra civile.

Link to comment
Share on other sites


NON NE FACCIO UN DISCORSO POLITICO NON MI INTERESSA NE LA DXNE LA SX NEL IL CENTRO

vi prego di dare opinioni sensate e serie, perchè è un argomento su cui non si puo' scherzare.

io penso che l'Italia di questo passo:

1)Clientelismo,

2)lobbi economiche (banche)

3)mancanza di liberalizzazioni (banche , libere professioni - notai farmacisti ecc ecc -, benzinai, ecc ecc

4) lavoro precario (interinali a 40 anni, a progetto ecc ecc)

5) Politici con 20 K di euro al mese

6) Lavoratori Statali e parastatali (non tutti per fortuna) - ma haimè la grande maggioranza - Vedi motorizzazioni civile, ASL, Comuni, province ecc ecc che andrebbero chiamati "non lavoratori" ovvero parassiti. - NON TUTTI PER FORTUNA - a chi si ritiene offeso dalla mia affermazione "perchè è uno statale VERO lavoratore porgo le mie scuse -

7) privilegi (per esempio Dirigenti e non di telecom o di ENEL che la corrente od il telefono lo pagano per il 10% dell'effettivo consumo..... ecc ecc dipendenti delle ferrovie a cui spetta il biglietto ferroviario gratuito per loro , parenti ed amici, idem ALITALIA e ce ne sono migliaia di privilegi.

8) case popolari - date a starnieri piuttosto che a italiani - sicuramente saranno state assegnate per una graduatoria (non lo metto in dubbio) ma io da Italiano con predecessori, ITALIANI che hanno combattuto guerre, hanno sofferto nei campi di concentramento per rendere "grande" il ns. Paese, prima agevolerei gli ITALIANI, poi se avanzano soldi gi Europei, poi se avanzano ancora soldi gli Extracomunitari.

Be io penso che andando avanti così l'italia fallirà per bancarotta come l'argentina. O peggio scoppierà una guerra civile.

325668[/snapback]

Mamma mia vedi proprio nero!!! cerca di essere ottimista e vedere anche i pochi, ma ti assicuro ci sono, lati positivi di noi Italiani.

TIBERIVS

Link to comment
Share on other sites


Sei decisamente catastrofico.....i punti da te elencati non vedo come possano portare un paese alla bancarotta. L'economia italiana, seppur con molte difficoltà che sta attraversando, non si può dire che stia andando verso la bancarotta: il debito italiano è molto alto (anche se quest'anno è diminuito di 3 punti percentuale rispetto al PIL) però è stabile e leggermente in discesa.

Gli stipendi dei Parlamentari sono alti, forse troppo, però in questo modo si cerca di evitare il più possibile la coruzzione (nei paesi più poveri infatti, dove i politici sono poco pagati, c'è statisticamente più coruzzione) e si cerca di responsabilizzarli di più (la paura di perdere il lavoro e il grosso stipendio di solito incoraggia a lavorare meglio).

I benefici dati ai lavoratori delle grandi aziende come la enel o trenitalia sono normali in quanto al posto di ricevere soldi in più nella busta paga, le compagnie hanno concordato di dare queste agevolazioni.

Link to comment
Share on other sites


Guest carledo49

Pensavo di essere il Principe dei pessimisti. Sarà l'età, lo schifo generale che fa disamorare anche i più eroici, il mal costume dilagante e l'assenza dei valori che mette a dura prova anche gli inguaribili sognatori, però tu mi batti. Ammetto che su moltissimi punti hai ragione, però (la mia è una speranza, non una convinzione) a medio termine dovremo farcela. Il popolo Italiano non ama le rivoluzioni, troppi episodi passati ci fanno ancora riflettere. Non credo si arriverà al livello dell'Argentina, però tutti, ma dico tutti forse dovremmo rimboccarci le maniche e fare qualcosa di più, anche farci sentire da chi è "sordo" :rolleyes: .

Carlo

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.