Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
perporius

Aiuto identificazione

Chiedo aiuto per identificare correttamente queste 4 monete, dovrebbero

essere 2 Licinio, Valentiniano II e Costantino.

Diametro 23-24 mm, il peso non saprei... grazie

s3.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

L'ultima moneta (in basso, a destra) è un follis di Costantino I coniato dalla zecca di Lugdunum fra 315 e 316.

Al rovescio, con legenda SOLI INVIC-TO COMITI, è raffigurato Sol, stante a sinistra, con la mano destra alzata ed un globo in quella sinistra. Nel campo, a sinistra, TF, a destra, star.gif: in esergo, PLG.

Il diritto è molto importante ai fini della classificazione: la legenda credo sia IMP CONSTANTINVS AVG, mentre il busto mi pare solamente corazzato.

Se quanto sopra ho descritto è giusto, il riferimento corretto dovrebbe essere RIC VII Lyons 34.

Modificato da chersoblepte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le due monete a sinistra sono due folles di Licinio I.

Presentano lo stesso tipo di diritto (un semplice ritratto con testa laureata volta a destra e legenda IMP C VAL LICIN LICINIVS PF AVG) e la medesima rappresentazione al rovescio: Giove, posto frontalmente e con la testa rivolta a sinistra, impugna con la mano destra un globo sormontato da una Vittoria che lo incorona, mentre con la sinistra s'appoggia allo scettro; a suoi piedi si trova, a sinistra, un'aquila con corona d'alloro nel becco.

La prima moneta (quella in alto) presenta, nel campo del rovescio, a destra, un Δ, ed, in esergo, il marchio SMHT: la legenda è IOVI CONSER-VATORI AVGG. La classificherei come RIC VI Heraclea 73: follis battuto dalla IV officina della zecca di Heraclea all'inizio del 313.

Nella seconda (quella in basso) è possibile osservare invece una A a destra nel campo del rovescio: il marchio di zecca in esergo mi pare SMN, la legenda IOVI CONS-ERVATORI. In questo caso la classificazione credo sia RIC VII Nicomedia 13: follis coniato dalla I officina della zecca di Nicomedia fra 313 e 317.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

La seconda moneta (prima a destra) è un AE2 di Valentiniano II della zecca di Aquileia.

d/ DN VALENTINIANVS IVN PF AVG

r/ REPARATIO REIPVB in ex. SMAQ(?)

Non leggo il numero della officina.

Forse RIC IX, Aquileia 30b, comune.

agrì

Modificato da agrippa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sto licinio aveva proprio una faccia tanta :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?