Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Lemonetiere1

Consolidanti

Ciao

Avrei da porre i seguenti quesiti :

Quando la patina è molto debole cosa usate per consolidarla ?

Su google ho letto che si potrebbe usare l ' Incralac , ma dovrebbe essere opportunamente diluito con toluene ( tossico ) o , mi pare , con acetone ( in che proporzione ? ) per evitare il vergognoso effetto lucido .

Continuando a Googlare ho trovato l' Incral 44 che dovrebbe gia' di per se essere diluito .

Ora vorrei chiedere se anche questo Incral 44 puo' dare l'effetto lucido oppure è necessario diluirlo ulteriormente ?

Il solo Benzotriazolo puo' avere un effetto consolidante ?

Ancora : avete mai provato i cerotti spray trasparenti tipo Hansaplast o simili ?

I componenti sono essenzialmente copolimeri acrilici , acetato di etile , pentano , e diossido di carbonio .

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ho mai utilizzato l'incralac e non sono proprio sicuro che il suo effetto, su un manufatto antico, sia realmente accettabile. é una vernice a tutti gli effetti...

Puoi utilizzare in alternativa della resina epossidica bicomponente stendendone uno strato sottilissimo sulla patina cercando di non creare depositi fra i caratteri delle legende e i dettagli del modellato (attenzione se la moneta presenta una vistosa porosità, evitare di farvi finire sopra troppa resina perchè altrimenti, in corrispondenza dei pori, la superficie resterà luccicante ed antiestetica). Se steso nella giusta quantità il risultato non sarà quello artificiale di un oggetto verniciato ma semplicemente avrai una patina più "viva" e luminosa.

Ti consiglio di fare prima qualche prova su oggetti privi di valore.

Il benzotriazolo non è un consolidante ma un inibitore di corrosione.

Alcuni moderni protettivi (anche vernici) per il bronzo contengono del benzotriazolo.

Se usi della resina bicomponente, prima, puoi trattare l'oggetto con benzotriazolo e poi procedere al consolidamento.

Vedi anche: manuale Restauro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Centurione

Il manuale lo avevo gia' letto ma non avevo trovato esaurienti risposte al restauro .

Per quanto riguarda l'effetto lucido della resina bicomponente pensavo fosse il contrario : cioè dove c'è la porosita' c'è maggiore assorbimento dei componenti quindi nessun effetto lucido e , viceversa , dove la superficie è compatta allora non c'è assorbimento e quindi l'effetto lucido .

Hai qualche nome da suggerire per quanto riguarda le resine epossidiche ?

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non centra nulla con quello che devi fare tu ma guarda le foto in questo link:http://www.triplozero.com/viewtopic.php?t=34

Il risultato della resina troppo spessa è quello che vedi in queste foto; come vedi sembra quasi vetrificato e quindi artificiale.

Per questo motivo, una quantità di resina eccessiva nei piccoli fori della patina, può dare un'aspetto artificiale e indesiderato.

Come colle sono valide quelle della UHU e le riconosci perchè sono vendute in due tubetti separati (resina + indurente).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ok

Volevo aggiungere :

Ma le resine epossidiche per caso emettono un odore caratteristico e duraturo ?

Nel caso di errore sono rimovibili ?

Ciao e grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'odore tipico della resina svanisce piuttosto infretta nel tempo. Riguardo alla reversibilità invece, come tutti i consolidanti di questo tipo, sono difficilmente eliminabili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nei musei usano il Paraloid B72, vedi questa discussione:

http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic=25911&hl=paraloid

ho una domanda:

come si fa a togliere quell'aspetto ludico che hanno certi bronzi dopo trattamenti con resine o conservanti??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?