Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
cancun175

Galerio, radiati post riforma

Risposte migliori

cancun175

Guardate la moneta a sinistra. E' classificata RIC 87b. Ma di fronte a una variazione sulla zecca si sono arresti tutti. Il bollino Boyd in basso (si riferisce alla moneta a sinistra), primi Novecento, che si rifaceva a una classificazione di Galliver (seconda metà dell'Ottocento) registra un B e lo accompagna con un eloquente sic. L'analizzatore successivo, constatato che RIC 87b porta un delta se la cava in calcio d'angolo registrando variante e specificando: nessun riferimento alla zecca. Su RIC 87b (wildwinds) si rimanda anche a un riferimento Cohen 247 al quale non posso accedere.

Fare meglio di me è facile facile. Ma c'è qualcuno che può fare di meglio di Galliver e Boyd?

Grazie

Paolo

post-7971-1209636857_thumb.jpg

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

teodato

Puo essere che mi sbagli ma a RIC VI Rome 87 b dovrebbe corrispondere la seguente legenda del dritto:

GAL VAL MAXIMIANVS NOB C

che sembra la più plausibile nella parte terminale ma GALVALMA-(la parte che non si legge, non ci sta proprio!)

con busto drappeggiato dovrebbe avere in terza linea la Z

Propenderei per la seguente legenda :

IMP MAXIMIANVS PF AVG

a questo punto sarebbe RIC VI Roma 82

la lettera potrebbe essere delta epsilon zeta H theta (Massimiano)

Tornando a Galerio e dando per buona la parte terminale della legenda potrebbe essre solo:

MAXIMIANVS NOB C

In questo caso sarebbe RIC VI Rome 89 b.

Le lettere sarebbero :delta epsilon zeta H theta

In realtà analizzando bene la lettera sulla tua moneta la B non è così certa

perché parte sembra posticcia. (aggiunta dopo per correzione)

Penso che quella B resterà un mistero!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Grazie Teodato. Anzi, due volte grazie: la prima di tutto per avermi aiutato, poi per essere stato l'unico a cimentarsi con l'enigma della B

Dato che ci sei, spiegami una cosa. Non ti capisco quando scrivi:

<la lettera potrebbe essere delta epsilon zeta H theta (Massimiano)>

e di conseguenza anche quando scrivi, più sotto:

<Le lettere sarebbero :delta epsilon zeta H theta>

A che lettere ti riferisci?

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

teodato

Ciao cancun175 sono le lettere di zecca (Mintmark) che compaiono sulla moneta al posto della B (se di B si tratta) sulla tua moneta.

Queste lettere possono essere presenti nel campo del rovescio oppure del dritto nel caso della tipologia della tua moneta si trovano sulla terza riga entro la corona d'alloro.

Prima riga VOT

seconda riga XX

terza riga possono essere o delta oppur epsilon o zeta o H o theta

Queste lettere in questo caso distinguono la Zecca che non è presente in esergo.

Quando ho scritto Massimiano è perchè la seconda legenda che ti ho postato non si riferisce a Galerio ma a Massimiano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Quindi, se ho capito bene, è anche possibile che non si tratti di una moneta di Galerio. O anche di una moneta di Galerio che evidenzia la seconda parte del nome (Gaius Galerius Valerius Maximianus)...

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

teodato

In realtà su questi tipi di monete i profili avevano perso in parte la attinenza al viso reale ma tendevano ad essere molto simili.

Quello che tu dici é esatto esludendo la classificazione da te proposta, se la legenda è la prima da me postata si tratta di Massimiano, se è la seconda di Galerio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Grazie, ora è tutto chiaro. Rimane l'enigma del B. Se si accetta l'ipotesi del ritocco ed escludendo che sia stato operato da Galliver o da Boyd (e meno che mai da quest'ultimo che nella sua catalogazione ha registrato il "sic"), questo dovrebbe risalire almeno al fine Settecento-prima metà dell'Ottocento...

Paolo

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

post-7971-1212017123_thumb.jpgERRATA CORRIGE

A beneficio di chi dovesse usare in futuro queste informazioni.

I COLLEZIONISTI citati sono William Cristopher Boyd (1840-1906) e e suo zio George Henry GAVILLER (e non Galliver), morto nel 1880

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×