Jump to content
IGNORED

1000 anni della zecca russa


heldrungen
 Share

Recommended Posts

Poco prima della caduta dell'URSS, nel 1988, vennero coniati questi 100 rubli (si tratta, in sostanza, di una mezza oncia d'oro) per celebrare i 1000 anni dell'attività di conio di monete in Russia (dire 1000 anni della zecca russa forse non è molto esatto, dato che nel 988 d.C.,lo Stato russo ancora non esisteva). Sul dritto abbiamo il valore, la scritta URSS in cirillico ed il simbolo del vecchio Stato sovietico con la falce e il martello.

Sul rovescio troviamo l'immagine di San Vladimiro comparsa su una moneta (sinceramente non so di che moneta si tratti, ma forse è possibile documentarsi in merito) appunto mille anni fa.

La moneta FS fu tirata in 14.000 esemplari.

Saluti.

post-8852-1211384843_thumb.jpg

post-8852-1211384870_thumb.jpg

Edited by heldrungen
Link to comment
Share on other sites


Sul rovescio troviamo l'immagine di San Vladimiro comparsa su una moneta (sinceramente non so di che moneta si tratti, ma forse è possibile documentarsi in merito) appunto mille anni fa.

346472[/snapback]

Una foto della moneta rappresentata si trova su Wiki:

http://en.wikipedia.org/wiki/Vladimir_I_of_Kiev

Dovrebbe essere uno zlatnik.

Link to comment
Share on other sites


Grazie star, per me il legame tra la numismatica e la storia è inscindibile e quindi non mi interessano molto le monete, pur belle esteticamente, che però non ci raccontino qualcosa su paesi, personaggi, avvenimenti di rilievo storico.

Grazie avgvstvs, per gli interessanti link che contribuiscono ad approfondire quei legami storici attraverso i quali si accresce la cultura degli utenti dei vari forum.

Saluti.

Link to comment
Share on other sites


Supporter
Grazie Heldrungen, i tuoi interventi storico-numismatici sono sempre apprezzati!

Bella moneta!  :)

Star

346553[/snapback]

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Condivido "toto corde". Grazie anche da parte mia :)

Link to comment
Share on other sites


Caro Sandokan, grazie per il punto di ringraziamento; per me, come penso per tanti di noi, avere tra le mani una moneta che abbia "vissuto" e racconti una "sua" storia, è una soddisfazione come poche, che ha un effetto rilassante e, direi, quasi terapeutico, perché riconcilia con se stessi, fa fantasticare, ci rende insomma migliori. E' ovvio che, come in tutte le cose, non bisogna esagerare o fissarsi troppo, tuttavia si tratta di una dimensione divenuta quasi irrinunciabile nella vita di ogni giorno.

Saluti.

P.S. Ti ho inviato un messaggio personale.

Link to comment
Share on other sites


La moneta e' uno zlatnik di Vladimir I, principe di Kiev. Sul rovescio c'e' l' immagine del Cristo benedicente. Il peso era lo stesso dei solidi bizantini e divenne unita' di misura di peso del sistema russo.

Questo tipo di moneta fu scoperto solo nel 1796 ... acquistato a Kiev da un soldato che l' aveva ricevuto dalla madre come porta fortuna. ( e chissa' chissa' a lei come arrivato ).

Le monete in argento del periodo hanno iconografia simile ma come peso seguono lo standard dei dirham islamici.

post-38-1211552619_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Grazie Rafet Yasnal per l'opportuna e puntuale precisazione che conferma, mi sembra, i forti legami tra la cultura russa e quella bizantina.

Saluti

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.