Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
hummmmer_h1

info moneta

Risposte migliori

hummmmer_h1

salve, sono nuovo e assolutamente inesperto del settore.

scrivo x chiedere a voi esperti, se possibile avere informazioni su una moneta.

pesa 4,8 grammi

misura c.a 3cm di diametro

trovate foto allegate.

Vi ringrazio in anticipo.

ciao

post-11562-1228484396_thumb.jpg

Modificato da caiuspliniussecundus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

benvenuto nel forum :)

premesso che non sono un esperto, aggiungo che, dalla leggenda "ALOYSIVS. CON.D", la moneta è del doge Alvise Contarini. B)

Modificato da bavastro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

hummmmer_h1

grazie per i commenti a riguardo...

non ho ben capito se puo' essere considerato una moneta rara o abbastanza comune ?

spero che la domanda non sia fuori luogo, ma cosa puo valere una moneta di questo genere ?

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

justapeek

Verosimilmente (o, azzarderei, molto probabilmente) questa è la tua moneta:

image00142.jpg

In questo stato di conservazione è stata aggiudicata in asta a 1800 Euro. Purtroppo, per l'esemplare in tuo possesso, la conservazione è molto bassa e il valore credo si possa assestare nelle decine di euro. O almeno io non pagherei più di una ventina di Euro, ma questo non significa che il mercato la pensi come me ;) Tuttavia, ti consiglierei di goderti soprattutto la storia che un pezzo come questo può testimoniarti, e di cui ti posto un breve cenno:

sulla moneta

La serie del ducato nuovo o ducatello (al titolo legale di 826/000) rappresenta la moneta corrente dalla seconda metà del secolo XVII alla caduta della Repubblica, sotto il doge Alvise Contarini (1676-1684). Modulo di 36 mm di diametro, AR 11,25 g., S M V ALOYSIVS CON D S. Marco, benedicente, seduto in trono porge con la mano s. il vessillo sormontato da croce al Doge genuflesso; sulla banderuola, leone gradiente a s.; all’esergo, P M (Piero Malipiero, massaro). Rv. MEDI DVC_T VENET Leone alato e nimbato gradiente, a s., poggia la zampa anteriore d. sul libro aperto ove si legge, in incuso, PA/XT/IB – IM/AR/CE. Nel giro della leggenda, monte sormontato da castello e, all’esergo, due rosette e una stella.

sul periodo storico (grazie, wikipedia :D)

Figlio di Nicolò ed Elena Michiel, uomo di media ricchezza e di mediocre capacità politica, si distinse più volte come ambasciatore e, in specie, quale mediatore per la Repubblica di Venezia al Congresso di Westfalia che si concluse nel 1648. Contarini ricoprì numerosi rettorati nelle città di terraferma oltre ad esser provveditore, savio del consiglio ed esser eletto, infine, procuratore di San Marco.

Pur senza esser un militare o un politico noto, il Contarini si distinse per la sua ferma opposizione a trattare con i turchi in occasione della guerra del 1645–1669.

Partecipò, fin dal 1642, come inviato di Venezia, alle trattative intavolate per arrivare alla pace di Westfalia (1648) che concluse l'incisiva parabola della Guerra dei Trent'anni. Insieme al nunzio pontificio, il cardinale Chigi, svolse, proprio perché tra i meno interessati o responsabili riguardo ai deliberati della conferenza, un ruolo di mediatore e conciliatore di grande influenza, vedendosi riconosciute quasi unanimemente cultura, abilità e prontezza di giudizio, che gli assicurarono autorità e benemerenze nella conclusione della pace.

Sotto il suo dogato si diffusero i caffè (il primo venne aperto nel 1683), la nobile veneziana Elena Lucrezia Cornaro Piscopia conseguì, prima donna al mondo, la laurea in filosofia il 25 giugno 1678, e nel 1679 il bilancio era tornato in attivo dopo tanti anni di passività.

Questi eventi erano assolutamente minori ma gli eventi internazionali stavano per raggiungere Venezia: i turchi dilagavano nella penisola balcanica ed arrivarono ad assediare Vienna nel 1683.

Trombe di guerra echeggiavano in tutte le capitali europee ed anche a Venezia si discusse se partecipare o meno ad una guerra contro i turchi. Nel gennaio 1684, infine, si decise di aderire e la guerra venne dichiarata, quando il vecchio doge Contarini aveva appena cessato di vivere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×