Jump to content
IGNORED

PROVA 5 LIRE 1914


enzuccio_gdl
 Share

Recommended Posts

Sul solito sito c'è in vendita una prova di stampa di questa moneta con bustina originale della zecca, in conservazione FDC.. veramente bellissima(la sto guardando da 20 minuti..) OGGETTO n° 230325029051

La mia domanda, forse un pò ingenua, è: com'è possibile che la suddetta moneta "normale" in FDC superi senza problemi i 10000 euro e questa prova sia messa in vendita a meno di 8000???

Non capisco...

PS: volevo postare la foto ma non so se sia possibile "rubare" l'immagine da un asta tuttora in corso...

Link to comment
Share on other sites


La mia domanda, forse un pò ingenua, è: com'è possibile che la suddetta moneta "normale" in FDC superi senza problemi i 10000 euro e questa prova sia messa in vendita a meno di 8000???

Non capisco...

eccomi qua

trattando prove e progetti ci si trova sempre a doversi "immaginare" il prezzo, in quanto causa le vicissitudini giudiziarie non abbiamo riscontri, paragoni, aste e nemmeno cataloghi recenti da cui prendere spunto.

E' pertanto prassi comune vedere monete vendute a 100, vederle il giorno dopo a 500 e magari in un banco a un convegno offerte a 50 con la catalogazione completamente sbagliata (è capitato).

Per quanto riguarda questa moneta, il catalogo Montenegro prove, la prezzava 14.000.000 in FDC nel 1996 esattamente la stessa cifra del 5 lire per la circolazione sempre FDC.

Oggi un 5 lire 1914 "normale" in FDC reale non costa meno di 14.000€.

comunque la scelta del prezzo di 7.500 euro a cui la moneta è proposta, è dettata principalmente dal prezzo di acquisto della stessa

Link to comment
Share on other sites


ti ringrazio per la risposta... purtroppo era una semplice curiosità visto che a quella cifra non mi ci avvicino nemmeno col cannocchiale..

In caso contrario sarei già a bussare alla tua porta!!!!

Link to comment
Share on other sites


Guest utente3487
La mia domanda, forse un pò ingenua, è: com'è possibile che la suddetta moneta "normale" in FDC superi senza problemi i 10000 euro e questa prova sia messa in vendita a meno di 8000???

Non capisco...

eccomi qua

trattando prove e progetti ci si trova sempre a doversi "immaginare" il prezzo, in quanto causa le vicissitudini giudiziarie non abbiamo riscontri, paragoni, aste e nemmeno cataloghi recenti da cui prendere spunto.

E' pertanto prassi comune vedere monete vendute a 100, vederle il giorno dopo a 500 e magari in un banco a un convegno offerte a 50 con la catalogazione completamente sbagliata (è capitato).

Per quanto riguarda questa moneta, il catalogo Montenegro prove, la prezzava 14.000.000 in FDC nel 1996 esattamente la stessa cifra del 5 lire per la circolazione sempre FDC.

Oggi un 5 lire 1914 "normale" in FDC reale non costa meno di 14.000€.

comunque la scelta del prezzo di 7.500 euro a cui la moneta è proposta, è dettata principalmente dal prezzo di acquisto della stessa

Hai notizie per caso sull'origine della moneta? Per esempio c'è un prezzo di acquisto originario? Sulla bustina ci sono indicazioni riconducibili a questa prova? Grazie :)

Link to comment
Share on other sites

Noto con piacere che passata la tempesta, le prove stanno spuntando come funghi :D :D :D :D

per forza, avete visto che splendore?? C'è pure la bustina originale...

Link to comment
Share on other sites


Guest utente3487
Noto con piacere che passata la tempesta, le prove stanno spuntando come funghi :D :D :D :D

per forza, avete visto che splendore?? C'è pure la bustina originale...

Non sono certo che la bustina, anche se originale sia relativa a quella particolare moneta....

Link to comment
Share on other sites

salve Elledi,

sulla bustina non c'è nessun riferimento nè nessuna scritta purtroppo

non ho nemmeno dati di origine sul prezzo, la moneta è stata rinvenuta "da sola" cioè al di fuori di collezioni o accumuli ed era all'interno di questa bustina.

in effetti la bustina all'epoca poteva contenere qualsiasi altra moneta, seppur di grosso modulo, in quanto molto capiente, in confronto alle altre bustine analoghe che ho avuto modo di vedere.

Immagino che la RZ non creava una bustina personalizzata per ogni tipo di moneta ma bensì una batteria di bustine con le varie misure in base al taglio delle monete che dovevano contenere

peccato per il materiale usato, questa carta è delicatissima e soggetta a disintegrarsi col tempo al solo contatto con le dita.

Una curiosità mi è capitato di vedere un'altra moneta identica di prova, era racchiusa in un mini cofanetto di materiale plastico (tipo blister per anelli) con la descrizione accurata del contenuto impressa esternamente, tuttavia non ho avuto modo di capire se trattavasi di un blister originale

Edited by fior_di_conio
Link to comment
Share on other sites


Guest utente3487
salve Elledi,

sulla bustina non c'è nessun riferimento nè nessuna scritta purtroppo

non ho nemmeno dati di origine sul prezzo, la moneta è stata rinvenuta "da sola" cioè al di fuori di collezioni o accumuli ed era all'interno di questa bustina.

in effetti la bustina all'epoca poteva contenere qualsiasi altra moneta, seppur di grosso modulo, in quanto molto capiente, in confronto alle altre bustine analoghe che ho avuto modo di vedere.

Immagino che la RZ non creava una bustina personalizzata per ogni tipo di moneta ma bensì una batteria di bustine con le varie misure in base al taglio delle monete che dovevano contenere

peccato per il materiale usato, questa carta è delicatissima e soggetta a disintegrarsi col tempo al solo contatto con le dita.

Una curiosità mi è capitato di vedere un'altra moneta identica di prova, era racchiusa in un mini cofanetto di materiale plastico (tipo blister per anelli) con la descrizione accurata del contenuto impressa esternamente, tuttavia non ho avuto modo di capire se trattavasi di un blister originale

Grazie Fiordiconio. Interessante la storia del cofanetto di materiale plastico. Ritengo (credo che tu sia d'accordo con me) che si tratta di una realizzazione postuma (il cofanetto). Ti ho fatto quelle domande poichè sto percorrendo l'ipotesi che quelle monete particolari (prove e progetti), vennero vendute sottobanco da funzionari della zecca. Anche se i reati sono prescritti mi piacerebbe scoprire e ovviamente rendere noto CHI materialmente si intascava i proventi delle vendite ad esempio dei pezzi da lire 5 del 1901, delle emissioni per numismatici e delle lire 5 del 1914 e tante altre, visto che non figurano incassi relativi nei bilanci della zecca. Anche perchè le serie particolari (es.1936), venivano cedute a valore facciale (tranne l'oro) e di questo abbiamo le prove.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.