Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
justapeek

Che cos'era? /16

Risposte migliori

justapeek

Chiudo la personalissima "rubrica" delle monete ignote, con quest'ultimo esemplare, che riporta una croce su un lato e... non so cosa sull'altro :(

16a.JPG

16a1.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

justapeek

Il diametro, nel punto più largo, è di 14 millimetri.

16b1.JPG

Modificato da justapeek

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

justapeek

Altra foto, ma non so se possa aiutare in qualche modo. Riguardo le iscrizioni, io non riesco a leggerci alcunché, se non forse una N un po' bislacca a sinistra e una O, che forse sembra più un 8, subito sopra :(

16a2.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

buongiorno, mi pare che la croce sia formata da due chiavi decussate. Quindi monetazione papale (Bologna?).

Attendiamo pareri :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

... o un "chiavarino" contraffatto, ad esempio ce ne sono di Novellara, Desana e -come altri esempi che hai proposto- Castiglione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

justapeek
... o un "chiavarino" contraffatto, ad esempio ce ne sono di Novellara, Desana e -come altri esempi che hai proposto- Castiglione...

Wow, questa sì che è cultura numismatica! :) Del chiavarino ne ho appena sentito parlare, e so solo che dovrebbe trattarsi di una moneta bolognese del 1500, forse "parente" del quattrino. Avresti qualche info in più, a riguardo? E perchè "contraffatto"?? :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67
E perchè "contraffatto"?? :blink:

Alcune zecche minori (via, diciamo pure praticamente tutte) di questo periodo avevano il "vizietto" di imitare, o, nel peggiore dei casi, copiare spudoratamente, le tipologie emesse da zecche ben più importanti (Venezia, stato Pontificio, ecc.). Il motivo è da ricercarsi nel fatto le monete in metallo nobile (teoricamente spendibili ovunque quando coniate in buona lega) emesse da queste zecche erano generalmente coniate con titolo più basso, ed erano quindi male accettate o rifiutate fuori dai propri confini; per le monete basse in rame invece credo si trattasse di vero e proprio spaccio di moneta falsa, visto che il rame circolava di solito solo entro i confini dello stato che le emetteva, avendo un valore praticamente solo fiduciario. Ovvio che questi staterelli potendo spacciare le proprie monete per quello che non erano (ossia monete pontificie, veneziane, etc etc) finivano per crearsi un illecito guadagno. Da notare che visto che queste imitazioni generalmente differivano dalle imitate solo per le legende, era buona norma coniare in maniera approssimativa e quasi sempre fuori centro, in modo che le legende risultassero il più possibile illeggibili.... :rolleyes:

Un esempio di questa attività, da me già nominato in altre discussioni, fu il famigerato Rodolfo Gonzaga, signore e tiranno di Castiglione delle Stiviere, passato tristemente alla storia come uno dei più grandi principi/falsari. Durante il suo breve regno fu emesso un quantitativo incredibile di moneta falsa di tutti generi, in special modo baiocchelle pontificie, tanto che Rodolfo ricevette pure una scomunica papale per questa sua attività. Il buon Rodolfo, che era fratello di quello che diventò poi San Luigi Gonzaga, tra le altre cose era un despota che sfruttava il suo popolo e proprio per questo venne assassinato a soli 24 anni mentre con la moglie tornava dalla messa domenicale (sic).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

justapeek

Grazie per l'esaustiva spiegazione, puntuale e competente come di consueto! :D

Neppure di Rodolfo Gonzaga ho particolare conoscenza, ma il suo nome era venuto fuori anche a me, visto che mi stavo documentando sui libri di Google e su un numero di "Rivista Italiana di Numismatica e Scienze Affini" si parla proprio di un suo quattrino "contraffazione" del chiavarino bolognese.

E dunque si capirebbe che il mio disastrato chiavarino - visto che di ciò mi pare abbiate stabilito si tratti - è contraffatto perchè è coniato fuori centro?

E, ancora, visto che la legenda nel mio esemplare non mi pare decifrabile, essendo una contraffazione non ho speranze di poter giungere a una compiuta classificazione, giusto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Beh, la scentratura (e in generale il cattivo conio) non è certo un indice definitivo, ma può essere un fondato indizio nel caso che la moneta copiata fosse normalmente ben coniata. Generalmente anche nelle contraffazioni più spudorate qualche differenza rispetto agli originali la si trova, chiaro che in presenza di monete molto usurate come la tua l'impresa diventa abbastanza complicata. Bisognerebbe avere a disposizione immagini di chiavarini bolognesi e quindi confrontarli con imitazioni/contraffazioni, una volta capiti i punti fondamentali in cui le tipologie si differenziano, cercarli sulla tua moneta. Cmq se Avgvstvs afferma che la tua moneta è probabilmente una contraffazione, vuol dire che al 99,9% lo è, resta solo da stabilire chi l'ha emessa :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs
Cmq se Avgvstvs afferma che la tua moneta è probabilmente una contraffazione, vuol dire che al 99,9% lo è, resta solo da stabilire chi l'ha emessa :D

Puro calcolo statistico, visti gli esemplari precedenti... :D

Comunque, per cominciare, Sesino aveva a suo tempo proposto una serie di iscrizioni riportate su contraffazioni della zecca di Castiglione di questo quattrino bolognese, puoi trovarle a questa discussione:

http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic...t=0&start=0

Se vuoi scaricare un testo, piuttosto datato ma fondamentalmente gratuito, che tratta le emissioni di questa zecca ti consiglio di caricare quello che ho recuperato in rete, su Google Books:

http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic...0&start=180

Non e' direttamente scaricabile dall'Italia, ma tramite proxy ce la puoi fare. ;)

L'unico problema e' che manca proprio la tavola dove sono riportati questi quattrini...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

justapeek

Grazie intanto per i link, molto utili entrambi. Ai fini della catalogazione, mi sembra che il primo link che mi hai fornito, risolva il dubbio. La moneta riportata è simile sul dritto a quel poco che si vede nella mia, e l'iscrizione "P BONOR C" mi sembra compatibile con le tre lettere "ONO" che si intravvedono sul mio esemplare.

Riguardo il testo sulla zecca di Castilione, come quasi sempre mi accade non riesco a scaricarlo :( Già file di 7-8 Mb, utilizzando il proxy, mi arrivano corrotti perché il trasferimento si interrompe quasi sempre a metà. Ho provato già 3-4 proxy differenti, ma il risultato non cambia :( A voi risultano problemi simili?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs
... mi sembra compatibile con le tre lettere "ONO" che si intravvedono sul mio esemplare.

o e' una N molto allungata o e' una R.

Riguardo il testo sulla zecca di Castilione, come quasi sempre mi accade non riesco a scaricarlo :( Già file di 7-8 Mb, utilizzando il proxy, mi arrivano corrotti perché il trasferimento si interrompe quasi sempre a metà. Ho provato già 3-4 proxy differenti, ma il risultato non cambia :( A voi risultano problemi simili?

Si, a volte bisogna insistere parecchio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

justapeek
Riguardo il testo sulla zecca di Castilione, come quasi sempre mi accade non riesco a scaricarlo :( Già file di 7-8 Mb, utilizzando il proxy, mi arrivano corrotti perché il trasferimento si interrompe quasi sempre a metà. Ho provato già 3-4 proxy differenti, ma il risultato non cambia :( A voi risultano problemi simili?

Si, a volte bisogna insistere parecchio...

Forse ho trovato un escamotage: usare anonymouse :D

Anonymouse è un proxy web che si comporta come tutti gli altri che ho provato, con una differenza: al momento di fare il download del PDF di 8 Mbyte, ti stoppa comunicandoti che il file ha dimensioni eccessive... ma in compenso ti fornisce gentilmente il link Google da cui scaricare "a dritto", senza necessità di passare dal proxy! E cliccando sul link, il PDF viene giù a bomba e senza interruzioni ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×