Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
iachille

piastra 1791 soli reduci

La moneta citata col n.c17833 è in mio possesso e verificando con una lente con notevole ingrandimento è evidente un surplus di metallo che ad occhio evidenzia la non conformità col disegno, ho avuto tra le mani un'altra moneta anche se molto consumata non evidenziava "la riga" probabilmente è come tu dici "una crepa nel conio". Mi piacerebbe sentire anche altri pareri....

Ciao numj07

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La moneta citata col n.c17833 è in mio possesso e verificando con una lente con notevole ingrandimento è evidente un surplus di metallo che ad occhio evidenzia la non conformità col disegno, ho avuto tra le mani un'altra moneta anche se molto consumata non evidenziava "la riga" probabilmente è come tu dici "una crepa nel conio". Mi piacerebbe sentire anche altri pareri....

Ciao numj07

Anche a me.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

credo proprio che sia un difetto dovuto ad una crepa del conio,e'un difetto che ho visto anche su'altre tipologie di monete, sono in posesso di un tallero per l'eritrea coniato sotto vittorio emanuele III che presenta al dritto la stessa linea in rilievo per quasi la totalita' del bordo,cioe'fa'tutto il giro in prossimita'del bordo ad una distanza variabile da 3 a 5 millimetri,purtroppo non riesco a fare foto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

credo proprio che sia un difetto dovuto ad una crepa del conio,e'un difetto che ho visto anche su'altre tipologie di monete, sono in posesso di un tallero per l'eritrea coniato sotto vittorio emanuele III che presenta al dritto la stessa linea in rilievo per quasi la totalita' del bordo,cioe'fa'tutto il giro in prossimita'del bordo ad una distanza variabile da 3 a 5 millimetri,purtroppo non riesco a fare foto

Salve,ok per la crepa di conio .

E come se avesserero usato lo stesso conio rotto per il d variando solo il r.

post-9800-1241273902_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

post-9800-1241274073_thumb.jpg

Varianti o varieta' solo sul rovescio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

si,fino a quando la moneta si presentava ancora gradevole il conio non veniva cambiato,cosa che'succedeva anche per le monete antiche e che succede ancora oggi,basta guardare le infinite discussioni su questo forum di monete con rotture,crepe,evanescenze,esuberi e chi piu'ne ha piu'ne metta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Soli Reduci è stata coniata per numerosi anni successivi, pur utilizzando sempre lo stesso millesimo, quindi: man mano che i conii si usuravano venivano riadattati o sostituiti, questo spiega perchè in alcuni ci sono eccedenze di conio ed in altre stili differenti o varianti nella leggenda assai pronunciati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?