Jump to content
IGNORED

Quiz medievale: indovina la moneta


avgvstvs
 Share

Recommended Posts

Gia', non l'avevo detto... il peso e' effettivamente basso, in realta' la moneta e' stata tosata -vedremo anche il perche'-, il peso di esemplari integri si aggira attorno a 0.75g.

E' pero' probabile che, vista la crudezza della realizzazione, la presenza della parte mancante non avrebbe contribuito a dare informazioni per l'identificazione.

Presumibilmente corretta l'ipotesi di Bavastro riguardo al monogramma, anche se in questo caso e' una versione degenerata.

A dopo ;)

Link to comment
Share on other sites


Ho trovato solo come probabili la Normandia e Quentovic... ma non il tondello in questione...

Se non ricordo male non e' rappresentata nelle tavole del Poey d'Avant, ma facendo qualche ricerca in rete si trovano almeno un paio di siti interessanti, in particolare uno che riporta un recente articolo di un Utente del Forum (quindi in italiano!), l'altro che tratta delle monete della zona di interesse.

Link to comment
Share on other sites


Bravo! :D

E si, Fra, basta guardare tra le immagini dell'articolo (scritto tra l'altro dall'Utente Matteo, anzi vi consiglio di dare un'occhiata all'intero Sito!) quella della moneta 17 della tavola III e il gioco e' fatto... ;)

E' proprio un denaro normanno anonimo appartenente al Gruppo C, seguendo la clssificazione data da Françoise Dumas: queste monete portano, spesso in maniera difficilmente leggibile, l'iscrizione NORMANNA o NORMAN DVX e nessuna indicazione sulla zecca.

Queste emissioni vengono in genere datate tra l'XI e il XII secolo: in questo periodo si assiste ad un progressivo alleggerimento del peso, ad un impoverimento della lega e ad una minore cura dell'incisione.

Nell'esemplare riportato sull'articolo proposto da Fra non viene descritto il dritto, ma e' probabile che la croce, strutturata in quella maniera particolare, sia in realta' una degenerazione di un monogramma carolingio.

E' possibile scaricare il testo originale di Dumas, Les monnaies normandes (Xe-XIIe siècles) avec un répertoire des trouvailles, tratto da Revue numismatique, 1979, Volume 6, Numero 21, pp. 84-140, qui:

http://www.persee.fr/web/revues/home/presc...9_num_6_21_1792

Unica pecca, mancano le tavole (ma non si puo' avere tutto!)

A pagg. 95-96 viene fatta una ipotesi riguardante il discorso degli esemplari sottopeso, come quello visto (la traduzione e' mia, il francese non lo conosco quindi potrei avere scritto castronerie... per favore, fate riferimento al testo originale!!):

In diversi tesori sono state trovate monete con la legenda NORMANN(i)A con un peso inferiore al precedente: 0.68-0.67g invece che 0.75g, approssimativamente, ed anche un peso molto minore: 0.46-0.42g.

Questi esemplari molto leggeri sono stati tosati dopo la coniazione; alcuni sono stati trovati in tesori sepolti nel XII secolo e databili a questo periodo. Dovremmo considerarli come oboli?

Noi pensiamo, piuttosto, che questi pezzi sono stati alleggeriti nel corso del XII secolo per rispondere ad un bisogno di moneta che portebbe essere il risultato della scarsita' di denaro circolante.

Quello che e' certo e' che il denaro normanno e' continuato ad essere stato coniato ed usato durante la prima meta' del XII secolo.

Oltre ai due articoli visti adesso, se qualcuno fosse interessato ad approfondire la tematica della monetazione della Normandia, un buon riferimento online e':

http://www.ateliersmonetairesnormands.org

nel quale e' possibile vedere qualcosa di simile all'esemplare visto sopra:

http://www.ateliersmonetairesnormands.org/...?id_article=916

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.