Jump to content
IGNORED

Nuova tecnica per la datazione dei reperti


Paleologo
 Share

Recommended Posts

L'età dei reperti svelata da acqua e fuoco

Un team di ricerca ha messo a punto un sistema semplice e preciso per stabilire l'età degli oggetti in ceramica. I metodi usati finora sono complicatissimi. Servirà anche per capire meglio i cambiamenti climatici

La notizia su Repubblica

Ciao, P. :)

Link to comment
Share on other sites


Interessante! A volte non si pensa alle soluzioni più semplici...

Ma, facendo anche riferimento a una discussione in corso sulla grammatica, ho notato nell'articolo: "La ricerca, pubblicata su Proceedings of the Royal Society, aiuterà gli archeologici a datare costruzioni..."

5- !

:D

Link to comment
Share on other sites


Interessante! A volte non si pensa alle soluzioni più semplici...

Ma, facendo anche riferimento a una discussione in corso sulla grammatica, ho notato nell'articolo: "La ricerca, pubblicata su Proceedings of the Royal Society, aiuterà gli archeologici a datare costruzioni..."

5- !

:D

Ma "Royal Society ..." di che ??

Sapete quante ve ne sono di Royal Societies ? (inclusa quella per la numismatica :D ?)

Inoltre nell'articolo non viene spiegato bene ma sembrerebbe che l'analisi sia di tipo distruttivo sul campione di materiale in quanto questo deve essere scaldato a temperature elevatissime per poter rilasciare i dati necessari pe stabilire la datazione..?!

numa numa

Link to comment
Share on other sites


Inoltre nell'articolo non viene spiegato bene ma sembrerebbe che l'analisi sia di tipo distruttivo sul campione di materiale in quanto questo deve essere scaldato a temperature elevatissime per poter rilasciare i dati necessari pe stabilire la datazione..?!

numa numa

L'analisi è certamente di tipo distruttivo, come del resto lo è il metodo della termoluminescenza.

Per quest'ultima occorre un quantitativo già di per se non trascurabile, dovendosi comunque "sacrificare" non meno di una decina di grammi di ceramica.

Non mi pare di aver letto quanto materiale occorra per applicare il nuovo metodo di reidrossidazione.

Immagino potrà essere certamente utilissimo e più semplice per datare i più "sacrificabili" laterizi.

Link to comment
Share on other sites


Sarà ma sono diffidente, vorrei trovare..anzi..cercherò a breve una spiegazione + esauriente del metodo, mi pare troppo comodo calibrarlo su ceramica con una cronologia già ben definita, ipotizzarne l'utilizzo solo su materiali di tipo ceramico e iniziare ad ipotizzare datazioni che sparano oltre il mesolitico....ancora ancora che non cerchino di datare un laterizio atlantideo -.-

Andre

Link to comment
Share on other sites


Salve, mi risulta che quache tempo fà

una kylix attribuita ad Eufronio risultò falsa

benchè alla termoluminescenza abbia dato esito positivo.

L'archeologa......molto preparata non si spiegava come mai

nella kylix ci fossero dipinti dei miti già conusciuti in altre

opere del maestro....è che fino allora tutte le sue opere erano assulatamente inedite.

chiese ed ottene l'analisi della terra della ceramica...era di Cervetiri è non di Atene.

L'invecchiamento era stato effettuato ad arte in un ospedale da un radiologo compiacente

che bombardando il manufatto di raggi aveva riportato il manufatto alla datazione originale.

detto questo allora come la mettiamo..con le analisi?

un saluto

legio

Link to comment
Share on other sites


  • 4 weeks later...

Anch' io sono abbastanza diffidente riguardo a questa tecnica, non soloper il fatto che possa venir compromesso se non definitivamente rovinato il reperto da datare, ma anche perchè la ceramica avrebbe potuto subire una "cottura" in tempi più recenti, per esempio durante un incendio; da quello che ho capito con alte temperature i cocci subiscono una specie di "reset", poichè perdono tutte le sostanze assorbite durante la loro vita, quindi la datazione verrebbe inesatta e magari una tavoletta babilonese potrebbe risultare novcentesca... cosa ne pensate?

Link to comment
Share on other sites


Anch' io sono abbastanza diffidente riguardo a questa tecnica, non soloper il fatto che possa venir compromesso se non definitivamente rovinato il reperto da datare, ma anche perchè la ceramica avrebbe potuto subire una "cottura" in tempi più recenti, per esempio durante un incendio; da quello che ho capito con alte temperature i cocci subiscono una specie di "reset", poichè perdono tutte le sostanze assorbite durante la loro vita, quindi la datazione verrebbe inesatta e magari una tavoletta babilonese potrebbe risultare novcentesca... cosa ne pensate?

Beh sicuramente il risultato questo tipo di datazione, per quanto preciso possa essere, credo che vada sempre preso con le pinze...nel senso che l'archeologo dovrà necessariamente verificare una certa compatibilità (o incompatibilità) con altri reperti trovati nel medesimo posto, ad esempio monete, statue, mosaici o altre forme artistiche.

Ovvio che non sempre essi sono presenti...

Credo anche io che sia un metodo abbastanza distruttivo, soprattutto per le decorazioni che spesso adornano tali ceramiche (e che possono però a loro volta suggerire una datazione approssimativa)....in questo caso penso che le cose da fare siano ben poche:

- datare il pezzo in questione con i vecchi metodi

- datare un reperto "sacrificabile" trovato assieme a quello di nostro interesse con il nuovo metodo

- confrontare i risultati

Se non sono presenti altri reperti, ci si baserà solo sui metodi tradizionali.....meglio un'opera d'arte di datazione indeterminata che una di datazione precisa, ma irrimediabilmente compromessa.

O almeno questa è la mia opinione :P

Link to comment
Share on other sites


Se non sono presenti altri reperti, ci si baserà solo sui metodi tradizionali.....meglio un'opera d'arte di datazione indeterminata che una di datazione precisa, ma irrimediabilmente compromessa.

O almeno questa è la mia opinione :P

Opinione senza alcun dubbio condivisa! :lol:

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.