Jump to content
IGNORED

Pulitura moneta romana


zuben
 Share

Recommended Posts

Salute a tutti

Svuotando la cantina della casa paterna ho trovato, tra le altre, alcune monete che mi sembrano romane.

Cercando su Internet ho trovato il vostro forum e sto seguendo le vostre istruzioni sulla pulitura, dato che le monete sono particolarmente sporche e incrostate.

In pratica le sto tenendo a bagno nell'acqua distillata e ogni 2-3 giorni le spazzolo con uno spazzolino da denti morbido.

Di tutte una sola mostra un disegno vagamente definito e pian piano la crosta (calcarea?) sta andando via.

Non vorrei rovinarla, e quindi mi rivolgo al forum per dei consigli:

-Una volta rimosso tutto il calcare, è normale che rimanga quella patina verdastra?

-Dovrei togliere anche quella parte verde più marcata che resta vicino ai rilievi della moneta?

Grazie a tutti e complimenti per l'interessantissimo sito

Cordiali saluti

Dimenticavo: dim: 31-33 mm; peso: 24 g

zuben

post-13944-1244973310_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Personalmente cerco sempre di non spingere la pulizia a fondo. Preferisco una moneta leggermente "sporca" che spatinata/rovinata. In genere nella monetazione antica la patina arricchisce il valore della moneta al contrario della monetazione moderna. In fin dei conti è... il segno del tempo passato.

Io non insisterei troppo per non rischiare di rovinarla, per la concrezione calcarea usa qualche strumento ma delicatamente, mai forzando di punta, potresti segnare il conio. A volte saltano via facendo delicatamente leva verso l'alto quando la moneta si sta asciugando. Ma senti qualche esperto. non voglio indurti a far danni.

Si tratta comunque di un sesterzio di Faustina II (o junior), non riesco bene a capire la legenda, a destra vedo solo I I I (?), la figura regge una patera e la cornucopia.

Ciao

Illyricum

Link to comment
Share on other sites


Si tratta comunque di un sesterzio di Faustina II (o junior), non riesco bene a capire la legenda, a destra vedo solo I I I (?), la figura regge una patera e la cornucopia.

In realta' dovrebbe essere un PII FIL

Link to comment
Share on other sites


Colgo il suggerimento di Augustus e ti segnalo che dovrebbe trattarsi di:

Orichalcum sestertius, SRCV II 4710,Faustina II, RIC III 1368, BMCRE IV 2198, VF, Rome mint, 19.689g, 31.5mm, 0o, 157 - 161 A.D.; obverse FAVSTINA AVGVSTA, draped bust right; reverse AVGVSTI PII FIL S C, Concordia standing left, patera in extended right, cornucopia in left. (tratto da Forumancientcoins)

Trovi la foto (eccede i 65 K....) su

http://www.forumancientcoins.com/catalog/r...oins.com/Coins/

Mi pare sia calzante

Ciao

Illyricum

Link to comment
Share on other sites


Vi ringrazio tutti per i consigli e l'identificazione.

Da quel poco che ho capito quindi non è di bronzo ma di ottone

e questo spiega il suo aspetto differente dalle altre...

Girando per il forum in questi giorni sto imparando

molte cose su un argomento che ignoravo completamente

e che mi sta appassionando

Seguirò scrupolosamente i vostri consigli, rimuovendo solamente

le ultime incrostazioni con la massima delicatezza;

la prima cosa che ho imparato è che ci vuole molto tempo

e non bisogna andar di fretta :)

Cordialissimi saluti a tutti

zuben

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.