Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Flavio

Maiden Castle 43 d.C.

Risposte migliori

Flavio

Sempre di storia ed archeologia si tratta, seppure ben diversa dal ritrovamento delle opere d'arte presso i Campi Flegrei documentato nel post precedente a questo dal ns. skubydu.

http://www.dailymail.co.uk/news/article-11...mpics-site.html

Lo scavo e relative datazioni, nonchè conseguente conferma od eventuale smentita sono in corso, tuttavia parrebbero esserci pochi dubbi.

Immediatamente dopo lo sbarco in Britannia delle legioni di Claudio, il legatus Legionis (e futuro imperatore) Vespasiano condusse i suoi uomini ad un quanto più rapido intervento di "bonifica" della zona costiera ed immediati dintorni, con il duplice scopo di assicurare le aree portuali e di sbarco, nonchè conquistare aree minerarie adibite all'estrazione di stagno e di argento.

Nel corso delle operazioni, furono conquistati una ventina di centri fortificati d'altura occuapati da tribù celtiche.

Maiden Castle era uno di questi.

Quasi duemila anni dopo, ecco emergere dalle nebbie del tempo il "macabro memento" di ciò che accadde...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DarkShrine

avevo visto il servizio al tg..ma mi ero perso l'inizio con il nome della località..era maiden castle quindi...bruttissimo!

Andre

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Bruttissimo il nome? :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter
ed anche brutta fine di quelle persone.....

sku

Su questo non c'è dubbio.

D'altra parte la ferocia delle legioni romane era già ampiamente nota, anche se nel tempo si è più volte ceracto di sminuirla, come se certe cose fossero peculiarità dei soli "barbari" (ma questo è successo anche in tempi più recenti con il colonialismo italiano ed altre targiche vicende, mi pare).

non capisco, invece, perchè dovrebbe essere brutto il nome :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox

Infatti lo trovo normale come male, perchè brutto... Maiden Castle ad un orecchio italico dovrebbe suonare tipo "Rocca della Fanciulla" " Rocca della Vergine"... mica male.

Che finaccia hanno fatto: mi ha fatto impressione il contrasto tra la placidità attuali di quei luoghi (almeno così sembra dalla foto aerea) e la testimonianza dell'immane massacro che invece si nascondeva sotto terra...

Da quello che ho capito dagli articoli che spesso postate qui sul forum, nel Regno Unito c'è ancora molto da scoprire...sono frequenti questi ritrovamenti archeologici, o forse li pubblicizzano solo di più?

PICCOLO OT:

Ferocia...non ferocia... la guerra è guerra. Brutta e basta. E si è sempre fatto quello che andava fatto per "vincerla" (anche se se ne esce sempre tutti sconfitti...)

Mi fa sorridere l'idea delle formule moderne per cercare di darle una connotazione più "civile": missioni di pace, polizia internazionale... sempre che ci si spara l'uno con l'altro.

Mia pacato pensiero eh... non la prendete a male.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

Semplicemente, erano tempi in cui la vita non valeva nulla. Ed era un sentimento comune. Non dimentichiamo che il concetto di "diritto umano" ha circa mezzo secolo... La vita umana non è valsa nulla almeno fino alla seconda guerra mondiale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo
PICCOLO OT:

Ferocia...non ferocia... la guerra è guerra. Brutta e basta. E si è sempre fatto quello che andava fatto per "vincerla" (anche se se ne esce sempre tutti sconfitti...)

Vero ma fino a un certo punto. I Romani ci mettevano, e non solo nella guerra, un surplus di brutalità che sconvolgeva anche i loro contemporanei. Questo è documentato chiaramente ad esempio negli scrittori greci dell'epoca. Forse fu questa assoluta mancanza di inibizioni all'uso sistematico della violenza il segreto dei successi militari di Roma? Argomento interessante, anche se un po' "scivoloso"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu
Semplicemente, erano tempi in cui la vita non valeva nulla. Ed era un sentimento comune. Non dimentichiamo che il concetto di "diritto umano" ha circa mezzo secolo... La vita umana non è valsa nulla almeno fino alla seconda guerra mondiale.

il fatto sconvolgente è che fatti del genere e con la stessa ferocia succedano adesso...basti vedere in africa ecc..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

Vero, ma ora simili fatti indignano, a volte i governi ma sempre l'opinione pubblica. In questo senso la guerra era davvero la continuazione della politica con altri mezzi, per dirla con von Clausewitz.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter
PICCOLO OT:

Ferocia...non ferocia... la guerra è guerra. Brutta e basta. E si è sempre fatto quello che andava fatto per "vincerla" (anche se se ne esce sempre tutti sconfitti...)

Vero ma fino a un certo punto. I Romani ci mettevano, e non solo nella guerra, un surplus di brutalità che sconvolgeva anche i loro contemporanei. Questo è documentato chiaramente ad esempio negli scrittori greci dell'epoca. Forse fu questa assoluta mancanza di inibizioni all'uso sistematico della violenza il segreto dei successi militari di Roma? Argomento interessante, anche se un po' "scivoloso"...

Era esattamente quello che intendevo. Anche i loro contemporanei, ben avvezzi alla brutalità della guerra, erano colpiti dalla ferocia romana.

Sul fatto che sia scivoloso, dipende da cosa intendiamo :D

Vorrei ricordare, però, che i film sul Vietnam sono stati prodotti in USA e Gandhi in UK....

In Francia e in Italia, le cose sono un po' diverse... non specifico nulla di più, altrimenti sì che si rischia di "scivolare" :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter
Da quello che ho capito dagli articoli che spesso postate qui sul forum, nel Regno Unito c'è ancora molto da scoprire...sono frequenti questi ritrovamenti archeologici, o forse li pubblicizzano solo di più?

Una stima precisa è piuttosto difficile, ma a quanto ho letto, Inghilterra meridionale e Normandia dovrebbero riservare ancora molte sorprese (speriamo meno macabre la prossima volta).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Flavio
Vero ma fino a un certo punto. I Romani ci mettevano, e non solo nella guerra, un surplus di brutalità che sconvolgeva anche i loro contemporanei. Questo è documentato chiaramente ad esempio negli scrittori greci dell'epoca. Forse fu questa assoluta mancanza di inibizioni all'uso sistematico della violenza il segreto dei successi militari di Roma? Argomento interessante, anche se un po' "scivoloso"...

Cito dal libro "Marco Aurelio e la fine del mondo antico" : "la guerra è una cosa brutale e vuole uomini brutali".

Frase direi "azzeccata".

Sempre così è stato e sempre così sarà.

Nelle legioni di Roma la disciplina era pari alla crudeltà ed anche la corruzione era tutt'altro che sconosciuta, malgrado i tentativi (recenti) di "addolcire la pillola".

Ma Vi domando...nel corso della storia avete mai trovato eserciti con caratteristiche diverse ??

Parlando di brutalità dell'esercito di Roma...si tratta di un semplice romanzo storico, per quanto accattivante, ma merita la lettura : di Andrea Frediani "un eroe per l'Impero Romano", edizioni NewtonCompton.

Ambientato nella campagna di Dacia con Traiano (ambientazione già quindi particolare e direi inedita per un romanzo storico), la crudità della narrazione Vi lascerà di certo "l'amaro in bocca".

Si tratta, chiaro, di un romanzo, ma l'Autore (che credo molti di Voi già conosceranno ed avranno avuto modo di leggere) è tutt'altro che uno sprovveduto in materia, autore di numerosi saggi, ed il rigore storico nei suoi romanzi viaggia sempre di pari passo con la narrativa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giaco

è difficile pensare che il popolo che ha costruito splendidi anfiteatri, templi e statue in tutto il mondo dell' epoca fosse capace di tanta ferocia e malvagità, ma in realtà i Romani erano un popolo che oggi verrebbe chiamato barbaro: basti pensare che uno fra i divertimenti più in voga era andare a vedere i gladiatori che si ammazzavano! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter
Ma Vi domando...nel corso della storia avete mai trovato eserciti con caratteristiche diverse ??

No. Solo che qualche volta si ammette, qualche altra no. Pare che in certi casi, sia addirittura un tabù. Tutto qui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67
Ma Vi domando...nel corso della storia avete mai trovato eserciti con caratteristiche diverse ??

No. Solo che qualche volta si ammette, qualche altra no. Pare che in certi casi, sia addirittura un tabù. Tutto qui.

Beh, nel corso della storia si sono però scontrati modi diversi di combattere, anche nella dose di crudeltà ed efferatezza usata. Mi viene in mente ad esempio la discesa in Italia alla fine del XV secolo dell'esercito del re di Francia Carlo VIII, che culminò poi con la famosa battaglia di Fornovo del 1495. Era consuetudine per gli stati italiani dell'epoca combattere tra di loro, ma con eserciti formati in larga parte da mercenari, che una volta combattevano da una parte, un'altra volta con l'avversario precedente. Proprio per questo le guerre si risolvevano spesso in poco più che scaramucce con spargimento di sangue limitato allo stretto necessario. Quando Carlo VIII scese in Italia ben deciso a conquistare il regno di Napoli, la ferocia e brutalità con la quale il suo esercito spazzò via ogni tentativo di resistenza provocò un vero e proprio shock in tutta la penisola. L'esercito francese ignorava (non nel senso che non lo conosceva, ma che se ne fregava) oltretutto qualsiasi codice di comportamento che invece veniva tenuto dai combattenti italiani. In Italia un cavaliere disarcionato era catturato ma non ucciso, per i francesi invece non esistevano ostaggi, ma solo nemici da uccidere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo
Era consuetudine per gli stati italiani dell'epoca combattere tra di loro, ma con eserciti formati in larga parte da mercenari, che una volta combattevano da una parte, un'altra volta con l'avversario precedente. Proprio per questo le guerre si risolvevano spesso in poco più che scaramucce con spargimento di sangue limitato allo stretto necessario.

Se ci fosse stato anche un solo scontro decisivo, dopo un sacco di gente sarebbe rimasta disoccupata...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Flavio

Una piccola integrazione :) .

Un amico (che ringrazio nuovamente nel caso mi legga) mi ha fatto notare che il recente ritrovamento di Maiden Castle è di fatto quasi analogo a quelli effettuati, nel medesimo sito, negli anni '30 del precedente secolo a seguito di scavi condotti dall'archeologo inglese Wheeler.

A quel tempo furono portati alla luce i resti di 34 persone, i cui scheletri presentavano evidenti segni di ferite di arma da taglio e di dardi da balista.

Anche allora si riscontrarono mutilazioni.

Sulla sezione "storia" del forum d'oltreoceano al ns. gemello ho trovato una bella paginetta relativa a Maiden Castle che comprende la foto di uno degli scheletri ritrovati durante i primi scavi, ora al museo di Dorchester, nel quale si può vedere, infissa nella spina dorsale, la classica punta di un dardo romano da balista : http://www.forumancientcoins.com/historia/...iden/maiden.htm

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×