Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
erman

cleaned, che significa esattamente? e come capire

Risposte migliori

erman

spesso vedo siti specialmente americani, in cui scrivono coin cleaned, cioe' pulito

ma che significa esattamente? pulito o lucidato?

ancora , come fate a riconoscere la moneta pulita da quella lucidata?

grazie come sempre a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

E' ovvio che si intende una pulizia invasiva tipo lucidatura. Una moneta che sia stata semplicemente pulita, magari da grasso o sporcizia superficiale usando un panno o semplice acqua distillata, non ha certo bisogno di essere segnalata visto che mediamente questo tipo di pulizia non lascia alcuna traccia. La moneta lucidata ovviamente è un pezzo che ha subito una pulizia molto invasiva che è andata ad intaccare i rilievi, causando il classico effetto lucidatura/spazzolatura. La lucidatura si riconosce perchè i rilievi rimangono arrotondati e perdono la loro vivacità iniziale. Molto spesso le monete lucidate sono pezzi che presentavano una patina più o meno spessa, in questi casi molte volte ne rimangono tracce (della patina) nei punti difficili da raggiungere, come ad esempio all'interno delle lettere delle legende, o tra una lettera e l'altra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

In generale una lente da 10 ingrandimenti riesce a far vedere tutti i difetti. Consiglio sempre di usarla!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

Palolino67 è esattamente correct--se vedete l'aggettivo “pulito„ in una descrizione della moneta, esso significa che le superfici della moneta definitivamente sono state influenzate. Altrimenti non ci è necessità di dirla.

Nell'hobby americano della moneta, “pulito„ è un aggettivo multi-purpose che può denotare la gamma completa di pulizia della moneta, a mala “pena dal disturbo della patina della moneta,„ tutto il modo “lucidare altamente abrasiva.„

Tuttavia, se “la pulizia„ è realmente “una lucidatura,„ una descrizione giusta sarebbe qualcosa come “pulito pesante,„ “pulito male,„ “pulito con severità„, o persino (!) “lucidato.„

(Parlando come qualcuno che ricevi molti, molti hanno liberato le monete dai commercianti internazionali, il pregiudizio contro le monete “pulite„ sono molto forti nell'hobby americano della moneta. Generalmente parlando, una moneta “pulita„ è una moneta danneggiata e “pulito„ deve comparire in una descrizione adeguata della moneta.)

Aggiungo un nuovo tipo di pulizia, importante (nell'hobby americano della moneta, in ogni modo) ma spesso difficile rilevare dentro uncirculated o quasi uncirculated le monete: “dipping,„ che è un bagno chimico che ristabilisce “la bianchezza„ di una moneta d'argento. I dollari d'argento americani, in particolare, ricevono molto spesso questo trattamento (secondo qualunque è il modo corrente, che sembra alternarsi fra “l'originale che modifica„ e “brillante.„).

Le monete possono essere “dipped„ senza danneggiamento apparente delle loro superfici… per un istante. (Se la moneta è AU o UNC, quello è; una moneta consumata che è dipped è pulita ovviamente.) Ma viene un periodo in cui danni cumulativi dal “dipping„ persino un UNC o una moneta dell'AU si trasformano in in apparente apparente-doloroso. L'originale della moneta il lustro-relativo “gelo mint„-- sparisce e la moneta è lasciata con un con acuto, apparenza “fuori„ lavata.

Ma sono sicuro che “dipping„ deve affliggere l'hobby italiano della moneta anche e che gli altri membri della forum sono, infelicemente, tutti ugualmente al corrente di esso.

:huh: v.

-----------------------------------

Palolino67 is exactly right—if you see the adjective “cleaned” in a coin description, it means the coin’s surfaces have definitely been affected. Otherwise there is no need to say it.

In the American coin hobby, “cleaned” is a multi-purpose adjective that can denote the complete range of coin cleaning, from “barely disturbing the coin’s patina,” all the way to a “highly abrasive polishing.”

However, if the “cleaning” is actually a “polishing,” a fair description would be something like “heavily cleaned,” “badly cleaned,” “harshly cleaned”, or even(!) “polished.”

(Speaking as someone who has received many, many cleaned coins from international traders, the prejudice against “cleaned” coins is very strong in the American coin hobby. Generally speaking, a “cleaned” coin is a damaged coin, and “cleaned” must appear in a proper description of the coin.)

I add one more type of cleaning, important (in the American coin hobby, anyway) but often difficult to detect in uncirculated or almost uncirculated coins: “dipping,” which is a chemical bath that restores the “whiteness” of a silver coin. American silver dollars, in particular, very often receive this treatment (depending on whatever is the current fashion, which seems to alternate between “original toning” and “brilliant.”).

Coins can be “dipped” without apparent damage to their surfaces...for a while. (If the coin is AU or UNC, that is; a worn coin that is dipped is obviously cleaned.) But there does come a time when the cumulative damage from “dipping” even an UNC or an AU coin does become apparent—painfully apparent. The coin’s original luster—its “mint frost”—disappears, and the coin is left with a dull, “washed out” appearance.

But I’m sure that “dipping” must afflict the Italian coin hobby too, and that the other members of the forum are, unhappily, all too familiar with it.

:huh: v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piakos

La moneta è cleaned quando è stato tolto qualcosa dalle superfici della stessa.

Se trattasi di bronzo in patina, la stessa patina è stata pulita dalla terra e/o dai sedimenti.

Se trattasi di argento o altro metallo nobile, la moneta ha ricevuto l'asportazione del "film" di ossido che la stava ricoprendo, cioè della sua patinetta o di qualche macchia/etta di ossido.

Se la patina è invece già formata o è l'originale antica, la pulizia è quasi sempre invasiva e lascia tracce. Ma a volte la pulizia si rende necessaria perchè, con la patina spessa e abbastanza compatta spesso sono in corso fenomeni chimico-fisici che da ossidanti (colore sulle superfici) si vanno facendo corrosivi (il metallo viene "mangiato"). Occhio! Le patine dell'argento vanno tenute sotto controllo.

E' vero che si può procedere con bagni chimici (c'è chi usa solo il sapone o il dentifricio), per attenuare o celare le conseguenze di una pulizia. Ma sono procedimenti che vengono fatti da mano esperta e che, non deturpano la moneta...oltre il fatto che è comunque visibile un intervento ed il "purista" potrebbe non interessarsi all'oggetto chimicamente trattato, anche se il l"lavoro" avesse reso la moneta gradevole.

Nel mondo anglosassone e non solo, il termine ha tuttavia assunto un significato negativo: in pratica si vuole segnalare che la moneta è stata, anche se leggermente, "toccata".

Salutoni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

Grazie a tutti e tre per le belle disamine dell'argomento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×