Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Segnalazioni sul CALENDARIO NUMISMATICO   14/10/2016

      Per dare maggiore risalto all'evento segnalato in questa sezione vi chiediamo di creare contestualmente un evento sul nostro  CALENDARIO NUMISMATICO. In questo modo la vostra segnalazione sarà più visibile ed efficace. Grazie per la collaborazione.
Accedi per seguire questo  
aemilianus253

articolo da La Repubblica

Risposte migliori

pistacoppi

cose da pazzi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Ci vorrebbe una specializzazione universitaria in "archeologia dei magazzini" :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand
Supporter

Giusta meraviglia ma forse non sapete cosa c'è accantonato nei sottoscala degli Uffizi e di altri musei italiani:

con quelle opere si potrebbero aprire centinaia di altri musei. B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

star

Niente di nuovo............ <_<

Star

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Lancio una provocazione.

Selezionare dai magazini i reperti unici e vendere gli altri?

Si recupererebbero fondi per la manutenzione delle opere e si contribuirebbe a propagandare l'arte e la cultura italiana, nel mondo.

Mi riferisco, ovviamente, ad anfore o simili, che già possediamo a migliaia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vitus
Lancio una provocazione.

Pure io: aridarce er Duce e vendere gli attuali politicanti? No eh...?

:lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Basta che non mi citi all'interno di un messaggio con quella frase puoi dire quello che ti pare. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Vendere gli attuali politicanti può essere una buona idea ma... chi se li compra? Quanto al duce, tienitelo pure... :rolleyes:

P.S. E con la politica la finiamo qui...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter
Vendere gli attuali politicanti può essere una buona idea ma... chi se li compra?

Questa, però, è bella :D .

Mi ricordo Benigni quando proponeva di potere acquistare politici stranieri, per fare un paio di stagioni in Italia, poi per le elezioni mondiali, sarbbero tornati alle loro nazionali :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Pubblicizzare " Il cervello" ! B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

providentiaoptimiprincipis

sono d'accordo con luke!!anche il museo della mia città ha i magazzini strapieni,,con tutta la roba che c'è se ne potrebbero aprire altri tre di musei e credo che ancora qualcosa avanzerebbe...bellezze incomparabili chiuse in casse di legno per 70 anni!!..il punto è che queste si sono riscoperte,ma di questi avvenimenti ne accadranno centinaia ancora!!....poi però se trovi un coccio vagamente somigliante ad un manico di anfora mentre fai il bagno...apriti celo!!!...e lo buttano con tutti gli altri nel sotterraneo.....

P.S.:la verità è che noi italiani siamo un popolo di "conservatori" (nel senso non politico del termine)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legiovirest

Salve .....perche non si organizza un esodo

all'incontrario.........

si prendono tutti i politici si trasferiscono a brindisi......

si mettono sui gommoni...e si mandano in albania......

circa un anno dopo ...i familiari....pure-----

x il ricongiungimento........

sai come funziona bene ...l'italia..........

non credo che gli albanesi ce lo permettano.........

questo era solo un sogno di mezza estate ....PURTROPPO......

un saluto

legio

Modificato da legiovirest

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

okt
Giusta meraviglia ma forse non sapete cosa c'è accantonato nei sottoscala degli Uffizi e di altri musei italiani:

con quelle opere si potrebbero aprire centinaia di altri musei. B)

Ah, questo riferimento agli Uffizi ha suscitato un antico ricordo, che vorrei condividere: era il novembre del '67, ed ero stato "comandato" a organizzare la pulizia del Circolo Canottieri di Firenze alluvionata.

Il circolo si trova proprio sotto agli Uffizi e, ispezionando il magazziono dove erano accatastate le imbarcazioni danneggiate, vidi in fondo un muro sfondato dalla forza dell'alluvione...

Affacciandomi all'apertura mi sembrò di essere entrato nella grotta di Alì Babà: di là, pieni di tesori accatastati, c'erano i sotterranei degli Uffizi!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

saldi-saldi
sono d'accordo con luke!!anche il museo della mia città ha i magazzini strapieni,,con tutta la roba che c'è se ne potrebbero aprire altri tre di musei e credo che ancora qualcosa avanzerebbe...bellezze incomparabili chiuse in casse di legno per 70 anni!!..il punto è che queste si sono riscoperte,ma di questi avvenimenti ne accadranno centinaia ancora!!....poi però se trovi un coccio vagamente somigliante ad un manico di anfora mentre fai il bagno...apriti celo!!!...e lo buttano con tutti gli altri nel sotterraneo.....

P.S.:la verità è che noi italiani siamo un popolo di "conservatori" (nel senso non politico del termine)

come dici tu siamo un popolo di conservatori...ma ogni tanto sarebbe meglio riuscire a liberarsi di qualcosa...svuotare le cantine i depositi....dare spazio al moderno a nuove idee...musei ce ne' gia tanti e case x la popolazione poche ....trovare altri lochi x tutti questi ritrovamenti e un gioco da ragazzi...ma dove andremo noi a finire se accatastiamo tutto quello che proviene dai ritrovamenti...ricordiamoci che la superficie della nostra nazione non e poi cosi grande...strutture costruite e non portate a termine ne esistono parecchie (ospedali centri ecc...) leggi che si contradicono ne esistono parecchie gente ricca ne esiste parecchia idee giuste le sentiamo ogni giorno ........................................

in italia tutto quello che e vecchio a un suo valore....quando riusciremo a liberarci di qualcosa ...nei paesi terremotati i primi pensieri trattati dai telegiornali sono stati i danni storici (chiese palazzi basiliche musei ecc...) e possibile che i politici pensino solo alla cultura, e quando viene fatta a loro una domanda storica non sanno neppure rispondere....mentre la popolazione con occhi ben aperti si rimbocca le maniche e fa volontariato ...e loro se ne prendono il merito......scusate x il fuori tema

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter
sono d'accordo con luke!!anche il museo della mia città ha i magazzini strapieni,,con tutta la roba che c'è se ne potrebbero aprire altri tre di musei e credo che ancora qualcosa avanzerebbe...bellezze incomparabili chiuse in casse di legno per 70 anni!!..il punto è che queste si sono riscoperte,ma di questi avvenimenti ne accadranno centinaia ancora!!....poi però se trovi un coccio vagamente somigliante ad un manico di anfora mentre fai il bagno...apriti celo!!!...e lo buttano con tutti gli altri nel sotterraneo.....

P.S.:la verità è che noi italiani siamo un popolo di "conservatori" (nel senso non politico del termine)

come dici tu siamo un popolo di conservatori...ma ogni tanto sarebbe meglio riuscire a liberarsi di qualcosa...svuotare le cantine i depositi....dare spazio al moderno a nuove idee...musei ce ne' gia tanti e case x la popolazione poche ....trovare altri lochi x tutti questi ritrovamenti e un gioco da ragazzi...ma dove andremo noi a finire se accatastiamo tutto quello che proviene dai ritrovamenti...ricordiamoci che la superficie della nostra nazione non e poi cosi grande...strutture costruite e non portate a termine ne esistono parecchie (ospedali centri ecc...) leggi che si contradicono ne esistono parecchie gente ricca ne esiste parecchia idee giuste le sentiamo ogni giorno ........................................

in italia tutto quello che e vecchio a un suo valore....quando riusciremo a liberarci di qualcosa ...nei paesi terremotati i primi pensieri trattati dai telegiornali sono stati i danni storici (chiese palazzi basiliche musei ecc...) e possibile che i politici pensino solo alla cultura, e quando viene fatta a loro una domanda storica non sanno neppure rispondere....mentre la popolazione con occhi ben aperti si rimbocca le maniche e fa volontariato ...e loro se ne prendono il merito......scusate x il fuori tema

Fuori tema, fino ad un certo punto... Quello che dici non è tanto diverso, da quanto penso anch'io. Il colosseo è unico, ma un'anfora? Se è antica è automaticamente pregevole? Diciamo che se si tratta di un pezzo unico è importante, altrimenti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

Penso che noi italiani siamo, nel bene e nel male, prigionieri di un passato talmente illustre da essere ingombrante.

Mi viene in mente la cura con cui gli inglesi proteggono le loro rovine romane... ma ne hanno in tutto il Paese tante quante ne ha una qualunque città italiana! Oggettivamente abbiamo un problema: ogni volta che scaviamo un buco rischiamo di rovinare qualche reperto di incredibile importanza storica ed artistica... ovviamente un ritrovamento del genere accade solo di tanto in tanto, ma per non rischiare alcun danno al nostro patrimonio storico abbiamo ingessato legalmente ogni cosa. Teoricamente ineccepibile, in pratica solo in parte applicabile, e spesso un incentivo a coprire tutto con una colata di cemento e sperare che non se ne accorga nessuno. (Orrore! Eppure capita).

Non c'è da sorprenderci che i nostri musei siano stracolmi di reperti non esposti; ma visitereste mai un museo con 20 sale dedicate alle anfore romane? Se non siete storici iper-specializzati in anfore romane, probabilmente no... passatemi l'esempio un po' esagerato, ma di fatto la situazione dei nostri musei è questa: montagne di reperti, spazio limitato, fondi limitati, interesse del pubblico superficiale.

La provocazione "vendiamo allora questi reperti!" è meno insensata di quel che potrebbe sembrare - e se non li vogliamo o possiamo vendere, perché non affittarli a musei stranieri?

Sarebbero sicuramente più utili che tenuti in casse di legno fino all'oblio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RobertoRomano

Qualcuno ha notizia di depositi numismatici presenti nei "sotterranei"dei nostri musei?Ricordo una notizia secondo la quale,negli anni 30-40,durante la campagna di ricerca di metalli per l'industria nazionale,furono messi a disposizione quintali di monete antiche in scarsa conservazione(mi pare non furono usate).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Direi che Rob ha colto il senso di quanto volesvo dire. Mi rifersico proprio a quei reperti comunissimi, non certo di pezzi unici. Altrettanto logico che gli inglesi curino i loro e li pubblicizzino al massimo (a dire il vero danno loro un'importanza che vorrei vedere anche in Italia).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mirkoct

Questa "scoperta" è l'esempio lampante di come l'ipocrisia regni sovrana in italia nel mondo dell'arte.

non provo stupore per questo "ritrovamento" ma profondo disgusto per tutte quelle persone del settore che parlano di tutelare l'arte in Italia e trattano come lebbrosi i collezionisti o come :ph34r:.

che tristezza!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar
Questa "scoperta" è l'esempio lampante di come l'ipocrisia regni sovrana in italia nel mondo dell'arte.

non provo stupore per questo "ritrovamento" ma profondo disgusto per tutte quelle persone del settore che parlano di tutelare l'arte in Italia e trattano come lebbrosi i collezionisti o come :ph34r:.

che tristezza!

Come darti torto?

Eppure vorrei tanto che non avessi ragione perche mi sento Italiano e Romano ma questi "signori" di questa epoca mi fanno vergognare,desiderare di cambiare nazionalità. Mi sento straniero in Patria! E non si può far nulla ormai la maggioranza delle menti italiane al potere e non stanno su questa linea di pensiero e modo di fare.

Che peccato però eh? Questo è un Gran Paese e sta andando a rotoli per quattro psicopatici complessati che sono usciti dalle tane dove stavano nascosti da anni!

La speranza è la mia forza ma con questi........e mi riferisco a tutti.

Notte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Piccola provocazione: ma secondo voi, la categoria dei mercanti d'arte/numismatici italiani sarebbe contenta se i musei italiani si mettessero a fare i saldi di magazzino? Anche questo secondo me è un fattore che influisce sulla nota impossibilità per le varie categorie degli operatori del collezionismo d'arte/numismatico italiano di assumere una posizione comune riguardo alle note questioni legislative e di tutela. Al riguardo mi interessa in particolare l'opinione di Alberto Varesi ;)

Detto questo mi pare che Rob abbia inquadrato perfettamente la questione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

providentiaoptimiprincipis

Forse saldi-saldi ha frainteso il mio messaggio..dico esattamente quello che ha detto lui....

il poter mettere in vendita oggetti (monete,bronzi,utensili,opere d'arte) ,perdonatemi la parola "seriali" o di modesto valore e tenere invece in bella mostra le opere importanti sarebbe di aiuto più di quanto si possa immaginare.

ho 21 anni e sono appassionato d'arte ed antiquariato in genere,spesso parlo con amici che condividono la stessa passione, ed ogni volta troviamo una ragione in più sul perchè sarebbe giusto che certi oggetti tornassero nella disponibilità di privati...non parlo di bronzi di riace o di intere navi puniche...ma di monete comuni,in bassa conservazione..di anfore rotte,dei loro colli e di pezzi in genere di poco interesse artistico-culturale che nulla hanno da dirci di nuovo sulla storia dei nostri antenati...

siamo tutti collezionisti e sappiamo quanto amore e quanto studio continuo impieghiamo per conservare sempre al meglio i nostri oggetti....non cerdo che si potrebbero trattare con minor cura pezzi del genere...

inoltre se ci pensate bene la vendita di tali pezzi non avrebbe come solo risultato quello di sgomberare i tanti depositi dimenticati...ma anche quello di creare liquidità nelle tasche dei musei....soldi contanti che possono essere spesi per i restauri delle opere che invece DEVONO essere conservate nei musei per garantire la fruibilità delle stesse a chiunque...ma non solo!si possono creare nuovi spazi espositivi per quegli oggetti che non sono in mostra,o migliorare quelli esistenti (vi è mai capitato di andare in piccoli musei di provincia?spesso gli oggetti non hanno neanche i cartellini!!!)...con quei soldi si possono stampare cataloghi (da rivendere...ergo altri soldi) e promuovere iniziative,mostre a tema...e tanto altro ancora!!!

poi l'ideale sarebbe un registro nazionale,in cui vengono ad essere indicati coloro a cui i singoli pezzi sono stati venduti,con l'obbligo nel caso di trasferimento della proprietà sul bene di comunicare al competente ente il passaggio,con laregistrazione del nuovo proprietario....

un regime libero ma regolato,dove la cultura finalmente circola ed entra nelle case di collezionisti e semplici amanti...

scusate se sono stato prolisso,vi sarete già tutti addormentati,ma è un tema che mi sta molto a cuore,ed è bello poterne parlare con chi la pensa allo stesso modo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alberto Varesi
Piccola provocazione: ma secondo voi, la categoria dei mercanti d'arte/numismatici italiani sarebbe contenta se i musei italiani si mettessero a fare i saldi di magazzino? Anche questo secondo me è un fattore che influisce sulla nota impossibilità per le varie categorie degli operatori del collezionismo d'arte/numismatico italiano di assumere una posizione comune riguardo alle note questioni legislative e di tutela. Al riguardo mi interessa in particolare l'opinione di Alberto Varesi ;)

Detto questo mi pare che Rob abbia inquadrato perfettamente la questione.

Chiedo scusa per il ritardo, ero in vacanza ;)

Tornando a palla alla questione: non so quanto materiale "buono" avrebbero da vendere i Musei. Di monete ne hanno certamente a quintali, forse anche a tonnellate, ma una gran parte sono "ruzziche", monete provenienti dai vari scavi che hanno un grosso rilievo storico/archeologico (o hanno avuto o forse è meglio dire avrebbero avuto, se li avessero studiati e pubblicati) ma certamente poco appetite dai collezionisti.

Trovo invece che sarebbero apprezzate - e tanto - dai visitatori dei musei (ovvero dai non collezionisti) che sicuramente spenderebbero volentieri 20 o 30 € per una "pastiglia da freno" della biga dell'Imperatore (alias un sesterzio romano non propriamente FDC). Così si "farebbe cassa" e si avvicinerebbero alla numismatica tante persone (vuoi che almeno 1 su mille non inizierebbe una collezione sistematica ?)

Credo sarebbe una bella cosa; se si potesse votare direi SI', vuotiamo questi magazzini.

Non ritengo pertanto che questo punto sia tra quelli che hanno sempre impedito alle varie categorie/associazioni di operatori assumere una posizione comune riguardo alle note questioni legislative e di tutela. Come ho già espresso in altri interventi su questo forum la legge che abbiamo, per quanto perfettibile (e non poco) non è di per sè pessima e non è la causa dei nostri mali. E' l'assurda interpretazione della stessa che porta spesso a conseguenze disastrose: è mai possibile che si debbano ancora leggere certi articoli di giornale nei quali si imputa a chi si è visto sequestrare le monete il fatto di non averne fatto denuncia ? O che tali monete siano state sequestrate perchè beni dello Stato e quindi inalienabili ? A cosa serve allora il Codice dei Beni culturali, per quanto riguarda il paragrafo sul commercio ?

Forse (meglio bisbigliarlo, per scaramanzia) le cose stanno cambiando (parlo di "immobilismo" da parte delle Associazioni): sperèm....

Modificato da Alberto Varesi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RobertoRomano

Anche se il materiale museale non esposto(di seconda-terza scelta) venisse messo in vendita,vi immaginate un modo TRASPARENTE nel quale questa cosa potrebbe realizzarsi?Boh!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×