Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
andreaebasta

Sono Curioso: Cosa si fumavano i romani???

E' una cosa che mi sono sempre chiesto, da quando da piccolissimo entrai per la prima volta in un museo e vidi le pipe romane.

Siccome il tabacco viene dal continente americano, i romani non potevano conoscerlo (fino a prova contraria).

Insomma di cosa si facevano i nostri Avi??? :lol: :lol: :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che sia meglio non approfondire ?

:lol: :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao :)

Erbe medicinali (ad esempio la farfara secondo Plinio) e/o aromatiche (ad esempio l'origano secondo Plutarco).

Vero che l'antica Roma è la mia passione ma...non toccatemi l'Antico Toscano :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che sia meglio non approfondire ?

:lol: :lol:

Come, no? Qualcosa ce la dovevano pur mettere in quelle pipette?!?! ad esempio la salvia, l'erba cipollina, l'origano.... :lol: :lol: :lol:

no, seriamente: fatemi sapere! sono veramente curioso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

ma davvero? Io dicevo per scherzare l'origano e quelli veramente se lo fumavano????

:huh: :huh: :huh: :huh:

Ma no...... non è possibile.......

la puzza di origano bruciato è..........è.......(sniff, sniff)......

.........beh ineffetti è interessante.............

:blink: :blink: :blink: mammamia commè stoooooo..........me sento.....me sento......ROMANO :lol: :lol: :lol:

Modificato da andreaebasta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

no, adesso basta battute, giuro.

Seriamente: a quello che so si tratterebbe di un tipo di reperti abbastanza comune, quindi possiamo dire che il vizio del fumo nell'antica roma era abbastanza diffuso, o sbaglio?

Dunque doveva comunque trattarsi di erbe che portassero ad una sorta di assuefazione; non mi sembra che l'origano abbia certe proprietà, che invece mi pare avesse la salvia (ma qui ci vorrebbe un esperto),

qualcuno conosce altre erbe fumabili, che creassero dipendenza, presenti in europa, all'epoca dei romani?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Sto leggendo e vedo che era uso fumare lo........lo........

mammamia... lo Stramonio?!?!

I romani erano proprio dei tossici!!!

Lo stramonio è una pianta altamente velenosa a causa dell'elevata concentrazione di alcaloidi.

Chiamata anche erba del diavolo, erba delle streghe, in riferimento proprio alle sue proprietà narcotiche, sedative ed allucinogene.

Lo stramonio ha tra gli effetti collaterali la dipendenza, e venne usata anche sotto forma di sigarette fino ad inizio '900, a scopi medici per alleviare i sintomi della malattie bronchiali. Peccato che avessero un piccolo effetto collaterale: bloccavano la muscolatura delle vie respiratorie (bazzecole)...

Hai capito i romani???

Modificato da andreaebasta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Noi da ragazzini fumavamo (di nascvosto) i rametti secchi della vitalba, che essendo bucati al centro permettono la fuoriuscita del fumo. Ricordo che il sapore era molto forte. So per certo che anche i nostri vecchi, da giovani, prima della diffusione del tabacco, fumassero la vitalba. Non mi stupirei che questa "cattiva abitudine" fosse di molto precedente, magari addirittura risaòente all'antica Roma. :wub:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Noi da ragazzini fumavamo (di nascvosto) i rametti secchi della vitalba, che essendo bucati al centro permettono la fuoriuscita del fumo. Ricordo che il sapore era molto forte. So per certo che anche i nostri vecchi, da giovani, prima della diffusione del tabacco, fumassero la vitalba. Non mi stupirei che questa "cattiva abitudine" fosse di molto precedente, magari addirittura risaòente all'antica Roma. :wub:

beh si anche la vitalba contiene alcaloidi, soprattutto nei rami più vecchi...ma non è orticante? Come facevate a metterla in bocca?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sto leggendo e vedo che era uso fumare lo........lo........

mammamia... lo Stramonio?!?!

I romani erano proprio dei tossici!!!

Lo stramonio è una pianta altamente velenosa a causa dell'elevata concentrazione di alcaloidi.

Chiamata anche erba del diavolo, erba delle streghe, in riferimento proprio alle sue proprietà narcotiche, sedative ed allucinogene.

Lo stramonio ha tra gli effetti collaterali la dipendenza, e venne usata anche sotto forma di sigarette fino ad inizio '900, a scopi medici per alleviare i sintomi della malattie bronchiali. Peccato che avessero un piccolo effetto collaterale: bloccavano la muscolatura delle vie respiratorie (bazzecole)...

Hai capito i romani???

proprio masochisti!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Noi da ragazzini fumavamo (di nascvosto) i rametti secchi della vitalba, che essendo bucati al centro permettono la fuoriuscita del fumo. Ricordo che il sapore era molto forte. So per certo che anche i nostri vecchi, da giovani, prima della diffusione del tabacco, fumassero la vitalba. Non mi stupirei che questa "cattiva abitudine" fosse di molto precedente, magari addirittura risaòente all'antica Roma. :wub:

beh si anche la vitalba contiene alcaloidi, soprattutto nei rami più vecchi...ma non è orticante? Come facevate a metterla in bocca?

Non è una pianta urticante. Ha solo la corteccia un po' ruvida, ma facile da togliere. Poi noi eravamo "determinati"! Dev'essere ad ogni modo grazie a queste esperienze giovanili, visto che da adulto ho sempre mantenuto un sano rifiuto del fumo. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I romani conoscevano la pipa, ma ben altri popoli la conoscevano prima di loro come gli egizi 1900 a.c. o i cinesi nel 2500 a.c.

Cosa si fumavano? Beh un po di tutto come già detto erbe mediche in generale ma in particolare la Cannabis.

Nel “L’erbario dell’ imperatore Shen Nung” datato 2700 a.c. si trova la prima descrizione di detta erba.La cultura cinese si interesso principalmente delle potenzialità curative … tralasciando quelli che erano i risultati secondari causati dall’ assunzione della stessa. Principalmente veniva usata per curare sotto forma di bevanda patologie dolorose interne , mentre sotto forma di fumo per la cura del mal di denti di pustole o lacerazioni al cavo orale. Le ripetute migrazioni delle popolazioni nomadi dell’ Asia ne favorirono la diffusione nel mediterraneo , nel medio oriente e nell’ Europa occidentale Alcune fonti ne hanno fatto risalire l’uso in Grecia già nell’ 800 a.c. Nell’ Europa centrale, ancor prima dell’ espansione dell’ Impero Romano, la cannabis era già coltivata ed usata nelle isole britanniche dalle tribù dei Celti e dei Pitti (III- IV sec a.c.) Anche Plinio il Vecchio nella Naturalis Historia menziona le proprietà terapeutiche dell’ erba , ulteriori riferimenti si possono pure trovare in Antica Juliana del medico Nerone Discoprite. In Europa l’uso prosegui lecitamente sino al 1484 quando una bolla Papale ne vieto l’uso ai fedeli. ………….il resto è storia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Cosa si fumavano? Beh un po di tutto come già detto erbe mediche in generale ma in particolare la Cannabis.

Ecco, c'era da immaginarselo!

E così, abbiamo sistemato Pericle (ma penserei piuttosto ad Alcibiade, visto il tipo), i patres conscripti, le austere virtù degli avi...

Però, anche i nostri grandi poeti...

Da indi in qua mi piace

questa erba sì, ch'altrove non ho pace.

-----

gittaimi stanco sovra l'erba un giorno

----

benché di sí bel fior sia indegna l'erba.

----

e co 'l terzo bevete un suco d'erba

che purghe ogni pensier che 'l cor afflige,

----

Qualunque erba o fior colgo

(Petrarca)

---------

vinto dal sonno, in su l'erba inchinai

----

l'aura di maggio movesi e olezza,

tutta impregnata da l'erba e da' fiori;

----

Nel suo aspetto tal dentro mi fei,

qual si fé Glauco nel gustar de l'erba

----

ambo le mani in su l'erbetta sparte

soavemente 'l mio maestro pose:

(Dante)

:D :D :D :D :D

P.S. un particolare ringraziamento a krison per la citazione carducciana che celebra la mia città natale (che non è Trieste..)

Modificato da okt

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

P.S. un particolare ringraziamento a krison per la citazione carducciana che celebra la mia città natale (che non è Trieste..)

Grazie a te conterraneo .....riamane Muggia Pola o Koper ....quale delle 3?

Modificato da krison

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

P.S. un particolare ringraziamento a krison per la citazione carducciana che celebra la mia città natale (che non è Trieste..)

Grazie a te conterraneo .....riamane Muggia Pola o Koper ....quale delle 3?

Se hai scritto Koper dovevi anche scrivere Pula! :D

Comunque la terza, che, sembra, ha auto diversi nomi: Aegida, Capris, Justinopolis (da Giustino II se non erro), Capo d'Istria, Capodistria.

Ricca di storia, di uomini illustri (non io, non io, ahimé!), di monumenti, di opere d'arte, di sotterranei in parte ancora inesplorati...

Quando vi sono nato si chiamava appunto Capodistria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Scrivendo Pola mi è venuta in mente mia nonna che rabbrividiva a sentirla chiamare Pula e cosi in suo ricordo ne ho scritto l'ormai antico nome . Scusa per la "tua" Capodistria anchessa un giorno "terra nostra"

... e qui il Carducci ci va a pennello......

Modificato da krison

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

l'erba pipa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

l'erba pipa

Cos'è l'erba pipa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?