Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Silvio48

Moneta? tedesca.

Tempo fa ho trovato questa moneta?, che probabilmente è stata trasformata in un ciondolo (buco). E' di alluminio ed ha un diametro di 17 mm.

Sul fronte si legge (con lente) DEUTSCHES REICH, si vede l'aquila che sormonta una svastica e sotto la svastica l'anno 1942.

Sul retro, che risulta piatto sono state incise ...due lettere o una lettera e un numero?

E' possibile identificarla?

Grazie e saluti a tutti.

Silvio

post-4713-1251914132_thumb.jpg

post-4713-1251914310_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sembrerebbe proprio 1 Reichspfennig, però mi pare che il metallo sia alluminio, ma posso sbagliare. Che dite del retro che riporta due lettere, non di conio, ma incise e non malamente?

Grazie per le informazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sembrerebbe proprio 1 Reichspfennig, però mi pare che il metallo sia alluminio, ma posso sbagliare. Che dite del retro che riporta due lettere, non di conio, ma incise e non malamente?

Grazie per le informazioni.

Fino al 1940 la moneta era coniata in bronzo, poi per la guerra, sempre dal 1940 venne coniata in zinco, un metallo più povero rispetto al bronzo.

Dal colore (e dal fatto che tu leggi 1942) la moneta è sicuramente in zinco.

Riguardo le due impronte sovraimpresse al rovescio non so che dirti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente è come mi dite.

Grazie per le spiegazioni.

Ciao,

Silvio :D :D :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Mirko,

sì, al rovescio mi sembra che siano state incise due lettere, forse è stata "personalizzata" da chi l'ha trasformata in ciondolo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter
Grazie Mirko,

sì, al rovescio mi sembra che siano state incise due lettere, forse è stata "personalizzata" da chi l'ha trasformata in ciondolo?

Questa moneta, come quella per la Moravia indicata da Mirko, era realizzata in un metallo "vile" , poco idoneo allo scopo. Tuttavia non è comune vedere una erosione così profonda, come quella che la moneta presenta al verso. Per caso, viene da una spiaggia?

Sulle due lettere incise, le solite ipotesi. Nel tempo ne ho messe assieme una decina, su cui qualcuno si è divertito ad incidere qualcosa....la tua ipotesi è fra le probabili. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Sul fatto che la moneta sia quella non ci sono dubbi; anche io credo sia stata (per così dire) "personalizzata"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa moneta, come quella per la Moravia indicata da Mirko, era realizzata in un metallo "vile" , poco idoneo allo scopo. Tuttavia non è comune vedere una erosione così profonda, come quella che la moneta presenta al verso. Per caso, viene da una spiaggia?

Sulle due lettere incise, le solite ipotesi. Nel tempo ne ho messe assieme una decina, su cui qualcuno si è divertito ad incidere qualcosa....la tua ipotesi è fra le probabili.

Per quanto riguarda l'incisione, sono convinto si tratti di una "personalizzazione", rimane da vedere che lettere sono state incise. Personalmente non sono in grado di capire qual'è il sopra ed il sotto di queste due lettere. Ribadisco che sono convinto non siano state incise con una punta qualunque, ma con un attrezzo dedicato.

La moneta non è stata trovata su di una spiaggia, al contrario ...nel volterrano in un bosco dove hanno stazionato prima i tedeschi e poi gli americani.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Se le due incisioni sono speculari alla figura dell'acqua, forse possono essere leggibili com "g 3", tu certo puoi vederle meglio.

La necrotizzazione della moneta nella parte dove figurano le incisioni mi ha fatto pensare alle abrasioni che possono avvenire su una spiaggia ; ho visto più volte sulla costa del medio Adriatico piccoli reperti bellici portati a riva (frammenti di alluminio, parti di nastro da mitragliera di ferro) : il mare, unito allo strusciare su sabbia o ghiaia, può produrre abrasioni simili. Ma, evidentemente, non è il solo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hai ragione, le due lettere si possono leggere come "g3", cosa potranno mai significare? Credo sarà impossibile venire a capo di questo piccolo rebus.

Hai notato che la parte dove sono state incise le lettere è stata preventivamente abrasa (appiattita), cancellando le scritte ed il bordo in rilievo? Ed il foro non è stato fatto tenendo conto della simmetria dell'immagine, ma a caso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter
Potrebbe anche essere un Reichspfennig in zinco per la Moravia.

http://www.muenzauktion.info/auction/uploa...76871745042.jpg

Al rovescio sembrano due lettere incise.

Ma nel 1942, nel protetorato di Boemia-Moravia si utilizzavano corone e haleru con la dicitura di Boemia-Moravia; non c'era l'aquila tedesca, bensì il leone rampante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter
Hai ragione, le due lettere si possono leggere come "g3", cosa potranno mai significare? Credo sarà impossibile venire a capo di questo piccolo rebus.

Hai notato che la parte dove sono state incise le lettere è stata preventivamente abrasa (appiattita), cancellando le scritte ed il bordo in rilievo? Ed il foro non è stato fatto tenendo conto della simmetria dell'immagine, ma a caso.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Una eventuale abrasione manuale, facile ad eseguirsi su un metallo tenero, non spiega i tanti "buchi" al verso della moneta : mi resta la curiosità di sapere a cosa sia dovuta.

Il foro : lo spazio per praticarlo in capo all'aquila direi ci fosse.

A meno che il dischetto non sia stato usato come gettone, e in tal caso il buco veniva usato per infilarlo assieme ad altri su una sorta di lungo chiodo, come avveniva abitualmente per quelli usati nei depositi di biciclette (e, in tal caso, non avrebbe avuto alcuna importanza l'ubicazione del foro).

Ove si trattasse di un gettone artigianale, le due lettere o quello che sono troverebbero un riscontro pratico.

Peccato che questa ipotesi non tenga affatto, visto che l'oggetto lo hai trovato non in fondo ad un cassetto o su un banco di cianfrusaglie, ma là dove probabilmente aveva terminato il suo iter.

In tal caso è assai più probabile che un soldato abbia tramutato la monetina in condolo; quanto alle due lettere....solo lui ne conosceva il significato.

Praticare un foro in una moneta e usarla come ciondolo, amuleto, o ornamento (specialmente quelle realizzate in oro o argento) è un uso diffuso che attraversa tempi e popoli diversi, ve ne sono infiniti esempi).

Conservalo ! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter
Hai ragione, le due lettere si possono leggere come "g3", cosa potranno mai significare? Credo sarà impossibile venire a capo di questo piccolo rebus.

Hai notato che la parte dove sono state incise le lettere è stata preventivamente abrasa (appiattita), cancellando le scritte ed il bordo in rilievo? Ed il foro non è stato fatto tenendo conto della simmetria dell'immagine, ma a caso.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Una eventuale abrasione manuale, facile ad eseguirsi su un metallo tenero, non spiega i tanti "buchi" al verso della moneta : mi resta la curiosità di sapere a cosa sia dovuta.

Il foro : lo spazio per praticarlo in capo all'aquila direi ci fosse.

A meno che il dischetto non sia stato usato come gettone, e in tal caso il buco veniva usato per infilarlo assieme ad altri su una sorta di lungo chiodo, come avveniva abitualmente per quelli usati nei depositi di biciclette (e, in tal caso, non avrebbe avuto alcuna importanza l'ubicazione del foro).

Ove si trattasse di un gettone artigianale, le due lettere o quello che sono troverebbero un riscontro pratico.

Peccato che questa ipotesi non tenga affatto, visto che l'oggetto lo hai trovato non in fondo ad un cassetto o su un banco di cianfrusaglie, ma là dove probabilmente aveva terminato il suo iter.

In tal caso è assai più probabile che un soldato abbia tramutato la monetina in condolo; quanto alle due lettere....solo lui ne conosceva il significato.

Praticare un foro in una moneta e usarla come ciondolo, amuleto, o ornamento (specialmente quelle realizzate in oro o argento) è un uso diffuso che attraversa tempi e popoli diversi, ve ne sono infiniti esempi).

Conservalo ! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che la corrosione sia dovuta al terreno in cui era sepolta. Sul retro la corrosione si nota di più perchè la superfice è piatta.

La custodisco gelosamente perchè parte di tanti oggetti ritrovati che testimoniano un periodo storico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?