Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
ZuoloNomisma

Regalo di Natale

Risposte migliori

ZuoloNomisma

Ciao a tutti, volevo presentarvi il mio regalo di Natale (ovviamente autofinanziato!)

Clemente XII (1730-1740), Testone. Munt 50

D/ Stemma trilobato in cornice, chiavi con cordoni e fiocchi CLEMENS . XII - PONT . M . AN . V

R/ URBE // NOBILITATA // MDCCXXXV in cartella a volute chiusa in basso da armetta Mons. Casoni, presidente di zecca

50295332.th.jpg

Alessandro VII (1655-1667), Testone. Munt 8

D/ Stemma Chigi a targa sagomata, chiavi sciolte ALEX . VII . - . PONT . MAX .

R/ Destrocherio, uscente da nubi, regge una bilancia NEC CITRA NEC VLTRA in basso stemma Martelli e Ubertini, zecchieri

98250541.th.jpg

Sede Vacante 1559, Testone. Munt 2

D/ Stemma Sforza di San Fiora (Card. Guido Ascanio, camerlengo) . SEDE . VAC - ANTE . 1559 .

R/ Il santo in trono . S . PETRVS - APOSTOLVS - all'esergo RO - MA ai lati del segno di zecca di Girolamo Ceuli, zecchiere

29146365.th.jpg

Come sempre, Vostre impressioni, commenti e pareri sono ben accetti.

Ciao

Michele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Complimenti per il Clemente XII Urbe Nobilitata, è ben vero non si tratti di una moneta di grande rarità, ma difficilmente si trova in notevole conservazione, son omonete che hanno circolato molto.

Si decisamente mi piace !!

Le altre due non le ho ancora aperte, troppo curioso per il testone di Clemente XII, la mai passione !.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sixtus78

magnifiche davvero ! in particolare il testone di S.V. e quello di papa chigi ( e' proprio quello che manca a me perche' ho 3 varianti su 4 !..... ). x quello del 1559 con una conservazione cosi' alta penso sia difficile trovarlo + bello, se decidi di venderle chiamami ! ( scherzo perche' di monete cosi' non ce se ne libera tanto presto vero? ...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Tre bellissime monete, un super-regalo di Natale direi...:P

Concordo con sixtus78 che il più "inusuale" come conservazione sia il testone della S.V. 1559, un diritto pressochè perfetto, difficile trovare uno stemma così ben definito, e solo un minimo salto di conio al rovescio, che comunque non pregiudica la godibilità della moneta.

Nemmeno a farlo apposta mi mancano tutte e tre, per cui complimenti, con un pizzico di sana invidia ;)

Ciao, RCAMIL.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

brozzi

tantissimi complimenti, soprattutto per il testone della S.V., davvero in conservazione eccezionale.. non ne ho mai visti di così belli..

la moneta di Clemente XII è anch'essa in conservazione fuori dalla media ed il testone di papa Chigi ha un grande fascino. ti sei fatto davvero un regalo coi fiocchi!!

ragazzi, approfitto per fare a tutti gli auguri di buon anno!!

ciao, brozzi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piakos

Ottimi acquisti.

Complimenti e tantissimi auguri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

latino

tutte belle monete complimenti!!!!!!!!!!!!!

saluti Latino ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

attila650

Che belle! complimenti vivissimi per questo regalo di natale.

Il testone di Alessandro VII è davvero superlativo per conservazione e qualità di conio.

Ne approfitto per fare gli auguri a tutti :rolleyes:

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ZuoloNomisma

Grazie a tutti per i vostri apprezzamenti. Volevo chiedervi un'informazione: relativamente alla descrizione del taglio del testone di Clemente XII, che non è liscio, come si può descrivere: "fogliette in rilievo"? E' un'infomazione questa che su fonti ufficiali non sono riuscito a reperire.

Michele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Il Muntoni riporta "taglio a fogliette", come nota al primo testone illustrato (M.22), dando per scontato che valga anche per i successivi tipi, ma se questo è giusto dal punto di vista metrologico (tutti i testoni di papa Clemente XII sono stati coniati successivamente alla riforma monetaria del 1733), non è detto che lo sia in assoluto dato che la lavorazione del contorno, contro la tosatura, venne stabilita con chirografo del maggio 1734, che in teoria entrava in vigore solo con l'inserimento negli atti di un notaio camerale, avvenuta solo il 9 settembre 1735.

Il Muntoni nella nota a pag 168 del vol.III riporta che i testoni con A.IV-1733 (M.34-38) sono coniati prima della riforma ma con peso uguale a quelli post-riforma (8,406 grammi), è più plausibile che i conii fossero già pronti ed utilizzati in seguito alla riforma, dato che non avrebbe avuto senso coniare monete con una metrologia non ancora in vigore.

A maggior ragione tale ipotesi è valida se si considera che anche questi testoni presentano il contorno lavorato, testimonianza del fatto che non si attese l'ufficializzazione del settembre 1735.

Personalmente non ho mai visto testoni di Clemente XII privi della lavorazione sul contorno, pertanto seppure con qualche contraddizione il Muntoni non sbaglia :rolleyes:.

Note più approfondite sono presenti nel volume "Moneta Pontificia", di Silvana Balbi De Caro e Luigi Londei, dove è riportata anche la dicitura presente sul chirografo del 1734 per descrivere il nuovo contorno:

"giro, o sij orlo che le contorni nella costa e questo a festone o vero a cordoncino"

curioso che furono i fratelli Hamerani (Ermenegildo ed Ottone) nella loro officina privata ad eseguire questa lavorazione sia per le monete da essi stessi coniate (fino al 1738 la loro officina funzionerà come zecca ausiliaria di quella centrale), sia per le monete coniate dalla zecca Vaticana. Era quindi una operazione manuale post-coniazione, alla quale alcuni pezzi potrebbero essere sfuggiti...;)

Allego le foto dei contorni lavorati di un giulio (cordonato):

post-35-1262535353,03_thumb.jpg

di un testone (a fogliette):

post-35-1262535365,99_thumb.jpg

e di una mezza piastra (a fogliette):

post-35-1262535379,91_thumb.jpg

Ciao, RCAMIL.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ZuoloNomisma

Grazie Roberto, preciso come al solito! Tra l'altro mi hai fornito alcune informazioni delle quali non ero ancora a conoscenza ;)

Ciao

Michele

Ps: il libro della Balbi de Caro - Londei è nella lista "prossimi acquisti" B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×