Jump to content
IGNORED

Curiosità


eg1979
 Share

Recommended Posts

monete di età monarchica in che senso?
da quel che la storia mi ha insegnato esistono monete Repubblicane, ossia risalenti al periodo nel quale Roma non era ancora una Monarchia, sono ruderi che dapprima rappresentavano conchiglie, spighe di grano, soltanto con la riforma di Augusto la monetazione diverrà quella che noi collezioniamo oggi, avrai visto senz'altro monete repubblicane, con il volto di Giano Bifronte, la quale era molto evoluta rispetto alle prime, e delle prime da quanto ho appreso su questo forum esistevano dei [i]ruderi [/i]fatti di metalli come il bronzo, si che non erano vere e proprie monete, 1k di bronzo per del grano, era una transizione tra moneta e bene (scambio), se poi vogliamo tornare ancora un passettino indietro, le monete erano conchiglie, o sassi lavorati
però parlare di Roma come una Monarchia mi sembra difficile, dato che ogni Imperatore era proclamato tale per volontà degli Dei, e non era un vero e prorio Re, aveva poteri divini
Link to comment
Share on other sites


[quote name='eg1979' date='21 ottobre 2005, 15:59']Quale è la moneta romana più antica? (tipo, esistono monete di era monarchica?)
[right][snapback]61001[/snapback][/right]
[/quote]


Ci sarebbe da fare un trattato.


All'inizio fu 'Aes rude' : pezzi di rame di forma qualsiasi. Il loro valore veniva stimato pesandolo.

'Aes signatum' : su forme + o - regolari vennero impresse sigle e simboli che in qualche modo ne certificassero il peso.

Durante la I Guerra punica apparve la prima moneta veramente romana, anzi romano-campana, in quanto usava standard ponderali ancora greci. Vennero battute intorno a Capua, erano d'argento e portavano la prima legenda 'Romaion' incusa.

Poi apparve il quadrigato ed i denarii anonimi. Infine le monete familiari romane.

Seguira' il periodo imperatoriale delle guerre civili iniziate da Cesare e terminate da Ottaviano.

Con Augusto si entra nella monetazione imperiale.
Link to comment
Share on other sites


[quote name='eg1979' date='21 ottobre 2005, 16:52']grazie del chiarimento :)
[right][snapback]61024[/snapback][/right]
[/quote]


Un passo di Tito Livio cita che fu uno dei re (Servio Tullio o Tarquinio Prisco) che

'primum signavit aes' ............... da cui Aes signatum (Rame contrassegnato).
Link to comment
Share on other sites


Saluti a tutti
Volevo dire, con tutte le belle monete che giravono intorno a Roma, secondo voi, i re di Roma, andavono a giro comprando merce e spezzetando quelle barrette di bronzo? Io penso che loro adoperavono già la monetazione degli altri popoli che gli stavono attorno, in particolare quella etrusca. Cosa ne pensate ?
Ciao.
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.