Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Attila

Metodo per pulire le monete d'argento

Risposte migliori

Attila
Spinto da insana curiosità ad effettuare ricerche strampalate su google, ho trovato su un forum inglese un'informazione alquanto anomala su come si possono pulire le monete d'argento...
Io ve la passo pari pari, poi scegliete voi se riderci sopra o meno ;)

... rullo di tamburi ...

Immergete la vostra monetozza nel ketchup e strofinate dolcemente... :blink:

... ok, ok, potete smettere di ridere... B)

La cosa potrebbe comunque aver una parvenza di verità considerato che il ketchup contiene sale e una piccola parte di acido acetico dovuta alla fermentazione ;)
Chi vuole provare?

Ciao
Attila

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Attila
Aggiungo qui senza creare altri threads...

Sempre a zonzo per la rete, c'è un tipo che pulisce le monete romane di scarso valore arroventandole prima e gettandole nell'acqua fredda poi... :o
Lui asserisce che le incrostazioni si separano così facilmente :huh:

Un utente, incuriosito dal metodo, ha provato a sperimentarlo su una moneta da cinque centesimi d'euro, con il risultato che, dopo poche 'applicazioni' del suddetto metodo, si è trovato in mano solo l'anima di acciaio... Che dire... Meglio del prodotto contro il calcare ;)

Ciao
Attila

PS: NON MI PRENDO RESPONSABILITA' DI SORTA PER CHI PROVA I METODI PRECEDENTEMENTE DESCRITTI

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciccio 86
Beh, quello del ketchup può funzionare, perchè io so che le monete d'argento possono essere pulite con pomodoro... Il perchè non lo os però, ne se è efficace...
Ciccio 86

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko
Il pomodoro è parecchio acido. Da [b]non[/b] provare sul ripiano in marmo della nonna o sulle scale di casa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Reboldi
credo che la soluzione del passato di pomodoro con un pò di aceto sia molto meglio del kechup, nel quale finiscono altre cose, come magari conservanti (che farebbero molto bene alla moneta) no dai scherzo, e comunque sia ritengo che il passato di pomodoro con un pò di aceto, sia meglio del limone, che rimarrebbe troppo acido e del kechtupsha o come si scrive
ciao :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cecco
Quello che arroventa le monete romane mi sa che ne ha rovinate parecchie, infatti se lo fa con quelle di bronzo avra il risultato che lo stagno presente nella lega si scioglierà e la moneta diverrà una massa informe.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

toto
In linea di principio, quello di utilizzare lo stress termico per accelerare la pulizia non è un'idea sbagliata. Il difficile è miurare la temperatura da dare al metallo prima di gettarlo in acqua demineralizzata.
Con i filtrini delle macchinette moka funziona alla grande. Tutti i minuscol granelli di caffé che ostruiscono il filtrino (quello tenuto attaccato alla parte superiore della moka dalla guarnizion in lattice) schizzano via e il filtrino torna come nuovo. Non mi meraviglia che arroventando a morte i centesimi di euro e ripetendo più volte la procedura si possa arrivare a pulirli dello strato superficiale di rame. Ma le monete romane non erano ricoperte, o no?...
Saluti,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

toto
[quote name='Cecco' date='27 ottobre 2005, 10:53']Quello che arroventa le monete romane mi sa che ne ha rovinate parecchie, infatti se lo fa con quelle di bronzo avra il risultato che lo stagno presente nella lega si scioglierà e la moneta diverrà una massa informe.
[right][snapback]63098[/snapback][/right]
[/quote]
La temperatura di fusione di una lega è diversa (anche molto molto diversa) da quella dei singoli componenti. Ciò non toglie che sono d'accordo, ma per evitare uno stress meccanico troppo forte, più che per evitare una fusone del bronzo (alla Benvenuto Cellini...) alla temperatura di 1180°C che implicherebbe un bell'impegno... (anche se, poiché ci riusciva anche qualche uomo preistorico non è da escludere che ci possa iuscire qualche collezionista distratto...).
Salutissimi,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Leo1083
A me avevano detto che per far sparire l'ossidazione verdastra dall'argento ci voleva il succo di limone, va bene o è dannoso?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovenaledavetralla
Io direi di provare prima di tutto una pulizia manuale e se non serve a niente passare ad altri metodi.
Con le monete è sempre meglio andare per gradi.
Un mio amico aveva provato di tutto ma non riusciva a pulire un sesterzio molto incrostato di Faustina, avendo un'officina lo ha messo in mezzo alla morsa ed ha iniziato a girare, ad un certo punto a sentito un "cric" ha aperto la morse e le incrostazione erano saltate lasciando la moneta perfetta (io francamente gli ho detto che ha avuto molto c... (fortuna) ma volendo anche questo è un metodo di pulizia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo
Il succo di limone (diluito!) può dare buoni risultati per lo sporco sull'argento ma va tenuto costantemente d'occhio perchè basta qualche secondo di troppo e la moneta comincia a perdere la patina e a sbiancare (esperienza personale <_< )

PS. per Giovenale: questo tuo amico si chiama forse Giancarlo? ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cecco
[quote name='toto' date='27 ottobre 2005, 11:08'][quote name='Cecco' date='27 ottobre 2005, 10:53']Quello che arroventa le monete romane mi sa che ne ha rovinate parecchie, infatti se lo fa con quelle di bronzo avra il risultato che lo stagno presente nella lega si scioglierà e la moneta diverrà una massa informe.
[right][snapback]63098[/snapback][/right]
[/quote]
La temperatura di fusione di una lega è diversa (anche molto molto diversa) da quella dei singoli componenti. Ciò non toglie che sono d'accordo, ma per evitare uno stress meccanico troppo forte, più che per evitare una fusone del bronzo (alla Benvenuto Cellini...) alla temperatura di 1180°C che implicherebbe un bell'impegno... (anche se, poiché ci riusciva anche qualche uomo preistorico non è da escludere che ci possa iuscire qualche collezionista distratto...).
Salutissimi,
[right][snapback]63118[/snapback][/right]
[/quote]

Quello che ho detto non deriva da conoscenze teoriche ma pratiche.
Molti anni fa provai con un asse romano quasi illegibile, lo misi sulla piastra elettrica della cucina, dopo poco tempo sulla superficie della moneta cominciarono a formarsi delle gocce di stagno lucente, quindi deduco che lo stagno presente nella lega fonda alla sua temperatura o poco più.Forse il tuo discorso vale per altri tipi di lega.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim
<_< Pomodoro, ketchup, sale, aceto, caffè, limone, olio, mi sa che pulire le monete è cosa da fare a pranzo o a cena magari davanti ad un buon bicchiere di vino :P , sarà abbastanza acido da sciogliere i nostri dubbi? :D
buonappetito
SERGIO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cecco
Capperi!!!!!Nel vino non avevo mai provato.......però!!!!! :D :D :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×