Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
max-bg

Scambio monete medioevali

Risposte migliori

max-bg
Ciao a tutti,
per quanto si scambiono sempre monete moderne :P , io cerco qualcuno interessato ad uno scambio di monete antiche...

Ho doppie le seguenti monete:[list]
[*][b]Torbesello da 12 soldi - Marc'antonio Giustinian (1684-1688)[/b]
[*][b]Sesino - Girolamo Priuli (1559-1567)[/b]
[/list]
e sarei ben lieto discambiarle con atri pezzi simili sempre di Zecche Italiane.
La conservazione è da studio...ho anche delle scansioni delle immagini, ma per motivi di dimensioni non sono riuscito ad allegarle: scrivetemi [email=max.carrara@email.it]max.carrara@email.it[/email] e ve le spedisco x posta

A presto
Max

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

max-bg
Ciao a tutti,
eccovi una serie di risposte alle vostre domande....

1) per Elisa: si potrebbe fare uno scambio euro/euro se ti interesa... se vuoi mandami la tua lista x email o mandami la tua mail che ti mando le mie liste delle doppie....
uno scambio euro/medievali sarebbe un po complesso da definire....

2) per Mirko: non so perchè ci sia 'una croce pisana'... questi sono sesini veneziani del 'vecchio tipo', molti dogi ne hanno fatto di simili... poi c'è anche il 'sesino nuovo' che è simile ma presenta una croce differente...

FORSE (ma è solo una mia ipotesi) c'è la 'croce pisana' per qualche motivo connesso con la rivalità con l'atra grande repubblica marinara... ma è solo un ipotesi....

3)per Giovenaledavetralla: Circa il loro valore....
a parte prezzi a volte veramente assurdi che si vedono su ebay (dove per simili monete c'è gente che chiede anche 50/100euro..ma che poi rimangono ovvimanete invendute..)...
il loro valore non è molto elevato: il sesino è circa sui 15/20euro (questo è il prezzo per una moneta simile a quest conservazione..) mentre il soldo è sui 10euro...
magari si possono troare anche a meno (o a di piu :P ) a seconda della conservazione...
sono monete piuttosto 'comuni' per quanto la parolacomune si possa applicare a monete di quest'età... le tirature non raggiungevano di certo quelle moderne :D ...

un saluto a tutti, contattatemi se avete ancora delle domande..
a presto
max

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Elisa Euro
[quote name='max-bg' date='29 novembre 2005, 09:14']Ciao a tutti,
eccovi una serie di risposte alle vostre domande....

1) per Elisa: si potrebbe fare uno scambio euro/euro se ti interesa... se vuoi mandami la tua lista x email o mandami la tua mail che ti mando le mie liste delle doppie....
uno scambio euro/medievali sarebbe un po complesso da definire....

[right][snapback]73720[/snapback][/right]
[/quote]

Ciao non mi servono gli euro, è che se volessi scambiarle non ho medievali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim
[quote name='Mirko' date='28 novembre 2005, 17:53']Come mai una di esse mostra la Croce Pisana?
[right][snapback]73578[/snapback][/right]
[/quote]

X Mirko e Max-bg, quel sesino non potrebbe essere una contraffazione di qualche anonima consortile savoiarda? Il Bobba ne cita alcuni tipi con leone di S.
Marco e croce pisana, sarebbe interesante sapere la legenda delle 2 facce, io la foto sul mio pc la vedo quasi nera
Sergio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim
[quote name='max-bg' date='29 novembre 2005, 18:07']ecco le legende:
D:\ IEROLAMO PRIULI DVX
R:\ SANCTUS MARCUS VENETUS
[right][snapback]73879[/snapback][/right]
[/quote]

La legenda la identifica senz'altro come veneta, ma attenzione io non parlavo di monete false, ma contraffazioni contemporanee o quasi fatte in altri luoghi come ad esempio Frinco che imitò molte monete venete e le cui contraffazioni sono molto ricercate; cito dal libro di Bobba: "Le monete uscite dalla zecca di Frinco sono ora considerate di altissimo valore dai numismatici per la loro rarità.
Accanto a pezzi di ottima qualità e fattura, d'oro, d'argento, di mistura, di rame, uscirono, purtroppo, dalla zecca di Frinco molte contraffazioni di quanto veniva usato altrove.
già in lettere patenti del 13 maggio 1581 il Duca di Savoia proibiva il corso e transito per il Piemonte delle monete basse di Frinco, con minaccia di confisca e di multa di duecento scudi a chi ne portasse...",......"Le contraffazioni eseguite nella zecca di Frinco di monete italiane e straniere sono molte, ed è sufficiente la consultazione delle pagine del CNI dedicate alla zecca stessa per averne una precisa visione"
Da notare che la legenda cambiava in parte a seconda anche del tipo, per es. la contraffazione del sesino veneto di IV tipo in rame è così: D/ crocetta e SANCTUS MARIUS VENET; leone che tiene una mazzetta
al R/ rosetta e MARINUS GRIMANO DUX; croce pisana con globetti.
Perciò si tratta di monete autentiche ad imitazione di altre, per giunta molto ben valutate

saluti Sergio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

max-bg
si,
conosco le falsificazioni della zecca di frico... ma queste dovrebbero essere sesini veneziani.. però è sempre bene controllare...
ora non ho con me ne le monete ne catalogo.. ma sabato torno a casa e ci do un occhiata perchè il seme del dubbio si è insinuato...
grazie ed a presto
max

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

max-bg
Ciao a tutti,
in attesa di andare a consultare il catalogo... mi sono messo a soglair tra i file della raccolta di immagini che ho sul pc ed ho trovato una serie di sesini di diversi dogi...
e tutti riportano quella che assomiglia ad una 'croce pisana'...
ve li allego cosi potete dirmi che cosa n pensate...
Max

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Horben Tumblebelly
Lo può fare qualcuno dello staff o l'amministratore reficul.
Comunque credo che la rivalità tra Venezia e Pisa a quei tempi (XVI sec.) sia guà da considerarsi molto ridimensionata.
Ormai Venezia era la potenza più grande del Mediterraneo orientale e Pisa non poteva e non lo avrebbe fatto, in effetti, scalfire il potere lagunare.
Al massimo credo sia Genova che possa su per giù far un pò la voce grossa ma nemmeno più di tanto.
Credo onestamente che la croce pisana sia da rivedere in una luce diversa.Potrei anche sbagliarmi non essendo campi di mia competenza nè Venezia nè Pisa, però credo sia fondamentale basarsi su taluni requisiti storici.
Comunque sono curioso di sapere eventuali sviluppi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×