Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
luke_idk

Viva l'Italia

Risposte migliori

luke_idk
Supporter

05/05/1860 - 05/05/2010

Grazie e viva l'Italia

http://it.wikipedia.org/wiki/I_Mille

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

forza_italia

Viva l'Italia! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Saturno

E' curioso notare che la maggior parte dei partecipanti alla spedizione dei Mille, veniva dalla Lombardia, Liguria e Veneto...che ai nostri tempi sono le regioni dove la Lega Nord (anti-unitaria) pesca moltissimi voti.

La Storia a volte si diverte a sparigliare le carte in tavola.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Beh, in Liguria, giusto un pelino meno :D

Comunque, non è così strano a pensarci. Le spinte verso l'Unità sono nate al Nord; quelle separatiste pure (tralasciando un indipendentismo siciliano, un po' "pilotato").

I Savoia erano del Nord, il movimento repubblicano è nato a Nord.

Il fascismo è nato a Nord, l'antifascismo pure.

Non sono un sociologo, ma credo che tutto questo possa dipendere dallo sviluppo storico e istituzionale delle regioni italiane. Il Sud, una sua unità, l'aveva raggiunta da tempo. Il Nord era stato frammentato in comuni, signorie, staterelli, spesso in lotta fra loro. Il continuo incontro e scontro fra realtà diverse crea un fermento politico-filosofico, di natura diversa, rispetto ad altre realtà, che si traduce in slanci e spinte più organizzati, mediati, magari meno spontanei, ma più collettivi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MARCO B

Viva L'italia . . .

Un grazie a chi ha combatutto, un grazie a chi ha perso la vita per una linea immaginaria, per un sogno . . .

Grazie alla generazione di combattenti della mia famiglia che hanno sempre creduto nel tricolore . . . Viva L'italia

buona serata a tutti

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

ciao, la cospicua presenza di giovani lombardi è dovuta alla campagna di Garibaldi nel 1859. Nel link vedete che Garibaldi ha girato nel nord del nord e ha fatto molti proseliti, specie tra i giovani.

http://www.ilpostalista.it/sirotti/sirotti19.htm

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

atg

20573@fr10000013s.jpg

il prossimo 17 marzo 2011 sara' eccezionalmente festivo :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Viva L'italia . . .

Un grazie a chi ha combatutto, un grazie a chi ha perso la vita per una linea immaginaria, per un sogno . . .

Grazie alla generazione di combattenti della mia famiglia che hanno sempre creduto nel tricolore . . . Viva L'italia

buona serata a tutti

Marco

Anche tu hai qualche garibaldino, in famiglia?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Saturno

Il 17 Marzo dovrebbe essere sempre festivo, perché è la data in cui nasce il primo Stato unitario italiano voluto dal popolo italiano e non per volontà straniere.

E' il giorno in cui Re Vittorio Emanuele II assume il titolo di Re d'Italia, conferitogli dalla Camera e dal Senato di Torino, "per Grazia di Dio e Volontà della Nazione", caso unico nel panorama delle monarchie europee.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ramon_fonst

Avessero lasciato tutto com'era da millenni....bah. In ogni caso: W l'Italietta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nikko

Il 17 Marzo dovrebbe essere sempre festivo, perché è la data in cui nasce il primo Stato unitario italiano voluto dal popolo italiano e non per volontà straniere.

E' il giorno in cui Re Vittorio Emanuele II assume il titolo di Re d'Italia, conferitogli dalla Camera e dal Senato di Torino, "per Grazia di Dio e Volontà della Nazione", caso unico nel panorama delle monarchie europee.

Ecco cosa insegna la storia (lettere minuscola voluta) vista dalla parte dei vincitori...

Volontà del popolo italiano???? Ma per favore.....

L'unità d'italia non fu altro che il risultato dall'invasione, dell'occupazione e dell'annessione militare del fu Regno delle Due Sicilie..e conseguenti due secoli di sfruttamento...

Il 17 marzo dovrebbe essere un giorno di lutto..altro che festivo...

Modificato da Nikko
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Saturno

Spiacente che non ti senta italiano, ma l'Unità Nazionale è un fatto storico.

Duole vedere che a 150 anni di distanza ancora ci sono da fare gli Italiani.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ramossen

Spiacente che non ti senta italiano, ma l'Unità Nazionale è un fatto storico.

Duole vedere che a 150 anni di distanza ancora ci sono da fare gli Italiani.

"...... abbiamo fatto l'Italia ora dobbiamo fare gl'italiani....." sono passati 150 anni ma nonostante tutti quei poveri illusi che hanno dato la vita per gli ideali di unità e senso nazionale siamo ancora lontani dal poterli accomplire. Personalmente sono pessimista e credo che se non ci siamo riusciti finora neanche ci riusciremo mai, quando sento persone poi chiamate alle più alte cariche dello Stato sbeffeggiare ed oltraggiare il tricolore dove nel 1849 furono giustiziati dei patrioti che avevano consciamente dato la vita per una causa che già sapevano persa mi sento tanto depresso, depresso ed arrabbiato.

Viva l'Italia nonostante gl'italiani

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gufetto

Si può essere Italiani anche avendo una visione diversa della forma di Stato. C'è chi predilisce una confederazione, chi rimanere nell'Impero austro-ungarico...sembrano scritti da ucronia o anacronistici, ma anche io penso la forma di Stato attuale non sia quella giusta...basti vedere il mio avatar ;)

Saluti,

Giuseppe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nikko

Spiacente che non ti senta italiano, ma l'Unità Nazionale è un fatto storico.

Duole vedere che a 150 anni di distanza ancora ci sono da fare gli Italiani.

Cerchiamo di evitare di scadere nel personale....

Mi dite voi dove la vedete tutta questa Unità Nazionale?...al di la di quella territoriale...

Modificato da Nikko

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MARCO B

Viva L'italia . . .

Un grazie a chi ha combatutto, un grazie a chi ha perso la vita per una linea immaginaria, per un sogno . . .

Grazie alla generazione di combattenti della mia famiglia che hanno sempre creduto nel tricolore . . . Viva L'italia

buona serata a tutti

Marco

Anche tu hai qualche garibaldino, in famiglia?

SI =) ho più o meno tuttla famiglia che ha servito l'esercito!!! dal 1861 al 1945 in guerra c'era sempre qualcuno !!!

Saluti

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

SI =) ho più o meno tuttla famiglia che ha servito l'esercito!!! dal 1861 al 1945 in guerra c'era sempre qualcuno !!!

Purtroppo, dal 1861 al 1945 la norma era la guerra e non la pace... e non solo in Italia, anzi.

Modificato da luke_idk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Ognuno è libero di pensare quello che vuole, basta agire coerentemente. Io sono felice dell'Unità italiana e sarei, altrettanto, felice dell'Unità Europea dalle Azzorre a Vladivostok. Chi non è d'accordo può sempre aderire a qualche movimento separatista, sia settentrionale, sia altoatesino, sia sardo, sia meridionale o borbonico. A quanto pare, però la grande maggioranza degli italiani resta unitaria, magari critica, ma unitaria, dato che, a parte le lamentele contro la "conquista", il separatismo meridionalista mi sembra suscitare poche adesioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MARCO B

Ognuno è libero di pensare quello che vuole, basta agire coerentemente. Io sono felice dell'Unità italiana e sarei, altrettanto, felice dell'Unità Europea dalle Azzorre a Vladivostok. Chi non è d'accordo può sempre aderire a qualche movimento separatista, sia settentrionale, sia altoatesino, sia sardo, sia meridionale o borbonico. A quanto pare, però la grande maggioranza degli italiani resta unitaria, magari critica, ma unitaria, dato che, a parte le lamentele contro la "conquista", il separatismo meridionalista mi sembra suscitare poche adesioni.

Vivendo in Lombardia ti dico che il federalismo mi farebbe comodo. . . molto comodo . . .

Saluti

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nikko

dato che, a parte le lamentele contro la "conquista", il separatismo meridionalista mi sembra suscitare poche adesioni.

Se a scuola, sin dalle elementari, si insegna la storia dal punto di vista dei vincitori (gli industrializzati piemontesi che vanno "in aiuto" del povero ed arretrato meridione) e quindi si indottrinano le nuove leve in un erto senso, sfido che una coscienza critica si possa formare a partire dai più giovani.

Se a questo aggiungiamo la generale e notevole ignoranza che attanaglia la Nazione, lo credo bene che chi si lamenta sia, per usare un eufemismo, in netta minoranza..

Devi dire che ben più seguito, invece, ha il separatismo settentrionale ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Devi dire che ben più seguito, invece, ha il separatismo settentrionale ;)

Allora, più che ignoranza, potrebbe essere, esclusivamente, interesse economico ;)

Magari, ci saranno anche tanti separatisti meridionali, che credono sia più conveniente restare uniti, pur dimostrando ben poca coerenza. Io non ho di questi problemi, visto che vorrei tutta l'Europa unita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nikko

Scusa Like, ma perchè parli di "separatismo meridionale"?

I Neoborbonici non sono affatto dei separatisti o degli indipendentisti!

"Il Movimento Neoborbonico non è un movimento politico-elettorale perchè è indispensabile prima una ricostruzione della coscienza storica dei Meridionali;

non è federalista perchè tutte le forme di federalismo proposte sono funzionali solo agli interessi del Nord;

non è separatista perchè il Sud ha contribuito in massima parte alla formazione di questa nazione e i conti unitari sono ancora aperti;

non è monarchico perchè i Borbone sono soprattutto dei simboli della storia e della cultura del Mezzogiorno."

E ancora:

"Il Movimento Neoborbonico è un movimento culturale che nasce per ricostruire la storia del Sud e con essa l'orgoglio di essere meridionali."

Per approfondire:

http://www.neoborbonici.it/portal/index.php?option=com_content&task=view&id=36&Itemid=54

Se vogliamoo discuterne, facciamolo con cognizione di causa senza abusare dei termini. Grazie.

Modificato da Nikko

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

vale la pena ricordare che Italia deriva da Italo, re degli Enotri, che regnava sulla attuale Calabria?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×