Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Frenkminem

Riproduzione romane antiche

Risposte migliori

Frenkminem

Ciao a tutti!

scusate se magari l'argomento è stato affrontato già, ma volevo sapere come si comportata la nostra legislazione nel caso di ripruduzione di monete romane (ma non solo quelle).

Mi spiego meglio, se volessi riprodurre monete (fuori corso ovviamente) antiche per vendere avrei bisogno di segnalare il pezzo riprodotto con un timbro o qualcosa di simile, come la "R" su quelle delle merendine per intendersi, oppure non sono previsti "segnali" di sorta ma solo la dichiarazione fatta da me al mio eventuale compratore? :ph34r:

scusate se il tema è stato già affrontato ma non seguo molto questa sezione :rolleyes:

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Frenkminem

Naturalmente non sono io che roiconio era soltanto un esempio per capire il tono di una discussione che stavo cercando di seguire su un forum spagnolo su questo problema e sapere se le leggi italiane ci tutelanono (al contrario di quanto succede in Spagna).

link della discussione

http://www.identificacion-numismatica.com/cajon-de-moros-y-cristianos-f9/fotos-de-reproducciones-x-t31230.htm

Modificato da Frenkminem

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Si tratta di una questione complessa. Diciamo che i problemi sorgono se si tenta di vendere la riproduzione come autentica...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vince960

A me è stato confermato da una persona autorevolissima che secondo la normativa vigente le riproduzioni devono essere riconoscibili - per diverse dimensioni, peso oppure per la presenza di marchietti come appunto la 'R'.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Frenkminem

Si tratta di una questione complessa. Diciamo che i problemi sorgono se si tenta di vendere la riproduzione come autentica...

Beh pure se l'artigiano (diciamo così) lo vende come riproduzione non è detto che poi l'acquirente sia altrettanto onesto.... :angry:

Se però è come dice Vince significa che c'è una legge (o una consuetudine) che permette di riconoscere il vero dalla riproduzione (a parte l'occhio del grande numismatico che si accorge a primo colpo del "tarocco").

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960

Se però è come dice Vince significa che c'è una legge (o una consuetudine) che permette di riconoscere il vero dalla riproduzione (a parte l'occhio del grande numismatico che si accorge a primo colpo del "tarocco").

Devo aggiungere per completezza che vado 'sulla fiducia' rispetto a quanto mi è stato detto perché non ho trovato da nessuna parte - ho anche cercato poco, a dire il vero - il testo di questa norma. Mi sembra comunque una cosa molto 'italiana' e quindi non faccio fatica a credere che sia così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luigi78

Ascoltai in tv da uno scultore romano, molto ma molto bravo a riprodurre sculture antiche, che le sue opere dovevano essere in qualche modo "firmate", anche se molti dei committenti stranamente non volevano queste "firme" :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Si tratta di una questione complessa. Diciamo che i problemi sorgono se si tenta di vendere la riproduzione come autentica...

Per fortuna la truffa è ancora reato.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Si tratta di una questione complessa. Diciamo che i problemi sorgono se si tenta di vendere la riproduzione come autentica...

Per fortuna la truffa è ancora reato.....

A querela di parte...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Frenkminem

Io non so se avete visto quei pezzi riprodotti dal signore spagnolo, l''artigiano" che risponde al nick inequivocabile di "Remoneda", che sta nella discussione sopra linkata, per me si tratta di un vero e proprio falsario "reo confesso", ma che per la legge spagnola non fa nessun reato, basta che dichiari "a voce" all'eventuale compratore che si tratta di una riproduzione.

Ma quanti pezzi di quei vari remoneda spagnoli saranno sul mercato? Magari a voi pare ovvio che si tratta di riproduzioni, ma ai polli come me forse la danno a bere.... :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×