Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
rorey36

Nuovo record mondiale

Ecco chi me l'ha rubata all'ultima battuta!!!!!!<_<

Va be la prossima offro di più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è certo roba per braccini corti... ahah

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

1,7 milioni di dollari per 1 centesimo del 1943 (cioè coniato appena 60 anni fa........)

Assurdo.

Modificato da legionario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1,7 milioni di dollari per 1 centesimo del 1943 (cioè coniato appena 60 anni fa........)

Assurdo.

Con rispetto, i a cosa più naturale nel mondo! I ‘43 Lincoln di rame sono stati magici nell'hobby americano della moneta per cinque decadi dei ragazzi americani. Così molte collezioni di centesimi de Lincoln, e soltanto una piccola manciata saranno mai completo….

Legga prego il filetto di “piazzetta„ qui sotto: MONETA PIU COSTOSA, cominciante all'alberino #37.

:) v.

------------------------------------

With respect, it’s the most natural thing in the world! The ’43 copper Lincoln has been magic in the American coin hobby for five decades of American kids. So very many collections of Lincoln cents, and only a small handful will ever be complete....

Please read the “piazzetta” thread below: MONETA PIU COSTOSA, beginning at post #37.

:) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sulla descrizione indica questi lincoln del 1943 in rame come "errori", ma non potrebbero essere solamente delle prove ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Continuo sempre a pensare che si tratti di patologico,per quanto mi renda conto che per chi lo ha comprato,milioncino in più o in meno,fa poca differenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1,7 milioni di dollari per 1 centesimo del 1943 (cioè coniato appena 60 anni fa........)

Assurdo.

Il discorso temporale non mi sembra così importante.

In fondo succede la stessa cosa anche nel mondo dell'arte dove a realizzare i record sono le opere moderne (dell'ultimo secolo) e non certo quelle del Rinascimento o del Barocco, che anzi spesso rimangono invendute.

Vero è che i grandi capolavori rinascimentali sono nei musei ma se, per assurdo, fossero messi in vendita entrambi, siamo sicuri che la Gioconda realizzerebbe più di Guernica? :rolleyes:

Certo se guardiamo all'estetica, non c'è paragone con un decadramma siracusano (ma anche con tantissime altre monete :rolleyes:) ma da un punto di vista solo collezionistico questa è una moneta indiscutibilmente rara, molto più di tante monete antiche e bellissime.

petronius B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sulla descrizione indica questi lincoln del 1943 in rame come "errori", ma non potrebbero essere solamente delle prove ?

Ci erano lle monete distintive del modello 1-cent datate 1942 (con i obverses “colombiani„! ) impressionante in vari materiali sperimentali quando gli Stati Uniti stava cercando un sostituto di guerra per il relativo cent di rame.

Ma 1943 Lincoln il rame (bronze) è definitivamente un errore, risultato--esso è detto--dei planchets esterni del tipo 1909-1942 restante in moneta-preme i meccanismi di alimentazione quando la produzione 1943 dell'acciaio Lincoln ha cominciato. Nota: il 1943 Lincolns di rame (bronze) ha il particolare che meraviglioso la pressione notevole--è stata regolata per acciaio, in modo da i planchets di rame molto più molli realmente impressionanti in su.

Meno pricey che il rame 1943 Lincoln--benchè sia raro--è Lincoln d'acciaio 1944, attribuita di nuovo ai planchets errati restanti nei meccanismi di alimentazione, quando la lega è stata restituita a rame (ottone) per i 1944 cents.

Di nuovo, per che cosa motivo o motivi, il 1944 d'acciaio non hanno acquistato mai il cachet del rame ‘43.

:) v.

------------------------------------------------

There were distinctive 1-cent pattern coins dated 1942 (with “Colombian” obverses! ) struck in various experimental materials when the U.S. was looking for a wartime substitute for its copper cent.

But the 1943 copper (bronze) Lincoln is definitely an error, the result—it is said—of stray planchets of the 1909-1942 type remaining in the coin-press feeding mechanisms when production of the 1943 steel Lincoln began. A note: the 1943 copper (bronze) Lincolns have wonderful detail—the striking pressure was set for steel, so the much softer copper planchets really struck up.

Less pricey than the 1943 copper Lincoln—though it is rarer—is the steel 1944 Lincoln, again attributed to the wrong planchets remaining in feeding mechanisms, when the alloy was returned to copper (brass) for the 1944 cents.

Again, for whatever reason or reasons, the steel 1944 never acquired the cachet of the ’43 copper.

:) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sulla descrizione indica questi lincoln del 1943 in rame come "errori", ma non potrebbero essere solamente delle prove ?

Ci erano lle monete distintive del modello 1-cent datate 1942 (con i obverses “colombiani„! ) impressionante in vari materiali sperimentali quando gli Stati Uniti stava cercando un sostituto di guerra per il relativo cent di rame.

Ma 1943 Lincoln il rame (bronze) è definitivamente un errore, risultato--esso è detto--dei planchets esterni del tipo 1909-1942 restante in moneta-preme i meccanismi di alimentazione quando la produzione 1943 dell'acciaio Lincoln ha cominciato. Nota: il 1943 Lincolns di rame (bronze) ha il particolare che meraviglioso la pressione notevole--è stata regolata per acciaio, in modo da i planchets di rame molto più molli realmente impressionanti in su.

Meno pricey che il rame 1943 Lincoln--benchè sia raro--è Lincoln d'acciaio 1944, attribuita di nuovo ai planchets errati restanti nei meccanismi di alimentazione, quando la lega è stata restituita a rame (ottone) per i 1944 cents.

Di nuovo, per che cosa motivo o motivi, il 1944 d'acciaio non hanno acquistato mai il cachet del rame ‘43.

:) v.

------------------------------------------------

There were distinctive 1-cent pattern coins dated 1942 (with “Colombian” obverses! ) struck in various experimental materials when the U.S. was looking for a wartime substitute for its copper cent.

But the 1943 copper (bronze) Lincoln is definitely an error, the result—it is said—of stray planchets of the 1909-1942 type remaining in the coin-press feeding mechanisms when production of the 1943 steel Lincoln began. A note: the 1943 copper (bronze) Lincolns have wonderful detail—the striking pressure was set for steel, so the much softer copper planchets really struck up.

Less pricey than the 1943 copper Lincoln—though it is rarer—is the steel 1944 Lincoln, again attributed to the wrong planchets remaining in feeding mechanisms, when the alloy was returned to copper (brass) for the 1944 cents.

Again, for whatever reason or reasons, the steel 1944 never acquired the cachet of the ’43 copper.

:) v.

Grazie Villa66 per il chiarimento :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Villa66 per il chiarimento :)

;) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

1,7 milioni di dollari per 1 centesimo del 1943 (cioè coniato appena 60 anni fa........)

Assurdo.

Il discorso temporale non mi sembra così importante.

In fondo succede la stessa cosa anche nel mondo dell'arte dove a realizzare i record sono le opere moderne (dell'ultimo secolo) e non certo quelle del Rinascimento o del Barocco, che anzi spesso rimangono invendute.

Vero è che i grandi capolavori rinascimentali sono nei musei ma se, per assurdo, fossero messi in vendita entrambi, siamo sicuri che la Gioconda realizzerebbe più di Guernica? :rolleyes:

Certo se guardiamo all'estetica, non c'è paragone con un decadramma siracusano (ma anche con tantissime altre monete :rolleyes:) ma da un punto di vista solo collezionistico questa è una moneta indiscutibilmente rara, molto più di tante monete antiche e bellissime.

petronius B)

Il parallelo non è adattissimo.Nelle aste,le opere a cui fai riferimento sono di scuole minori o di allievi.Pregevoli fatture ma che vanno in concorrenza con nomi altisonanti.

Un Raffaello,un Tintoretto,quando (ma non succede) vanno in asta,suscitano un clamore a livello mondiale.

Io sono un appassionato di numismatica,quindi non certo un detrattore ma il parallelo non regge neanche confrontando un'opera d'arte con un pezzetto di metallo.

Credo che ci sia un limite naturale oltre il quale è concesso solo ad un museo superarlo.Spendere cifre del genere per una monetina di rame,quantunque unica al mondo,non può essere definita passione numismatica ma una devianza morbosa.

Modificato da quasar

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh se un collezionista per avere una serie completa ha bisogno di un pezzo in particolare e se può permettersi di spendere milioni di dollari che valgono come qualche centinaio dei nostri... beato lui!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh se un collezionista per avere una serie completa ha bisogno di un pezzo in particolare e se può permettersi di spendere milioni di dollari che valgono come qualche centinaio dei nostri... beato lui!

Beato lui a prescindere ma non mi congratulerei certamente per l'acquisto! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1,7 milioni di dollari per 1 centesimo del 1943 (cioè coniato appena 60 anni fa........)

Assurdo.

Il discorso temporale non mi sembra così importante.

In fondo succede la stessa cosa anche nel mondo dell'arte dove a realizzare i record sono le opere moderne (dell'ultimo secolo) e non certo quelle del Rinascimento o del Barocco, che anzi spesso rimangono invendute.

Vero è che i grandi capolavori rinascimentali sono nei musei ma se, per assurdo, fossero messi in vendita entrambi, siamo sicuri che la Gioconda realizzerebbe più di Guernica? :rolleyes:

Certo se guardiamo all'estetica, non c'è paragone con un decadramma siracusano (ma anche con tantissime altre monete :rolleyes:) ma da un punto di vista solo collezionistico questa è una moneta indiscutibilmente rara, molto più di tante monete antiche e bellissime.

petronius B)

Il parallelo non è adattissimo.Nelle aste,le opere a cui fai riferimento sono di scuole minori o di allievi.Pregevoli fatture ma che vanno in concorrenza con nomi altisonanti.

Un Raffaello,un Tintoretto,quando (ma non succede) vanno in asta,suscitano un clamore a livello mondiale.

Io sono un appassionato di numismatica,quindi non certo un detrattore ma il parallelo non regge neanche confrontando un'opera d'arte con un pezzetto di metallo.

Credo che ci sia un limite naturale oltre il quale è concesso solo ad un museo superarlo.Spendere cifre del genere per una monetina di rame,quantunque unica al mondo,non può essere definita passione numismatica ma una devianza morbosa.

Non sono d'accordo sul fatto che sia una devianza morbosa solo perchè si tratta di cifre per "pochi". Non esiste nessun limite nella numismatica che non possa essere valicato e non ritengo assolutamente inferiore una moneta confrontata con un quadro d'autore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1,7 milioni di dollari per 1 centesimo del 1943 (cioè coniato appena 60 anni fa........)

Assurdo.

Il discorso temporale non mi sembra così importante.

In fondo succede la stessa cosa anche nel mondo dell'arte dove a realizzare i record sono le opere moderne (dell'ultimo secolo) e non certo quelle del Rinascimento o del Barocco, che anzi spesso rimangono invendute.

Vero è che i grandi capolavori rinascimentali sono nei musei ma se, per assurdo, fossero messi in vendita entrambi, siamo sicuri che la Gioconda realizzerebbe più di Guernica? :rolleyes:

Certo se guardiamo all'estetica, non c'è paragone con un decadramma siracusano (ma anche con tantissime altre monete :rolleyes:) ma da un punto di vista solo collezionistico questa è una moneta indiscutibilmente rara, molto più di tante monete antiche e bellissime.

petronius B)

Il parallelo non è adattissimo.Nelle aste,le opere a cui fai riferimento sono di scuole minori o di allievi.Pregevoli fatture ma che vanno in concorrenza con nomi altisonanti.

Un Raffaello,un Tintoretto,quando (ma non succede) vanno in asta,suscitano un clamore a livello mondiale.

Io sono un appassionato di numismatica,quindi non certo un detrattore ma il parallelo non regge neanche confrontando un'opera d'arte con un pezzetto di metallo.

Credo che ci sia un limite naturale oltre il quale è concesso solo ad un museo superarlo.Spendere cifre del genere per una monetina di rame,quantunque unica al mondo,non può essere definita passione numismatica ma una devianza morbosa.

Non sono d'accordo sul fatto che sia una devianza morbosa solo perchè si tratta di cifre per "pochi". Non esiste nessun limite nella numismatica che non possa essere valicato e non ritengo assolutamente inferiore una moneta confrontata con un quadro d'autore.

Non vorrei apparire come quello della volpe e l'uva.

Non è questione di chi può spendere tali cifre ma che trovo assurdo dare un valore tale ad un pezzetto di metallo e trovo ancora più assurdo che ci sia chi lo acquista.

Io sono un appassionato ma un appassionato,Chi spende 1,7 milioni di dollari per un monetina è affetto da una morbosità da possesso che va ben oltre quella che può essere una passione.

Se disponessi di un patrimonio tale,per quanto me lo possa permettere,non l'acquisterei mai con buona pace dell'unicità.Poi magari per te è diverso ma veramente si può paragonare una moneta ad un quadro,una statua,un monile dove c'è dietro non solo la storia dell'oggetto,non solo la bellezza ma anche chi lo ha creato?Dietro un centesimo del '43,identico a decine d'altri senza valore non fosse che per la data,chi c'è,cosa c'è,qual è la pregevolezza?

Solo l'esclusività del pezzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

1,7 milioni di dollari per 1 centesimo del 1943 (cioè coniato appena 60 anni fa........)

Assurdo.

Il discorso temporale non mi sembra così importante.

In fondo succede la stessa cosa anche nel mondo dell'arte dove a realizzare i record sono le opere moderne (dell'ultimo secolo) e non certo quelle del Rinascimento o del Barocco, che anzi spesso rimangono invendute.

Vero è che i grandi capolavori rinascimentali sono nei musei ma se, per assurdo, fossero messi in vendita entrambi, siamo sicuri che la Gioconda realizzerebbe più di Guernica? :rolleyes:

Certo se guardiamo all'estetica, non c'è paragone con un decadramma siracusano (ma anche con tantissime altre monete :rolleyes:) ma da un punto di vista solo collezionistico questa è una moneta indiscutibilmente rara, molto più di tante monete antiche e bellissime.

petronius B)

Il parallelo non è adattissimo.Nelle aste,le opere a cui fai riferimento sono di scuole minori o di allievi.Pregevoli fatture ma che vanno in concorrenza con nomi altisonanti.

Un Raffaello,un Tintoretto,quando (ma non succede) vanno in asta,suscitano un clamore a livello mondiale.

Io sono un appassionato di numismatica,quindi non certo un detrattore ma il parallelo non regge neanche confrontando un'opera d'arte con un pezzetto di metallo.

Credo che ci sia un limite naturale oltre il quale è concesso solo ad un museo superarlo.Spendere cifre del genere per una monetina di rame,quantunque unica al mondo,non può essere definita passione numismatica ma una devianza morbosa.

Non sono d'accordo sul fatto che sia una devianza morbosa solo perchè si tratta di cifre per "pochi". Non esiste nessun limite nella numismatica che non possa essere valicato e non ritengo assolutamente inferiore una moneta confrontata con un quadro d'autore.

Non vorrei apparire come quello della volpe e l'uva.

Non è questione di chi può spendere tali cifre ma che trovo assurdo dare un valore tale ad un pezzetto di metallo e trovo ancora più assurdo che ci sia chi lo acquista.

Io sono un appassionato ma un appassionato,Chi spende 1,7 milioni di dollari per un monetina è affetto da una morbosità da possesso che va ben oltre quella che può essere una passione.

Se disponessi di un patrimonio tale,per quanto me lo possa permettere,non l'acquisterei mai con buona pace dell'unicità.Poi magari per te è diverso ma veramente si può paragonare una moneta ad un quadro,una statua,un monile dove c'è dietro non solo la storia dell'oggetto,non solo la bellezza ma anche chi lo ha creato?Dietro un centesimo del '43,identico a decine d'altri senza valore non fosse che per la data,chi c'è,cosa c'è,qual è la pregevolezza?

Solo l'esclusività del pezzo.

Mi rendo conto che per noi mortali siano cifre folli, ma prova ad immaginare di essere uno stramilionario e e tutto torna nell'ordine della logica :) per esempio io non mi sognerei mai ora come ora di spendere 1000 euro per una moneta perchè mi sembrano troppi, ma tanti acquistano ben oltre quella cifra perchè se lo possono permettere. Riguardo al paragone del centesimo confrontato con quadri d'autore, ecc credo ci sia sono il pensiero di cosa ci rappresenta. In fondo che si tratta di quadri, statue, monete o qualsiasi altro oggetto siamo noi che gli diamo il valore, che immaginiamo e che sognamo....

Modificato da DONATELLO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?