Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
modulo_largo

Denario in argento, pesanti incrostazioni

Salve, ho già postato altre volte questa moneta, è un denario d'argento romano-imperiale, premesso che non ho mai pulito nessuna moneta classica finora, perchè sono per l'integrità totale del manufatto, ma questa è davvero importante per me, ha dei bei rilievi tenuta in mano, ma la spessa incrostazione nerastra ne impedisce la lettura..premesso inoltre che la voglio trattare col dovuto riguardo, mi consigliate di intervenire? Di pulirla? Se si in che modo? Ovviamente in acqua distillata l'ho già messa, non cambia nulla, anche se ve la tenessi 1mese, so che l'incrostazione è utile anche per mantenere intatta la conferma sulla sua autenticità, ma visto che non la venderò mai vorrei godermi di più la sua lettura.. aiutatemi perfavore, ditemi voi..

post-20279-1276202716,07_thumb.jpg

post-20279-1276202739,13_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riduzione galvanica (o "elettrolisi naturale" o "metodo danielealberti" che dir si voglia) e soprattutto niente fretta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riduzione galvanica (o "elettrolisi naturale" o "metodo danielealberti" che dir si voglia) e soprattutto niente fretta.

Ok, vale a dire mettere la moneta nella stagnola dentro acqua deionizzata giusto ? L'acqua la devo addizionare con bicarbonato di sodio? O altro?Ed in quali percentuali? Grazie cmq, e scusami per il terzo grado

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

discussione interessante. Quanto tempo dovrebbe rimanere in ammollo circa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ora non ricordo i dettagli perché è un po' che non pratico ;) ma se cercate sul forum con le parole chiave "+elettrolisi +naturale" dovrebbero uscirvi delle vecchie discussioni con tutti i dettagli tecnici

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ora non ricordo i dettagli perché è un po' che non pratico ;) ma se cercate sul forum con le parole chiave "+elettrolisi +naturale" dovrebbero uscirvi delle vecchie discussioni con tutti i dettagli tecnici

ok grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

visti i recenti risultati del limone... io proporrei lo stesso metodo suggerito per il denaro di sean

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riduzione per via Galvanica: Un bicchiere abbondante di acqua demineralizzata, un cucchiaino di bicarbonato di sodio ed immergi la moneta avvolta in due-tre strati di carta stagnola, la metti in ammollo, dopo un po' dovrebbe fare delle bollicine. La lasci agire finchè non smette, poi togli, levi quel che resta della stagnola e la sfregni leggermente con spazzolino o i polpastrelli . puoi toccare lo spazzolino nel bicarbonato, aumenta la forza abrasiva, ma cauti.

Daniele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Al momento ho fatto già un paio di ammolli con questo metodo, parte dell'incrostazione è andata via, al momento la moneta riposa in olio di oliva affinchè lo strato rimanenente possa ammorbidirsi un pò..vi posto a breve nuove foto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riduzione per via Galvanica: Un bicchiere abbondante di acqua demineralizzata, un cucchiaino di bicarbonato di sodio ed immergi la moneta avvolta in due-tre strati di carta stagnola, la metti in ammollo, dopo un po' dovrebbe fare delle bollicine. La lasci agire finchè non smette, poi togli, levi quel che resta della stagnola e la sfregni leggermente con spazzolino o i polpastrelli . puoi toccare lo spazzolino nel bicarbonato, aumenta la forza abrasiva, ma cauti.

Daniele

Funziona solo con l'argento? io possiedo 1/2 baiocco del 1751 zecca roma non so di che materiale, ma sicuramente non è d'argento, è parecchio incrostata ma non so come pulirla come posso fare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Funziona solo con l'argento? io possiedo 1/2 baiocco del 1751 zecca roma non so di che materiale

Rame. Lascia perdere la riduzione galvanica, col rame più ci vai leggero e meglio è. Se hai la manualità e l'attrezzatura, puoi provare anche con metodi meccanici. Facci vedere la moneta, comunque.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco la moneta:

post-13593-1278526148,79_thumb.jpg

post-13593-1278526164,6_thumb.jpg

Come posso fare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Temo che sia più corrosa che incrostata. Comunque comincia con acqua demineralizzata e spazzolino morbido e vedi se migliora, non avere fretta e soprattutto non ti fare illusioni...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Sono ormai mesi che porto avanti la pulizia della suddetta moneta, risultati conseguiti:

OTTIMI! Oltre le mie aspettative, la moneta è emersa dalla crosta che la ricopriva, ma a fatica, e ciò che ne è venuto fuori è, a mio avviso, un bel denario in condizioni BB, e considerando la spesa effettuata oltre che la soddisfazione dell'identificazione, della scoperta, del ritorno alla "luce" dei rilievi, oltre che l'esperienza di per se gratificante (anche se stremante), sono davvero contento ed in grado di stilare i metodi utilizzati:

-1) la prima settimana la moneta è rimasta in olio d'oliva extravergine, affinchè si ammorbidissero le incrostazioni

-2) indi ho proceduto con il metodo cosidetto " elettrolisi naturale", che mi ha deluso parecchio, in quanto ha eliminato si alcune incrostazioni tenaci, ma con esse è andata via anche parte della patina

-3) poi ho proseguito con il metodo classico di acqua demineralizzata con 10% di succo di limone, avevo paura di fare altri danni, ma posso invece affermare che è andato tutto liscio, la moneta con molta pazienza andava pulendosi senza ulteriori degradi della patina superficiale

-4) di tanto in tanto alternavo anche bagnetti in acqua demineralizzata semplice, previa spazzolatina con sapone neutro

-5) altro stumento usato, la gomma pane, per tirare via le incrostazioni ormai indebolite dai vari ammolli

adesso ciò che è rimasto è un piccola macchietta tenace sotto la barbetta al diritto, ma prevedo di eliminarla nell'arco di 3 - 4 giorni, a presto dunque posterò le foto della moneta " rinata"

Per il momento potete dare un'occhiatina, se volete, alla scansione della moneta, pubblicata in questo post:

Modificato da modulo_largo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?