Jump to content
IGNORED

10 TORNESI 1859 CONIATO A ROMA


Recommended Posts

Tutte con le stesse caratteristiche.

Tutto questo perche'.......... esiste un terzo conio ?

Date un occhiata all'ultima immagine del catalogo

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-F2/3

Quanto vorrei vedere il contorno di quella moneta InAsta s.a.

Saluti .

Edited by iachille
Link to comment
Share on other sites


Non so se finora qualcuno ha mai fatto caso ad un particolare, avete notato come l'esergo al rovescio di questo 10 Tornesi sia delineato da un elemento decorativo tipico delle medaglie papali coeve? Per il momento posto l'immagine di questa medaglia ma ce ne sarebbero altre con lo stesso particolare. E' evidente che all'incisore napoletano piaceva molto questo elemento decorativo.

post-8333-1278439885,75_thumb.jpg

post-8333-1278439904,55_thumb.jpg

post-8333-1278439971,55_thumb.jpg

post-8333-1278439983,77_thumb.jpg

post-8333-1278440081,03_thumb.jpg

post-8333-1278440089,04_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


  • 4 weeks later...

Aggiungo quest'altro pezzo ,sembra che ci siano le sigle L.A.

dr 6

post-9800-1280581813,47_thumb.jpg

Anche se poco nitide a causa dell'usura (del conio o del tondello), ci sono, le vedo anch'io.

Link to comment
Share on other sites


Aggiungo quest'altro pezzo ,sembra che ci siano le sigle L.A.

dr 6

post-9800-1280581813,47_thumb.jpg

Anche se poco nitide a causa dell'usura (del conio o del tondello), ci sono, le vedo anch'io.

Salve ,infatti ho scritto sembra che ci siano le sigle L.A..

La ricerca continua :) di un pezzo piu' leggibile.

Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...

Salve, per il 10 tornesi del1859 zecca Roma la sigla era presente dopo la coniazione, ma poi le monete vennero trattate con H2SO4 per renderle simili a quelle circolate che allora circolavano nell' ex regno di Francesco II per cui la sigla scomparve quasi definitivamente anche se certamente è possibile trovarne traccia in alcune monete, ciò comunque vale anche per le monete coniate a Napoli dove per la circolazione è difficile trovarne con sigle evidenti, a meno che non siano FDC. Penso che la descrizione migliore di questa moneta sia quella del catalogo Gigante ove si afferma che è stata ritrfovata una moneta sicuramente coniata a Roma FDC con regolari sigle, questa, evidentemente non fu trattata con l'acido. Per questo motivo, eccetto le differenze del D e del R che si notano, ma con estrema attenzione, l'unica differenza evidente e inoppugnabile sia quella della rigatura sinistrorsa e non destrorsa.

Link to comment
Share on other sites


Salve, per il 10 tornesi del1859 zecca Roma la sigla era presente dopo la coniazione, ma poi le monete vennero trattate con H2SO4 per renderle simili a quelle circolate che allora circolavano nell' ex regno di Francesco II per cui la sigla scomparve quasi definitivamente anche se certamente è possibile trovarne traccia in alcune monete, ciò comunque vale anche per le monete coniate a Napoli dove per la circolazione è difficile trovarne con sigle evidenti, a meno che non siano FDC. Penso che la descrizione migliore di questa moneta sia quella del catalogo Gigante ove si afferma che è stata ritrfovata una moneta sicuramente coniata a Roma FDC con regolari sigle, questa, evidentemente non fu trattata con l'acido. Per questo motivo, eccetto le differenze del D e del R che si notano, ma con estrema attenzione, l'unica differenza evidente e inoppugnabile sia quella della rigatura sinistrorsa e non destrorsa.

rigatura sinistrorsa e non destrorsa.

Salve,termini giusti,usiamoli anche in numismatica, taglio destro(destrorso) taglio sinistro (sinistrorso) .

Saluti.

Link to comment
Share on other sites


  • 1 month later...

Ma chi era L.A. ? Arnould?

Luigi Arnaud,

Andrea Cariello,

Michele Laudicina,

Filippo Rega,

Scipione Catenacci,

Vincenzo Catenacci,

Achille Arnaud,

Francesco D'Andrea

Questi erano i più grandi incisori della zecca di Napoli del solo XIX secolo, ve ne sono altri e potrei dirti anche gli anni in cui vissero e i loro lavori più eclatanti ma non basterebbe un'enciclopedia. Ho preferito elencarli non in ordine cronologico ma in ordine di bravura e di numero di lavori eseguiti alla zecca. Erano tutti dei grandi incisori ma in quell'epoca, vista la magnanimità e le elargizioni extra che i Borbone davano per i lavori migliori c'era una certa competizione e per questo troverai sempre una moneta o una medaglia più bella dell'altra. Si tratta di un ordine questo che andrebbe valutato con la massima precisione perchè i primi due ad esempio, erano dei veri mostri di bravura, pensa che Andrea Cariello venne invitato a dirigere la zecca di Londra ma rifiutò per rimanere a Napoli sotto la protezione di Ferdinando II in persona. Esistono degli studi sugli incisori napoletani.

Edited by francesco77
Link to comment
Share on other sites


  • 6 months later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.