Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
vathek1984

cent USA del 1858.........Flying Eagle

Risposte migliori

vathek1984

salve a tutti :)

dopo tanto tempo che lo cercavo, ho finalmente aggiunto in collezione un esemplare di questa monetina..........si tratta della primo tipologia di small cent, anche se diametro, peso e composizione sono leggermente diversi rispetto ai più comuni Lincoln cents.

Questi Flying Eagles ebbero vita breve 1856-1858, ma all'epoca furono davvero molto popolari, sia perchè sostituivano i large cents ormai divenuti obsoleti, sia per il fascino delle raffigurazioni. Si ritiene che il motivo principale per cui nel 1859 vennero sostituiti con il nuovo tipo Indian Head, fosse la difficoltà di ottenere delle monete ben coniate, per colpa degli alti rilievi dell'aquila.

mc7sxk.jpg

dx09km.jpg

Per il 1858, sono presenti due varianti, distinguibili per la dimensione delle lettere al diritto, ed in particolare per le lettere AM di AMERICA, che possono o meno essere tra di loro attaccate.........come potete vedere, la mia moneta appartiene alla variante con le lettere unite.

Che ve ne pare, vi piace? che grado di conservazione gli attribuireste?.........spero di non avervi tediato troppo :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lopezcoins

Una bella moneta con una storia interessante. Peccato sia molto usurata, anche se in maniera uniforme.

Come grado di conservazione, direi MB.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

afornaini

Io, basandomi sulla scala Americana e con l'ausilio del Red Book, direi F-12.

Resta una bella moneta, l'usura è omogenea

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

Uno dei miei favoriti personali in serie americana. Piacevole anche, con (come già è stato notato) buon, persino colore, e un minimo di distracting i contrassegni.

Molti di questi moneta--che spesso sono stati chiamati “nicks„ perché del loro rame-nichel lega--ha entrato la circolazione con gli scambi per il piccolo, monete d'argento spagnole e messicane male portate che erano moneta a corso legale negli Stati Uniti fino a essere proscritta in 1857.

Penso la moneta descriva l'aquila conosciuta come “Peter l'uccello Mint„ ma non sono sicuro io sto ricordandomi di che quello corretto--e esso ha luogo troppo ritardato giusto alla notte da controllare. -_- Domani!

Grado? Con tutto il rispetto ai lopezcoins e al afornaini, di cui le opinioni qui sono ogni punta difendibile quanto le miei proprie, dalle foto classificherei questo 1858 (grandi lettere) cent: F+ = F15 = MB+. (Le coda-piume sono quasi, quasi là!)

;) v.

---------------------------------------------

One of my personal favorites in the American series. A nice one too, with (as has already been noted) good, even color, and a minimum of distracting marks.

Many of these coins—which were often called “nicks” because of their copper-nickel alloy—entered circulation through exchanges for the small, badly worn Spanish and Mexican silver coins that were legal tender in the U.S. until being outlawed in 1857.

I think the coin depicts the eagle known as “Peter the Mint Bird” but I’m not sure I’m remembering that correctly—and it’s just too late at night to check. -_- Tomorrow!

Grade? With all respect to lopezcoins and afornaini, whose opinions here are every bit as defensible as my own, from the photos I would grade this 1858 (large letters) cent: F+ = F15 = MB+. (The tail-feathers are almost, almost there!).

;) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

I do agree with Villa66, it's a F+ grade for me too.

Sono d'accordo con Villa66 anche per me è una MB+

Molto carina, davvero!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

grazie a tutti per i vostri commenti :)

riguardo alla conservazione, mi accorgo che le foto rendono male i dettagli, che specie nel retro risultano un pò impastati, con la moneta in mano la mia valutazione è più ottimistica e direi che sfiora il BB o VF..............in particolare c'è una certa usura sulle piume dell'aquila, ma come già accennato questi cent nascevano già con un conio stanco, e le piume spesso non sono perfettamente visibili nemmeno in esemplari in alta conservazione......comunque è solo la mia valutazione personale e di queste monetine se ne vedono ben poche in italia, per avere l'occhio allenato.......... ;)

x villa66, siamo tutti curiosi di sapere la storia di "Peter the Mint Bird" :D B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

...siamo tutti curiosi di sapere la storia di "Peter the Mint Bird" :D B)

Sorry for the delay—a sick daughter :unsure:. With apologies for English-only, I’ll leave the language of the following three writers unmolested(!) by the online translator....

----------------------------------------

Writing of the second Philadelphia mint (1833-1901) in his 1971 The Complete Book of United States Coin Collecting, Norman M. Davis says: “Also at this mint lived Peter. He came from the skies and made the U.S. mint his home, a great white-headed eagle whom mint workers named Peter. He would fly around Philadelphia each day and always return to the mint by closing time.

“’The Mint Bird’ was insatiably curious about things in the place that worked. One day he perched on a flywheel to watch a test strike of some new dies. A workman started the press, but Peter failed to notice, and the flywheel jerked and flung him to the floor. Mint personnel gave him their best care, but he died.

“They hired a taxidermist, who repaired his broken wing and stuffed him in a standing position with the great wings spread wide. He remained on guard at his adopted home, and is said to have been the model for several coins.”

-------------------------------------------

Describing the long process leading to the Flying Eagle cent in her 1966 book Coins Have Tales to Tell, author Frances Williams Brown writes: “...there came in 1856 the pattern for the new small cent, bearing on its face something very much like the graceful flying eagle that Christian Gobrecht had designed for the silver dollar’s reverse in the 1830’s. The model for the bird on this coin was commonly reported to be a tame eagle that for several years was a pet of the Philadelphia Mint’s employees.”

----------------------------------------------

Mort Reed is seemingly more authoritatively definite in his 1966 Encyclopedia of U.S. Coins, but the dates he cites seem very wrong given the apparent link between Gobrecht’s dollars of the 1830s and the Flying Eagle cent of the 1850s. Nevertheless, here is Mr. Reed: “The eagle whose likeness appears on most United States coins and paper currency dated after 1855 is officially referred to as ‘Peter the Mint Bird’ in early mint records, and was actually a resident of the Philadelphia mint for a period of six years between the late 1840’s and early 1850’s. Where he came from or why he chose the pressroom in the mint as his home can only be conjectured, but he did receive special consideration from the mint employees and was permitted to come and go as he pleased.

“Peter was especially inquisitive during an actual minting process. He enjoyed watching coining operations and would get as close to the action as possible, remaining there until he was satisfied he had seen all there was to see. This seeming intellectual curiosity on the part of Peter proved to be a key factor in the sudden termination of his career as an observer.

“It happened during a test strike of new dies. He became so engrossed in the activities around the large press that he failed to notice a workman starting the press on which he was perched. The sudden lurch of the flywheel threw him to the floor, causing internal injuries that proved fatal despite the care and attention of the crew.

“A taxidermist hired by the entire mint personnel repaired Peter’s broken wing and mounted him in a glass case in the mint cabinet room. Here he continues to model for his likeness on government obligations. His future as a model for our coinage is assured by the coinage law requiring an eagle on all coins above the denomination of a dime.”

:) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

ciao villa66, hope that now your daughter is fine :)

thank you so much for this fantastic story, that i didn't know before.

Davvero particolare che un aquila potesse essere cosi interessata alle tecniche di coniazione, praticamente era diventata la mascotte della zecca..........mi ha reso molto triste conoscere la sua fine improvvisa,dovuta ad una banale distrazione :( ..........ma sono sicuro che dal paradiso delle aquile dove si trova, sarà molto felice di sapere di essere stata per sempre immortalata sulle monete degli U.S.A. B).

Ecco una sua foto pescata in rete.

1z4vfv9.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ray-ban

Che bella storia quella dell'aquila! Davvero molto interessante.

Modificato da ray-ban

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

ciao villa66, hope that now your daughter is fine :)

Li ha fatti spaventarsi per un piccolo mentre ma è ora appena benissimo – grazie! E per l'immagine ugualmente--felice di vedere “Peter l'Uccello Zecca„ è ancora con noi.

:) v.

-----------------------

She had us scared for a little while but she is just fine now–thanks! And for the picture too — glad to see “Peter the Mint Bird” is still with us.

:) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

I nuovi cent dell'aquila di volo hanno circolato in quantità voluminosa prima della guerra civile, ma da 1862 principalmente erano sparito a causa della tesaurizzazione di wartime. I “cent bianchi„ (1856-58 aquile di volata e 1859-64 teste dell'indiano) hanno riapparso nella circolazione alla conclusione della guerra all'inizio di 1865, ed in aquila che di volata i cents potrebbero essere trovati nel cambiamento della tasca nei iniziali 20Th secolo.

Il loro nickname del “nickel„ era molto, tuttavia, trasferimento corto-vivo al rame-nichel nuovo una parte dai 3-cent introdotta in 1865, ed allora infine fissata sul nuovo (e molto popolare) rame-nichel una parte dai 5-cent introdotta in 1866, che aveva sostituito la vecchia metà-moneta da dieci centesimi di dollaro d'argento dal 1870s iniziale.

La moneta che i nuovi cent dell'aquila di volo avevano sostituito—i grande americano cent--sparito con la guerra civile, e tranne alcuno sparso, uso occasionale, specialmente fuori del paese, non ha rientrato mai la circolazione (malgrado il ritegno della relativa condizione come moneta a corso legale a oggi).

post-12167-044123200 1287378193_thumb.jp post-12167-070815000 1287378207_thumb.jp

Come con gli altri grandi centesimi pensionati di 1793-1857, questo 1855 (varietà del montante 5’s) grande centesimo si è trasformato in rapidamente in uno collectibles favoriti di Americani. Infatti, potrebbe essere giusto dire che la moneta americana che raccoglie l'hobby ha cominciato con l'introduzione del centesimo dell'aquila di volo, perché si è ritirata il grande centesimo.

:) v.

---------------------------------------------

The new Flying Eagle cents circulated in massive quantities before the Civil War, but by 1862 had mostly disappeared because of wartime hoarding. The “white cents” (1856-58 Flying Eagles and 1859-64 Indian Heads) reappeared in circulation at the end of the war in early 1865, and Flying Eagle cents could be found in pocket change into the early 20th century.

Their “nickel” nickname was much shorter-lived, however, being transferred to the new copper-nickel 3-cent piece introduced in 1865, and then ultimately fastened on the new (and very popular) copper-nickel 5-cent piece introduced in 1866, which had replaced the old silver half-dime by the early 1870s.

The coin that the new Flying Eagle cents had replaced—the American large cent—disappeared with the Civil War, and except for some scattered, occasional use, particularly outside the country, never reentered circulation (despite retaining its status as legal tender up to the present day).

post-12167-044123200 1287378193_thumb.jp post-12167-070815000 1287378207_thumb.jp

As with the other retired large cents of 1793-1857, this 1855 (upright 5’s variety) large cent quickly became one of Americans’ favorite collectibles. In fact, it might be fair to say that the American coin collecting hobby began with the introduction of the Flying Eagle cent, because it retired the large cent.

:) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

Molto interessante, ed anche i large cents possiedono grande fascino........al momento ne ho solo uno in collezione ( 1847, variante con 7 ribattuto ) ma conto presto di aggiungerne altri...... ;) B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×