Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Michele2198

20 lire 1813

grado di conservazione  

27 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si prega di accedere o registrarsi per votare a questo sondaggio.

Risposte migliori

Michele2198
Il mio ultimo acquisto e' stato un marengo di Napoleone del 1813. Vorrei sapere una vostra opinione sullo stato di conservazione e se vi pare buono per il tipo di moneta, e gia' che ci siete un'opinione sulla rarita' e la presenza di eventuali varianti.
Votate tutti e senza paura di sbagliare perche' qui sta il gusto!

[img]http://img486.imageshack.us/img486/2141/20lire1813d6ym.jpg[/img]

[img]http://img204.imageshack.us/img204/7960/20lire1813r8om.jpg[/img] Modificato da micheleavanzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rosarioma778
Votato!
Peccato per i colpi sul bordo, resta comunque un bell'esemplare :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sesino974
Complimenti per il bell marengo,
se non fosse per i colpi sul bordo avrebbe meritato un spl
Ciao SERGIO :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio
Punzone della data 1813 su 1809 al D/, lo stile della copppa non è eccellente, un po tozza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar
[color=blue]Bella moneta.
Data ribattuta non segnalata sui cataloghi in circolazione oggi.
Picchio la coppa sembra tozza ma è ribattuta,si notano i doppi contorni.
Anche in altre monete Napoleone in oro, da 40 lire, ho notato che alcune con la data ributtuta hanno anche la coppa ribattuta.
Vi risulta?
Ciao[/color]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

joker79
Proprio un peccato quei colpi. Ottimo acquisto comunque

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar
[color=blue]Vorrei aggiungere che quasi sicuramente non sono colpi ma deturpazioni sul bordo dovute al conio.
Come riportano anche sui cataloghi. Nelle 20 e 40 lire Napoleone ma anche in altri tagli si trovano spesso bordi deturpati,credo dovuti alla battitura della scritta sul contorno.
Ciao[/color]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

toto
Ciao Michele,
complimenti per lo stupendo marengo!
Ho votato la conservazione.
Antonio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimitrios
Ciao Michele,
ho votato BB/SPL . Questa è una conservazione media per questo tipo di moneta anche se bisogna ammettere che solitamente si trova come BB o BB+.
Vorrei aggiungere che questo marengo si trova quasi sempre molto circolato con i rilievi dei capelli molto consumati. Per questo già lo SPL si può considerare una conservazione più che buona mentre come SPL/FDC diventa davvero raro. Come FDC infine io l’ho visto solo 3-4 volte pur avendo visto migliaia di marenghi.

[b]Caratteristiche tecniche:[/b]
Dritto: [b]NAPOLEONE IMPERATORE E RE[/b] testa nuda a sinistra; sotto 1813 e [b]M[/b] tra melagrana e coppa
Rovescio: [b]REGNO D’ITALIA[/b] stemma coronato su padiglione sorretto da alabarde decussate con puntali sagomati; sotto [b]20 LIRE[/b]
Contorno: [b]DIO PROTEGGE L’ITALIA[/b]
Diametro: 21-21,5mm
Peso: 6,45gr
Titolo: 900‰

[b]Alcuni passaggi d’asta:[/b]
NOMISMA - Asta 21 del 10/04/2002 Conservazione:BB/SPL Prezzo finale: 345€
NOMISMA - Asta per Corrispondenza del 04/03/2004 Conservazione:MB/qBB Prezzo finale: 149,5€
NOMISMA - Asta per Corrispondenza del 04/03/2004 Conservazione:qBB/BB Prezzo finale: 205€
VARESI - Asta 43 del 20/04/2004 Conservazione:BB/qSPL Prezzo finale:241,5€
VARESI - Asta 43 del 20/04/2004 Conservazione:BB/SPL Prezzo finale:253€
VARESI - Asta 44 del 11/11/2004 Conservazione:MB Prezzo finale:195,5€
VARESI - Asta 44 del 11/11/2004 Conservazione:BB Prezzo finale:253€
UBS - Asta 63 del 08/09/2005 Conservazione:BB/BB+ Prezzo finale:224€

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio
Generalmente in queste monete la ghiera di contenimento della leggenda in incuso non è perfetta sul piano e tende a "smarginare" dando l'impresione di colpetti sul bordo.

La coppa vorrei vederla meglio, ad oggi ancora di coppe ribattute non mi ricordo di averne mai viste. comunque qualcosa di anomalo lo ha.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Michele2198
Grazie a tutti.
Per quello che riguarda i colpi, credo anche io che si tratti di difetti di conio eccetto quello al diritto a ore 11 (vado a memoria, non ho la moneta qui con me).
Dimitrios i tuoi prezzi sono comprensivi dei diritti d'asta?
Avevo notato la data ribattuta, e' ben visibile anche ad occhio nudo. La coppa "ribattuta" (la chiamo cosi' anche se non siamo sicuri) l'avevo vista dalla scansione ma non avevo pensato ad un'anomalia o variante.
Posto, come ormai mia consuetudine B) , il link della stessa moneta nella collezione Verri. Purtroppo la foto non ha una risoluzione ottimale, ma mi sembra che la coppa non sia ribattuta. Invece la data sembra identica, spaziatura inclusa:

[img]http://files.nautilus.palazzomontanari.com/singolaoperabis/MV00803ALBI.jpg[/img] Modificato da micheleavanzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimitrios
[quote name='micheleavanzo' date='12 dicembre 2005, 06:14']Dimitrios i tuoi prezzi sono comprensivi dei diritti d'asta?
[/quote]
Si i prezzi sono comprensivi dei diritti d’asta. Ecco perché scrivo prezzo [u]finale[/u] . Ne ho anche altri prezzi da riportare anche per monete di più alta conservazione ma per date differenti. Fammi sapere se ti serve altro.
Dimitrios

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar
[color=blue]Riporto 3 date con coppa ribattuta

1812 40 lire quì la coppa è quasi il doppio di una normale o è l'effetto della ribattuta che si può vedere dal doppio manico oppure visto che anche la data è molto più grossa delle altre ed anche la M del segno di zecca ha una ribattuta

1813 40 lire quì si vede solo il doppio manico nella coppa,mentre la data sembrano essere ribattuti solo gli 1 ed il 3 non è in linea con gli altri numeri ma più basso e distante

1814 40 lire quì si vedeno delle linee che circondona la coppa ed il manico è molto più aperto,nella data l'8 è più alto degli altri ed anche il 4 che è leggermente più distante e appena obliquo.

Ciao
[/color]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ianva
votato!!!

Cavolo, ma nessuno si era mai accorto che esiste la variante con la data ribattuta? Ottima moneta!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil
Allego il particolare di un mio 40 lire 1814, anche qui la coppa sembra ribattuta, si nota bene il "doppio manico" ;)

Anche le cifre della data, assieme ad alcune lettere della legenda, sembrano leggermente sfalsate rispetto ad altre cifre "fantasma", come se anche queste fossero state ripunzonate sul conio :huh: .

Purtroppo per foto la cosa non si nota... :rolleyes:

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Michele2198
Siamo in tempo di concorso nummo-fotografico, e come mancare alla festa? Preferirei però, sperando di non incorrere nelle ire dei giudici, partecipare con nuove foto, dato che sto imparando ad usare la macchina digitale:
[img]http://img284.imageshack.us/img284/1034/20lire1813mrsmall4rk.jpg[/img]
[img]http://img284.imageshack.us/img284/3866/20lire1813mdsmall3kb.png[/img]
La coppa, che pare essere ribattuta:
[img]http://img279.imageshack.us/img279/3391/20lire1813mrnightplexismshqcop.jpg[/img]

Valore: 20 lire
Data: 1808
Metallo: oro 900
Peso: g 6,46
Diametro: mm 21,3
Zecca: Milano
D: NAPOLEONE IMPERATORE E RE testa nuda a d, sotto data e M tra melograna e coppa
R. REGNO D'ITALIA stemma coronato su padiglione sorretto da alabarde decussate con puntali sagomati; all'interno dello stemma figurano i domini napoleonici in Italia; sotto 20 LIRE
Contorno: DIO PROTEGGE L'ITALIA in incuso
Segni particolari: Secondo 1 della data ribattuto su 0. Coppa ribattuta.
Crippa 26/A, CNI 35, Pag. 18.

Il diritto, con il ritratto di Napoleone e la legenda Napoleone Re d'Italia, è opera di Luigi Manfredini (1771-1840). Bolognese di nascita, lavorò per la zecca di Milano dal 1798 al 1830 e diventò primo incisore nel 1808. Durante il regno di Napoleone incise numerose monete, riconoscibili dalle iniziali M.L. nelle monete di prova, poi sostituite dal simbolo della coppa, mentre la melograna era simbolo del maestro di zecca. Incise numerose medaglie, tra le quale una, scolpita insieme al genovese Girolamo Vassallo, che celebrava la vittoria di Napoleone a Ratisbona nel 1809 sugli austriaci. Al rovescio, disegnato dal Manfredini, vi era un gigante schiacciato dal peso di una enorme roccia. Ciò fu interpretato come un'allusione al regime assolutistico di Napoleone e la medaglia fu chiamata ironicamente "Encelado" (l'incatenato). Fu inoltre sospettato di avere inciso la scritta NATOLEONE a scopo satirico sulla moneta da una lira del 1810, nominata anche nel Memoriale di S.Elena di Napoleone. Fu pertanto costretto a lasciare l'Italia ove potè far ritorno solo alla caduta di Napoleone nel 1814. Il Gnecchi sostiene però che gli investigatori del tempo in realtà non scoprirono mai il colpevole e solo successivamente il Manfredini ne fu ritenuto il responsabile e quindi sarebbe stato scacciato solo a causa della medaglia "Encelado". Gli successe, come capo incisore, il genovese Girolamo Vassallo a cui si deve il secondo "tipo" di ritratto di Napoleone, visibile sulle monete in rame dal 1811 in poi. Opera del Manfredini sono anche le monete emesse dalla zecca di Milano per la duchessa di Parma di Maria Luigia d'Austria.

Il rovescio della moneta è opera di Giuseppe Salvirch (Franz Joseph Salwirck o Salwirch), nel 1759 o nel 1762.Non si hanno molte notizie sulla vita del Salvirch: si sa, da documenti rinvenuti da Crippa nell'archivio di Stato di Milano, che era nativo di Langernagen in Germania, e che giunse a Milano nel 1781. Diventò capo incisore nel 1819 in seguito morte di Girolamo Vassallo per suicidio dovuto ai forti problemi economici e di salute.

Notizie tratte da:
Elvira Clain - Stefanelli: Italian Coin Engravers since 1800
Crippa S., Crippa C.: Le monete di Milano nella Collezione Verri Modificato da micheleavanzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×