Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
mimi23

Approfondimenti monete medievali

Risposte migliori

mimi23

Ciao a tutti, da poco mi sto appassionando alle monete antiche e medievali, e visto ke non me ne intendo assoutamente, avrei bisogno di alcune risposte che non riesco a trovare in rete...

per prima cosa ho acquistato da poco questa moneta: RAVENNA Anonime vescovili sec.XII-XIV denaro MI qSPL (vedi allegato),

avrei bisogno di identificarla x bene, e poi volevo sapere cosa significano le lettere pvs sul retro..inoltre guardavo se potevate spiegarmi cosa sono bene le monete anonime vescovili.

per imparare a conoscerle e sapere un po di informazioni..grazie :-)

la mia seconda domanda e` un po banale e so ke mi prenderete per uno scemo, ma ho visto ke quasi tutte le monete medievali hanno una dimensione molto piccola tipo 16-17 mm di diametro (come quella ke ho acquistato), storicamente parlando la dimensione delle monete nel medioevo era questa o se ne trovanoin giro piu grandi?? ho pensato ke magari in quel periodo si coniavano monete cosi piccole e basta..non sapendo chiedo a voi..scusate :-)..

aspetto volstre risposte.

Grazie mille!!!

Alessio

post-23442-0-23460500-1292577686_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

benvenuto nel forum :)

per la moneta, è un buon inizio.

Le monete dette "anonime" si distinguono da altre perchè non hanno il nome dell'autorità.

Anonime vescovili, sono quindi a nome di un vescovo non nominato.

le tre lettere P V S, sono il finale della leggenda: ARCIEPISCO PVS.

I denari hanno un diametro variabile, possono arrivare anche a 20 mm,

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-GEIAN/1

poi ci sono i "grossi", più larghi e pesanti.

Nel Catalogo ci sono diversi esempi.

Modificato da bavastro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mimi23

ho capito :), ma come faccio cmq a capire ke sono (vescovili) le monete anonime?? ci sono altri tipi di monete anonime??.....

e come faccio a capire ke questa mia moneta e` un denaro?...non ho pero` capito cosa significa la scritta ARCIEPISCO PVS..ci possono essere altre scritte??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

Esatto, ci sono anche altri tipi di anonime.

Così al volo ricordo le anonime papali, cioè senza il nome del Papa, e le anonime veneziane, senza il nome del Doge.

Sulle monete medievali non è indicato il valore. Denari e denari grossi si distinguevano per peso e diametro.

Per essere sicuro di quello che hai, puoi consultare appositi cataloghi, oppure chiedere agli iscritti del forum che hanno tale Catalogo o la stessa moneta.

Io non ho il Catalogo, ho la moneta e ll mio esemplare un po' consumato è 15 mm, ma in origine poteva essere 17.

ARCHIEPISCOPUS significa Arcivescovo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

latino

ho capito :), ma come faccio cmq a capire ke sono (vescovili) le monete anonime?? ci sono altri tipi di monete anonime??.....

e come faccio a capire ke questa mia moneta e` un denaro?...non ho pero` capito cosa significa la scritta ARCIEPISCO PVS..ci possono essere altre scritte??

ciao,leggi questo link http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=2&ved=0CCAQhgIwAQ&url=http%3A%2F%2Fla.wikipedia.org%2Fwiki%2FArchiepiscopus&ei=OY4LTcz9LYj5sgbjreX_DA&usg=AFQjCNGofSqgbDd6y7mr0ttyXtcTjAo33g

saluti

Latino ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mariov60

ARCIEPISCO PVS è latino e significa arcivescovo. I vescovi nel periodo 1200 - 1300 hanno rappresentato le massime autorità sia religiose che politiche per cui a loro nome veniva concesso lo jus cudendi (diritto di battere monete). Si trovano denari anonimi anche a nome di comunità cittadine: i denari di Ancona ad esempio http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-REPUAN/2

riportano in modo ripetitivo le stesse legende base pur essendo state coniate per diversi secoli (le varianti sono da legare ai diversi periodi e zecchieri).

Come già scritto da bavastro i diversi tagli delle monete sono riconoscibili analizzando diversi fattori caratteristici: metallo, peso, diametro, raffigurazione.

Fondamentale per capire, conoscere e riconoscere è leggere, studiare ed esercitarsi partendo da buoni testi .

Ciao

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mimi23

Vi ringrazio a tutti :-) davvero :-) ..ora ho capito molte cose!!!

Accetto i vostri consigli :-), gia ke ci siete riuscite a darmi dei buoni testi, libri, e cataloghi dove approfondire di piu e cominciare a catalogare le monete??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mimi23

Ancora una cosa,

cosa c e' scritto intorno sia sul fronte ke sul retro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mimi23

Vi ringrazio a tutti :-) davvero :-) ..ora ho capito molte cose!!!

Accetto i vostri consigli :-), gia ke ci siete riuscite a darmi dei buoni testi, libri, e cataloghi dove approfondire di piu e cominciare a catalogare le monete?? Ancora una cosa,

cosa c e' scritto intorno sia sul fronte ke sul retro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

se mai riesci a trovarlo in giro, usato, E.Biaggi "Monete e zecche Medievali Italiane" edizione Montenegro 1992

per una sintetica panoramica con relativa catalogazione delle monete delle zecche medievali italiane. di certo non è completo, le immagini son quel che sono ma sicuramente come strumento di base è molto buono (tralasciando rarità e quotazioni che son da rivedere in larga parte) permette una prima e rapida catalogazione delle monete medievali italiane.

il testo credo sia esaurito da tempo e mi sa che lo puoi beccare in qualche asta o su ebay, ma quelle poche volte che l'ho visto veniva proposto a dei bei prezzacci!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mimi23

Ti ringrazio moltissimo, vedro` di procurarmelo allora :) ..

una cosa ke nessuno mi ha ancora risp, intorno alla moneta cosa c e` scritto??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miroita

Ti ringrazio moltissimo, vedro` di procurarmelo allora :) ..

una cosa ke nessuno mi ha ancora risp, intorno alla moneta cosa c e` scritto??

Al D/ + ARCIEPISCOPO / Nel campo PVS attorno a globetto

al R/ + DERAVENA /croce patente accantonata da trifoglio nel 1° e 4° quarto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mimi23

Perfetto !! :)

grazie mille a tutti!! ..spero in futuro di essere un po meno rompi palle :)

ciao ciao

ale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miroita

se mai riesci a trovarlo in giro, usato, E.Biaggi "Monete e zecche Medievali Italiane" edizione Montenegro 1992

per una sintetica panoramica con relativa catalogazione delle monete delle zecche medievali italiane. di certo non è completo, le immagini son quel che sono ma sicuramente come strumento di base è molto buono (tralasciando rarità e quotazioni che son da rivedere in larga parte) permette una prima e rapida catalogazione delle monete medievali italiane.

il testo credo sia esaurito da tempo e mi sa che lo puoi beccare in qualche asta o su ebay, ma quelle poche volte che l'ho visto veniva proposto a dei bei prezzacci!

Ti ringrazio moltissimo, vedro` di procurarmelo allora :) ..

una cosa ke nessuno mi ha ancora risp, intorno alla moneta cosa c e` scritto??

E' praticamente introvabile, ed in caso affermativo a prezzi esorbitanti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mimi23

Beh se qualcuno puo` indicarmi qualche altro libro ke non costi un patrimonio allora :)..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mariov60

Monete e storia dell'Italia medievale, Lucia Travaini, Poligrafico dello stato, 2007: € 70.

Trovi informazioni sia sulle monete che su gettoni e tessere...vedi altro post.

Ciao

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mimi23

Ah mi hai gia risp allora anche all' altro post grazie :)..lo cerco :)

ciao

alessio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Per una catalogazione dettagliata delle monete di Ravenna esiste questo testo:

DI VIRGILIO Stefano, LE MONETE DI RAVENNA. (dalle emissioni arcivescovili a Benedetto XIV) Editions Numismatiques Le Louis d' Or Monaco 1998.

Per la cronaca, Di Virgilio cataloga la tua moneta al numero 2 tra i denari di tipo arcaico (datazione ca.1194-1230, anche se è molto probabile che la datazione andrebbe alzata di qualche decennio). Ecco il mio esemplare (rifotografato) che secondo me proviene dalla stessa fonte visto che è l'unico che riesce a vendere le monete mettendo quelle foto minuscole :P

post-838-0-76807500-1293023683_thumb.jpg

Un altro candidato al trip delle monete medievali? Bene, bene ... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mimi23

Scusami leggo ora la tua risposta, cmq sei un genio, se posso cerco questo catalogo, mi interesserebbe approfondire un po, e imparare :-) ..

Ma senti una cosa vista la mia ignoranza in materia e visto ke ho appena iniziato con la numismatica, questo tipo di moneta come altri due denari ke ho, è molto piccola,

e questo mi hanno gia risp dicendomi ke i denari sono piccoli mentre i grossi hanno dimensioni maggiori..ora ke so questo ti chiedo una cosa, non so la tua ma la mia moneta è sottilissima, ?? sembra quasi ke si spezzi sfiorandola.. mi confermi quello ke dico?

non conoscendo niente delle monete e sopratutto niente delle monete medievali non mi spiego come mai una monetina cosi sottile e non piu spessa..

Alessio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

ora ke so questo ti chiedo una cosa, non so la tua ma la mia moneta è sottilissima, ?? sembra quasi ke si spezzi sfiorandola.. mi confermi quello ke dico?

Non solo ti confermo, ma stai attento a non sfiorarla troppo :P

Sul perchè le monete medievali siano così sottili non ho una risposta certa, sta di fatto che dall'epoca carolingia fino al grande afflusso di argento dalle Indie all'inizio del cinquecento, praticamente tutte le monete dell'Occidente medievale hanno questa caratteristica. Dico dell'Occidente perché questo non vale ad esempio per molte monete bizantine o per le coniazioni della Sicilia araba. Penso che un ragionamento sensato, semplificando, possa essere questo: l'Occidente medievale almeno fino alla fine del XII secolo era una società molto povera, dove l'oro era pressoché scomparso (se non dagli strati sociali più elevati, che erano una minima frazione della popolazione) e pure di argento ne circolava ben poco. La rarefazione dei metalli preziosi faceva sì che il loro potere d'acquisto, in proporzione, fosse molto alto. Allora anche la minima quantità d'argento contenuta in un denaro (1,3 grammi nella moneta carolingia, sempre a calare da allora) era sufficiente per la maggior parte delle transazioni che richiedevano contante, tanto che di fatto in Occidente fino all'inizio del duecento non si è battuta altra moneta. A questo punto l'alternativa era creare monete di diametro minimo ma abbastanza spesse, nella tradizione greco-romana, oppure di diametro maggiore ma sottili. Questa seconda soluzione può essere stata scelta per rendere le monete più maneggevoli e/o più difficili da falsificare. Quando all'inizio del duecento si è cominciato a coniare i grossi, si è mantenuta una tradizione che aveva ormai più di quattro secoli alle spalle e si è continuato a coniare monete relativamente larghe e sottili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mimi23

Scherzi :-) ma sembra davvero ke a sfiorarla troppo si spezzi o come...beh comunque sia un falso non lo e`, l importante e` quello :-) ..alla fine tutti i denari ke comprero` mi devo aspettare che siano cosi giusto?? ..almeno che non compri dei grossi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Scherzi :-) ma sembra davvero ke a sfiorarla troppo si spezzi o come...beh comunque sia un falso non lo e`, l importante e` quello :-) ..alla fine tutti i denari ke comprero` mi devo aspettare che siano cosi giusto?? ..almeno che non compri dei grossi.

Compera anche un Piccolo, magari uno di quelli in uso nel Triveneto.

Ci dirai che impressione ti farà averlo in mano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mimi23

Ciao scusate,

Volevo sapere quanti tipi do monete anonime vescovili esistono, e se riuscite mi date un nome di un buon catalogo per questo tipo di monetazione anonima?

Grazie mille!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×