Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
JunoMoneta

Una moneta poco conosciuta di Filippo IV

Risposte migliori

JunoMoneta

Carissimi amici lamonetiani, chiedo scusa per il poco tempo a disposizione che mi ha costretto a disertare per un lungo periodo questo entusiasmante forum.

Torno con la foto in b/n di una moneta poco conosciuta, che anzi io personalmente non avevo mai visto, prima di scoprirla pubblicata nella sezione di numismatica di un vecchio catalogo ("Civiltà del Seicento a Napoli", vol II, Electa Napoli 1984) che avevo in casa...

cianfrone_prova.jpg

Si tratta di una delle tre prove in rame per una nuova moneta in argento (un ducato, uno scudo, o un mezzo ducato? Diametro e peso sono fuorvianti...) da battersi alla zecca di Napoli, sotto la brevissima supplenza di Orazio Celentano (1635-36). Moneta che alla fine non fu mai coniata in argento, e rimase allo stadio di prova.

Pesa 21,3 grammi al modulo di 37mm. Il motto al rovescio (POTENTES FVLMINAT OSTES) e l'impresa del fulmine, ripresa con gusto antiquario dalla numismatica romana, alludono ai conflitti con la Francia di Luigi XIII nel ducato di Milano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

JunoMoneta

Non ne avevo mai sentito parlare, prima di trovarla menzionata dal Dell'Erba, insieme ad altre due prove dello stesso anno. Il Dell'Erba rimanda direttamente all'articolo del BCNN del 1925, a firma Carlo Prota, che la pubblicò per primo, nonostante sia conservata al Museo Archeologico di Napoli, e come tale sia stata censita dal Fiorelli nel suo Catalogo del 1872 (n. 8077).

http://www.ilportaledelsud.org/bcnn1925a.pdf

Spero di aver fatto cosa gradita, dal momento che la fotoincisione sull'articolo del '25 è piuttosto scarsa. Mi piacerebbe vedere l'altra prova con l'Abbondanza e il motto NON SINE LARGITA BELLVM, che non ho trovato da nessuna parte. Strano che il Pannuti-Riccio, così attento a riprodurre esemplari inediti, unici e anche prove, le abbia ignorate...

Ad ogni modo faccio i migliori auguri per un fulgido anno nuovo a tutto il forum e in particolare al grandissimo curatore della sezione, Francesco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Caro Juno, bentornato tra noi, si è sentita molto la tua mancanza in questi mesi. Mi raccomando, non ci lasciare di nuovo!

Il bellissimo volume sulla civiltà del seicento a Napoli lo conosco perchè l'ho in biblioteca, fu una mostra indimenticabile su tutto ciò che fu arte a Napoli in quel periodo, in quel secolo arrivarono pa Napoli pittori e scultori di fama internazionale per soddisfare la vista dei facoltosi nobili ed ecclesiastici. Se non erro, qualche anno più tardi vi fu una mostra a tema, sempre a Napoli, ma riguardante il settecento, anche questo è un volume molto interessante.

Vedo che hai consultato il bollettino del CNN del 1925. Posso testimoniarti con certezza che Pannuti non inserì nella sua opera le prove e i progetti perchè non riteneva che non riguardavano la circolazione monetaria a Napoli e che andavano considerati a parte. Fu una scelta, a mio parere, condivisa da molti. Se consulti il Pagani ti renderai conto di quante ne mancano.

La moneta di Filippo IV da te gentilmente illustrata è sfuggita anche alle mie mani, penso sia estremamente interessante (l'effigie è la stessa del grano in rame coevo) e che andrebbe studiata da vicino per accertare se coniata o fusa. Ho notato dei particolari un po' equivoci. Forse mi sbaglio. Chissà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

JunoMoneta

Caro Francesco, anch'io ho scoperto la foto solo da un mesetto, benché il catalogo ce l'avessi in casa dagli anni '80 e l'avessi sfogliato diverse volte... :huh:

Purtroppo le foto sono molto scure, anzi direi che la scansione è uscita più nitida della foto stampata sul catalogo!

Sono curioso di conoscere i riferimenti bibliografici della mostra che hai citato sul settecento napoletano, se ti capita per le mani il catalogo non dimenticare di farmi avere il titolo e l'editore! ;) Sulle tendenze artistiche a Napoli nel '700 (importante anche per alcuni curiosi paralleli tra numismatica e arti applicate) ho trovato molto utile un altro catalogo della Electa Napoli dal titolo "Galanterie. Oggetti di lusso e di piacere in Europa fra Settecento e Ottocento". Ci sono persino dei medaglioni con Ferdinando e Carolina o con Murat incastonati su tabacchiere!

Tornando alla prova di Filippo IV. Non avevo pensato all'eventualità che fosse stata ricavata per fusione...ad ogni modo sembra aver circolato abbastanza, e mi chiedo chissà com'è stata spesa. Forse uno fra i tanti misteriosi "multipli di grano"...

Mi piacerebbe come ho detto poter vedere l'altra prova, quella con l'Abbondanza che sparge denari. Anche quella dovrebbe essere nella collezione del Museo Archeologico di Napoli, ma che io sappia non è mai stata pubblicata. O sbaglio? :unsure:

Modificato da JunoMoneta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

JunoMoneta

Mi piacerebbe come ho detto poter vedere l'altra prova, quella con l'Abbondanza che sparge denari. Anche quella dovrebbe essere nella collezione del Museo Archeologico di Napoli, ma che io sappia non è mai stata pubblicata. O sbaglio? :unsure:

Ops...da un'attenta lettura dello scritto di Prota apprendo che la prova con l'Abbondanza non si trova al Museo Archeologico, ma è stata venduta per 70 lire in un lotto della collezione Viganò di Desio, nel lontano 1901. Quindi teoricamente dovrebbe poter tornare sul mercato. Possibile che in 110 anni non sia mai spuntata??? :huh:

Ancora auguri a tutti per uno splendido 2011! B)

Modificato da JunoMoneta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Mi piacerebbe come ho detto poter vedere l'altra prova, quella con l'Abbondanza che sparge denari. Anche quella dovrebbe essere nella collezione del Museo Archeologico di Napoli, ma che io sappia non è mai stata pubblicata. O sbaglio? :unsure:

Ops...da un'attenta lettura dello scritto di Prota apprendo che la prova con l'Abbondanza non si trova al Museo Archeologico, ma è stata venduta per 70 lire in un lotto della collezione Viganò di Desio, nel lontano 1901. Quindi teoricamente dovrebbe poter tornare sul mercato. Possibile che in 110 anni non sia mai spuntata??? :huh:

Ancora auguri a tutti per uno splendido 2011! B)

bhe non averla vista nelle aste non significa che non è passata di mano in mano :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

JunoMoneta

bhe non averla vista nelle aste non significa che non è passata di mano in mano :-)

E certamente anche tu hai ragione...sono quelle monete "underground", a metà tra realtà e leggenda. Di quelle che quando escono allo scoperto fanno un boato. :ph34r:

Benché quel sorrisetto a fine frase mi fa supporre che tu ne sappia qualcosa di più di quanto non voglia far credere... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×