Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
mariesu

grosso minore della zecca di Pisa

Risposte migliori

mariesu

Salute amici,

ho l’opera di Elio Biaggi, ma l’autore non indica la variante e tantomeno la rarità del mezzo grosso che posto, per cui, avendomi proposto l’acquisto della moneta chiedo cortesemente, a chi può darmeli, chiarimenti in merito.

Tipo: Biaggi, 1936, mezzo grosso (simbolo di zecca, croce).

mariesu

post-5876-0-12297800-1296224690_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

monbalda

Gentilissim*

si tratta di un grosso della zecca di Pisa da un soldo o "grosso minore" (non mezzo grosso) caratterizzato dal segno della croce fogliata. Nel mio studio è una variante rara del tipo A.III.3l., per il quale propongo una datazione post 1280-1288/1290 circa.

Per quanto il tipo con questa croce sia abbastanza frequente, questa variante di interpunzioni (che se vedo bene dalla foto è .:+ FR IM. - .:PATOR. ) è invece abbastanza rara (io ne ho censiti soltanto due semplari, di cui uno è pubblicato sul volume deidicato alla zecca pisana, mentre l'altro non ho potuto perchè così ha voluto il proprietario del pezzo; un poco più ricorrente ad esempio è l'interpunzione .:+ FR IM. - .PATOR:.). Con altre varianti nei segni di interpunzione si trovano anche in condizioni di conservazione e di leggibilità migliori, però.

Un cordiale saluto MB

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mariesu

Gentilissim*

si tratta di un grosso della zecca di Pisa da un soldo o "grosso minore" (non mezzo grosso) caratterizzato dal segno della croce fogliata. Nel mio studio è una variante rara del tipo A.III.3l., per il quale propongo una datazione post 1280-1288/1290 circa.

Per quanto il tipo con questa croce sia abbastanza frequente, questa variante di interpunzioni (che se vedo bene dalla foto è .:+ FR IM. - .:PATOR. ) è invece abbastanza rara (io ne ho censiti soltanto due semplari, di cui uno è pubblicato sul volume deidicato alla zecca pisana, mentre l'altro non ho potuto perchè così ha voluto il proprietario del pezzo; un poco più ricorrente ad esempio è l'interpunzione .:+ FR IM. - .PATOR:.). Con altre varianti nei segni di interpunzione si trovano anche in condizioni di conservazione e di leggibilità migliori, però.

Un cordiale saluto MB

Ringrazio di cuore per la puntuale e competente risposta,

cordialmente,

G.L.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×