Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
acraf

MG SIGNIA E GRYLLOI

Risposte migliori

acraf

Ho iniziato uno studio molto analitico sulla monetazione di Signia (attuale Segni), antica colonia latina posta nel territorio che fu dei Volsci.

La monetazione di Signia (vedi Rutter, H.N. 343 e Sambon 164) consiste in piccoli oboli in argento recanti i tipi :

D/: Testa di Mercurio con petaso a d.; piccolo delfino sul taglio del collo e caduceo (mancante in alcuni esemplari);

R/: Testa di Sileno a s., combinata con testa di cinghiale a d.; sotto, leggenda dell’etnico, SEIC

post-7204-0-47779000-1300384605_thumb.jp

Finora ho già raccolto foto di oltre una trentina di esemplari da aste e da musei e ho iniziato a riordinarli in una sequenza di conii, che sono diversi anche se non molti.

Naturalmente sono molto gradite foto di altri esemplari in collezione per meglio affinare tale ricerca.

Queste monetine poi presentano strette affinità ponderali e stilistiche con quelle emessa da Alba Fucens, che sarà poi oggetto di un successivo studio similmente dettagliato.

La grande particolarità della monete di Signia è data dalla particolare tipologia adottata per il rovescio. La combinazione della testa di Sileno con quella di un cinghiale richiama simili combinazioni che sono note su gemme (in genere corniole) di epoca greco-romana, in genere del I-II secolo d.C. (vedi alcune gemme tratte dal catalogo delle gemme del Museo di Berlino del 1896):

post-7204-0-44769800-1300384695_thumb.jp

Queste combinazioni sono denominate “grylloi”, in base a una nota testimonianza di Plinio (N.H. XXXV, 114), che accenna come un pittore greco-egizio, di nome Antifilo, abbia creato nel 302 a.C. una pittura scherzosa, forse caricaturale.

Dal momento che il termine “grylloi” sembra richiamare la parola greca “grylòs” (però con una sola lettera L), che significa “porco”, si è pensato che Antifilo avesse dipinto un quadretto raffigurando un uomo con testa di porco (e animalesco in generale). A Pompei esiste ad esempio un quadretto parodistico con la fuga di Enea da Troia impersonato da scimmiesche figure di cinocefali.

Invece appare più verosimile che “grylloi” non sia un vero nome proprio e che, da altre fonti, il “gryllismòs” sia invece un genere di danza grottesca e sconveniente in uso in Egitto e quindi il pittore citato da Plinio abbia solo voluto rappresentare una scena di tale danza.

Resta quindi da chiarire bene il reale significato di una simile combinazione di testa di Sileno con testa di cinghiale (e anche di altri animali, nel caso delle gemme).

(Continua)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

In numismatica ho trovato un solo caso simile, una combinazione di testa umana con un gallo, che si ritrova su un bronzo (molto comune) emesso dai Bellovaci, nella Gallia Belgica nella seconda metà del I secolo a.C.

post-7204-0-61666800-1300384930_thumb.jp

Evidentemente una simile combinazione doveva avere un significato per un popolo antico, come anche per gli abitanti della colonia latina Signia e non una semplice fantasia di un artista.

Da un lato la presenza di Sileno e di un cinghiale sembrano indicare che intorno a Signia si estendevano sacri boschi ricchi di cinghiali, ma la loro particolare combinazione sembra arricchirsi di un ulteriore significato, più evocativo ed augurale.

Su tale aspetto c’è da rilevare che esiste un particolare passo di Plutarco che dice testualmente: “Si pensa che gli oggetti ritenuti di agire come misure di salvaguardia contro il malocchio derivino la loro efficacia dalla loro stranezza, che attira il malocchio riducendo quindi la sua forza contro la sua vittima”.

Quindi questa particolare raffigurazione sugli oboli di Signia (come anche sulle gemme di uso personale) poteva anche essere una sorta di “portafortuna” contro il malocchio e quindi contro la possibile cattiva sorte.

Sono gradite vostre osservazioni su questo particolare aspetto, che non credo sia mai stato affrontato in numismatica classica e se esistono altri casi di combinazione di testa umana e animale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

Un sentito ringraziamento perché non ero neanche a conoscenza di una tale monetazione. Non si finisce mai di imparare e scoprire :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×