Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
RepLire

Monete "lavate"

Risposte migliori

RepLire

Salve, ho letto parecchie discussioni su pulire le monete, sulla perdita di valore delle monete pulite, ecc

Solo che purtroppo non riesco a capire bene o meglio a quantificare la perdita di valore..

Nel mio caso 2 centesimi di umberto I del 1900, la variante senza punto dopo la S, in qFDC per quanto riguarda i rilievi ecc, ma LAVATA..quanto può valere? Quanto varrebbe senza esser stata lavata?

Non devo ne vendere ne comprare, volevo solo avere un'idea per capirmi meglio, grazie :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

riccardo86

per darti un idea....tutti i cataloghi con i le varie conservazioni e prezzi sono da considerarsi quando la moneta è integra e non ha subito tramite agenti esterni pulizie o simili....se da "sana" una moneta vale ipoteticamente 100....lavata ne vale la metà.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RepLire

Ok, quindi la moneta in questione, lavata, ma qFDC, potrebbe valere in acquisto 15 euro?

E più che altro, al di la del prezzo in euro..è "collezionabile" secondo i canoni normali? O andrebbe paradossalmente a impoverire per valore collezionistico puro, una collezione tipologica di Umberto I ?

Modificato da RepLire

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Nel collezionismo numismatico vedo che ci si attacca un pò troppo ai termini, senza tener conto che le varie parole che si usano per cercare di descrivere la conservazione di una moneta non sono altro che un tentativo di schematizzare ciò che in realtà conta davvero: ossia l'impressione visiva. Dire che una moneta è lavata è come dire niente, senza portela vedere. E poi lavata in che senso? Immersa nel liquido apposito del rame? Lavata con acqua di rubinetto o acqua distillata? Lucidata? Oppure "paciugata", usando un termine in voga dalle mie parti? Tutto dipende da quanto l'intervento sia stato invasivo...... e senza vedere la moneta è impossibile da dirlo solo con una sommaria descrizione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RepLire

Paolino, intanto due cosette rapide rapide: la prima è un grazie per l'interessamento, la seconda è ricordare il fatto che essendo neofita posterò domande.. diciamo banali ancora per un po' cercando di imparare sempre di più.

http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item=150578455931&ssPageName=STRK:MEWAX:IT

Meglio così?? ;) ho scoperto che adesso pur essendo novizio del forum, posso postare dei link pure io, quindi attendo un giudizio su questa.. grazie :)

Modificato da RepLire

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danieles1981

Paolino, intanto due cosette rapide rapide: la prima è un grazie per l'interessamento, la seconda è ricordare il fatto che essendo neofita posterò domande.. diciamo banali ancora per un po' cercando di imparare sempre di più.

http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item=150578455931&ssPageName=STRK:MEWAX:IT

Meglio così?? ;) ho scoperto che adesso pur essendo novizio del forum, posso postare dei link pure io, quindi attendo un giudizio su questa.. grazie :)

FDC rosso è una eresia! E' lavata con acidi che "corrodono" l'ossido del rame. Lo stesso che si usa per far brillare i paioli ("parol" dalle mie parti) per la polenta! Vedi Sidol, vedi aceto e sale...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RepLire

ok ma mi hai saltato un pezzetto.. quanto può valere quella lì??? ;) grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lgmoris

Come ha detto Paolino c'e' lavatura e lavatura...;) La moneta mostrata per me non ha alcun interesse, quindi nessun valore.

Il danno arrecato alla collezione dalla sua presenza sarebbe certamente maggiore ai 0,99 euro ( 0 offerte) che costerebbe a comprarla oo)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RepLire

Come ha detto Paolino c'e' lavatura e lavatura...;) La moneta mostrata per me non ha alcun interesse, quindi nessun valore.

Il danno arrecato alla collezione dalla sua presenza sarebbe certamente maggiore ai 0,99 euro ( 0 offerte) che costerebbe a comprarla oo)

Chiarissimo grazie ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

renato

...ho qualche dubbio che quella moneta li sia FDC... :rolleyes: :unsure: ...il baffo mi sembra bello che andato...ma magari sono solo le foto fatte male...

renato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Andreix

Paolino, intanto due cosette rapide rapide: la prima è un grazie per l'interessamento, la seconda è ricordare il fatto che essendo neofita posterò domande.. diciamo banali ancora per un po' cercando di imparare sempre di più.

http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item=150578455931&ssPageName=STRK:MEWAX:IT

Meglio così?? ;) ho scoperto che adesso pur essendo novizio del forum, posso postare dei link pure io, quindi attendo un giudizio su questa.. grazie :)

Ti giuro che appena ho aperto il link e ho visto la foto dal colore quasi quasi sembrava oro :sorry: :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tuttonero

Non colleziono monete in rame e ne ho poche anche in ag.

Tuttavia, vi posso assicurare che qualche anno fa (mi pare quattro) una mia lontana parente me ne aveva regalate alcune (di cui due abbastanza interessanti, e cioè un 10 centesimi 1894 BI ed un VE Re eletto 1860 FI mano con scettro, entrambe con bei rilievi), tutte pulite con qualche orrido intruglio (sidol?). Dopo averle archiviate un po' sconsolato, le ho riprese in mano pochi giorni orsono.

Ed ecco la mia meraviglia! Si stanno ripatinando discretamente bene, al punto da rendere ormai quasi invisibile il precedente danno.

Certo la "patina di antica raccolta" è altra cosa, però...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ggpp The Top

Si, sembra coloro oro... e non è nemmeno qFDC! Il baffo è usurato e non poco...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danieles1981

Non colleziono monete in rame e ne ho poche anche in ag.

Tuttavia, vi posso assicurare che qualche anno fa (mi pare quattro) una mia lontana parente me ne aveva regalate alcune (di cui due abbastanza interessanti, e cioè un 10 centesimi 1894 BI ed un VE Re eletto 1860 FI mano con scettro, entrambe con bei rilievi), tutte pulite con qualche orrido intruglio (sidol?). Dopo averle archiviate un po' sconsolato, le ho riprese in mano pochi giorni orsono.

Ed ecco la mia meraviglia! Si stanno ripatinando discretamente bene, al punto da rendere ormai quasi invisibile il precedente danno.

Certo la "patina di antica raccolta" è altra cosa, però...

La patina che si è formata è troppo brillante e comunque, con il lavaggio al sidol (o qualsivoglia reagente), toglie la patina che l'ha protetta per 150 anni.

Lo dico per esperienza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tuttonero

Non colleziono monete in rame e ne ho poche anche in ag.

Tuttavia, vi posso assicurare che qualche anno fa (mi pare quattro) una mia lontana parente me ne aveva regalate alcune (di cui due abbastanza interessanti, e cioè un 10 centesimi 1894 BI ed un VE Re eletto 1860 FI mano con scettro, entrambe con bei rilievi), tutte pulite con qualche orrido intruglio (sidol?). Dopo averle archiviate un po' sconsolato, le ho riprese in mano pochi giorni orsono.

Ed ecco la mia meraviglia! Si stanno ripatinando discretamente bene, al punto da rendere ormai quasi invisibile il precedente danno.

Certo la "patina di antica raccolta" è altra cosa, però...

La patina che si è formata è troppo brillante e comunque, con il lavaggio al sidol (o qualsivoglia reagente), toglie la patina che l'ha protetta per 150 anni.

Lo dico per esperienza.

Carissimo. Hai assolutamente ragione.

Però ti assicuro che la patina non è poi così male e non pare molto brillante. Certo, quella secolare è andata, tuttavia...

A proposito: un giorno, un numismatico piuttosto famoso, ma di cui non farò mai il nome, neppure sotto tortura, mi ha detto che ci sono vari modi per far riacquistare, anche in fretta, una patina più che discreta. Alcuni sarebbero sostanzialmente naturali, quali la prolungata esposizione al sole. Un altro metodo, ma io non lo proverò mai, è quello di mettere del rosso d'uovo sul modulo, fino a farlo essiccare. Odore a parte, la reazione chimica dovrebbe provocare un'immediata ossidazione...

Se qualcuno vuole tentare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rickkk

Io ho fatto un unico esperimento su un 4 bese preso da Inasta, con ossidazioni

Ho usato il liquido apposito per rame di una ditta tedesca (Questa la discussione) con risultati secondo me quasi incredibili. La moneta dopo l'immersione era rosata, in pochi giorni era rossiccia per poi stabilizzarsi su un bel nocciola. La cosa più incredibile è l'aspetto dei fondi, lucidi/opachhi e brillanti come fosse un FDC

Per l'argento in particolare ho letto di una sostanza chiamata "liver of sulphur" (fegato di zolfo in italiano), composto a base di solfuri di potassio, usata sopratutto per restauri di argenteria / gioelli. In pratica è un composto (piuttosto tossico) che cede zolfo, il quale forma complessi con l'argento (solfuri ma non solo), responsabili della colorazione arcobaleno di certe patine (lo zolfo in tracce c'è anche nell'aria, certo servono decine di anni)

Mai usato però... immagino richieda pratica per non fare pasticci

http://www.ganoksin.com/borisat/nenam/liver_of_sulfur.htm

http://www.patina.ca/videos-part-liver-of-sulfur-patinas-%5Bb160j_DXgRw%5D.cfm

ciao

Modificato da rickkk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Andreix

Ma è da provare pero... Magari con un doppione ci si potrebbe fare una prova. È sicuramente un obbrobrio pero almeno si saprebbero le conseguenze.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

riccardo86

io alcune volte mi sno cimentitato nella pulitura delle monete...effetti bellissimi per carità....pero più che parlare di perdita di valutazione...per me la moneta in sè perde tutta la sua storia....non che sia un patito di patine....pero fa parte del suo lungo viaggio temporale :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danieles1981

Io ho fatto un unico esperimento su un 4 bese preso da Inasta, con ossidazioni

Ho usato il liquido apposito per rame di una ditta tedesca (Questa la discussione) con risultati secondo me quasi incredibili. La moneta dopo l'immersione era rosata, in pochi giorni era rossiccia per poi stabilizzarsi su un bel nocciola. La cosa più incredibile è l'aspetto dei fondi, lucidi/opachhi e brillanti come fosse un FDC

Per l'argento in particolare ho letto di una sostanza chiamata "liver of sulphur" (fegato di zolfo in italiano), composto a base di solfuri di potassio, usata sopratutto per restauri di argenteria / gioelli. In pratica è un composto (piuttosto tossico) che cede zolfo, il quale forma complessi con l'argento (solfuri ma non solo), responsabili della colorazione arcobaleno di certe patine (lo zolfo in tracce c'è anche nell'aria, certo servono decine di anni)

Mai usato però... immagino richieda pratica per non fare pasticci

http://www.ganoksin.com/borisat/nenam/liver_of_sulfur.htm

http://www.patina.ca/videos-part-liver-of-sulfur-patinas-%5Bb160j_DXgRw%5D.cfm

ciao

A me questi artefizi non piacciono. Mi sembra di "volere" ma non "potere". E' come volere una lamborghini ma avendo solo una scenic la elaboro da 600cv. Resta sempre una scenic, ovvero resta sempre una moneta lucidata e nel tentativo di farla sembrare una moneta che non lo è più la artefaccio.

Non dico che sia più bella una patina o un'altra. Penso solo che la moneta intatta, patinata più o meno, ha toccato migliaia di dita, e lucidarla sembra un po' annullare questa parte di storia...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rickkk

Pian pian... non stiamo parlando di lucidare, ma di lavare... ben diverso!

Io amo le patine e prima del 4 bese non ho mai lavato nessuna moneta. Se avessi lasciato così quella moneta, tempo qualche anno e sarebbe stata tutta verde. Il mio è stato un piccolo restauro e ci stava tutto

Ciò non toglie che a molti le patine non piacciano e preferiscano monete di cento o più anni ancora color ghiaccio... un noto e aihmè compianto commerciante sfoggiava sempre un vassoio con pezzi da novanta che sembravano appena usciti dalla zecca... e non le vendeva certo a metà del prezzo di catalogo, anzi!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carledo49

Sono piuttosto d'accordo con Rickkk, una moneta lavata non mi pare perda il 50% del suo valore; si parla solo di banale lavaggio che molte volte è necessario e terapeutico anche se questa pratica è stata purtroppo estesa a livello industriale ed abusata.

Chi subisce deprezzamento (anche se bisogna vedere bene il tondello trattato) è la lucidatura e peggio la spazzolatura che deturpa con strie i fondi. Si parla di patine a bersaglio che alla maggioranza di noi non piace, di patine pesanti e crostose che limitano e nascondono bellissimi rilievi, di patine arcobaleno, irregolari e non uniformi, di patine nero fumo piuttosto brutte ed antiestetiche, di patine artificiali........

A questo punto che si può fare per rendere una moneta che in origine con queste patine ci risulta sgradevole ed antipatica? Suvvia signori, un lieve lavaggino non ha mai ammazzato nessuno. La moneta, rimessa in condizioni decenti e lasciata riposare nella sua sede, tornerà al vecchio splendore che merita e.............il compianto commerciante ce lo insegna.

Carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

renato

21e0mth.jpg14ildfs.jpg

2nc2ywg.jpg1037gp3.jpg

è tanto bella una sana patina segno del tempo, uniforme e gradevole, quanto un lustro ghiacciato di moneta stato zecca... :rolleyes: :rolleyes: ...ma è solo una mia opinione...e poi se la patina è brutta...non uniforme...pesante...non bisogna tenerla mica per forza...lavaggio fatto con cura ...e la patina si riformerà col tempo....

renato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lgmoris

Io sono della opinione che le monete andrebbero lasciate stare. Unica eccezione il restauro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×