Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
caesar85

BANCONOTE NUMERI VERDI

Risposte migliori

caesar85

Ciao a tutti..

Molto spesso abbiamo avuto modo di parlare delle banconote dai numeri verdi che sono in giro sul mercato.. E si è detto che esse non costituiscono una varietà rara in quanto sono ottenute mediante alterazione artificiale, attraverso trielina o altri solventi organici (ognuno di noi potrebbe farlo). Quindi valgono proprio quanto quelle normali..

Il dubbio è stato definitivamente chiuso da Crapanzano, che anni fa si è attivato per cercare di rispondere alle domande di molti collezionisti, che vedevano questa varietà sul mercato.

http://www.banconote.it/visual_risposta.php?id=8

Tuttavia i numeri verdi continuano ad essere venduti sul mercato a prezzi maggiorati. Non solo: se questo può essere ammesso da venditori che lo fanno diciamo in buona fede, mi sono imbattutto in una inserzione in cui queste banconote vengono addirittura certificate come originali da periti numismatici professionisti.

http://cgi.ebay.it/L-50000-BERNINI-L100000-NUMERI-VERDI-CERTIFICATI-QFDC-/220774375125?pt=Banconote_Italiane&hash=item33672d9ed5#ht_500wt_715

Come si può spiegare questa cosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guysimpsons

E' un argomento già trattato... qualcosina trovi QUI e altro QUA

Ad ogni buon conto il tuo post apre 2 domande:

la prima, la più semplice è "perchè ci sono in commercio ancora queste banconote e perchè i prezzi salgono vorticosamente ?"

A questa posso risponderti con una frase che diceva spesso un signore amico di famiglia che di affari e della vita in generale aveva capito tutto

"Nella vita ci sono i polli e gli acchiappa-polli" (tradotta ed edulcorata dal piemontese).

Quindi ci saranno sempre quelli che proporranno le "varianti" e quelli che le compreranno, spesso se questi venditori documentano le loro offerte con perizie numismatiche.

Con questo mi ricollego alla seconda domanda: con che faccia un perito può periziare una banconota con tanto di timbro e firma come "numeri verdi raro" ??

I casi sono 2: o Crapanzano non capisce un tubo e dice stupidaggini sull'argomento o il perito è uno che, pur di far soldi di farebbe la perizia anche dei soldi del monopoli.

Modificato da Guysimpsons

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apulian

I casi sono 2: o Crapanzano non capisce un tubo e dice stupidaggini sull'argomento o il perito è uno che, pur di far soldi di farebbe la perizia anche dei soldi del monopoli.

Io penso che, come per ogni parere professionale quale è una perizia, c'è un perito che la pensa in un modo e uno che la pensa in un altro.

Crapanzano la pensa così, il perito in un altro modo.

A quanto ho capito, al di là della sentenza cassatoria di Crapanzano, qualche "numero verde" originale è effettivamente uscito, raggiungendo prezzi vertiginosi. Quando alcuni "furbetti" hanno capito che era possibile alterare senza troppa fatica i numeri di serie e ottenere alti guadagni, la febbre del "numero verde" ha dilagato :ph34r:

Personalmente non spenderei mai quelle cifre per una varietà (molto) probabilmente artefatta. Magari il perito è nel giusto e sa il fatto suo, ma io mi terrei lontano: tutti quei soldi si possono utilizzare altrove e meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guysimpsons

A quanto ho capito, al di là della sentenza cassatoria di Crapanzano, qualche "numero verde" originale è effettivamente uscito, raggiungendo prezzi vertiginosi. Quando alcuni "furbetti" hanno capito che era possibile alterare senza troppa fatica i numeri di serie e ottenere alti guadagni, la febbre del "numero verde" ha dilagato :ph34r:

E' questa la cosa importante !

SE è vero che effettivamente sono usciti dei "numeri verdi" non tarocchi allora la perizia assume un valore cruciale: servirebbe a determinare che quella banconota fa parte del gruppo di banconote varianti originali e non create ad hoc !

Però è sicura questa cosa ? Io ho sentito da una parte la "sentenza cassatoria" di Crapanzano e dall'altra diversi periti che hanno messo "la loro faccia" periziando banconote numeri verdi. C'è qualcuno in possesso di qualche argomentazione sulla questione ?

Quante sono le banconote ? Quali serie ? Di quali valori ci sono le varietà ??

SE invece fosse tutta una bufala...

Io personalmente la penso come Crapanzano e, a prescindere, sposo la tesi:

Personalmente non spenderei mai quelle cifre per una varietà (molto) probabilmente artefatta. Magari il perito è nel giusto e sa il fatto suo, ma io mi terrei lontano: tutti quei soldi si possono utilizzare altrove e meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apulian

quindi, finchè non riusciremo a distinguere con assoluta certezza i numeri verdi originali da quelli farlocchi.... meglio tenersene lontani :ph34r: :ph34r: :ph34r: :ph34r: :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caesar85

Il punto è che la "sentenza cassatoria" non l'ha data Crapanzano, ma i più alti vertici della Banca d'Italia, su invito di Crapanzano: quindi di banconote coi numeri verdi dalla Banca d'Italia non ne sono uscite, questo è poco ma sicuro.

Secondo punto. Anche se di banconote coi numeri verdi ne sono uscite (e non è vero), se quelle periziate fossero originali acquisirebbero un prezzo moolto più elevato, proprio perchè sono originali, e quindi rare.

E secondo voi, un commerciante che perizia una 2000 marconi numeri verdi come originale la vende a 20 euro invece di 3 euro??? Mi sembra che un perito che fa questo: o non sa che i numeri verdi si possono ottenere artificialmente (e quindi non è un professionista e dovrebbe fare un altro lavoro); o lo sa, ma ogni occasione è buona per spuntare qualche decina di euro in più ai polli (e quindi è un truffatore).

Di una cosa potete stare certi: se quelle banconote fossero davvero RARE come scrive il perito sulla perizia, i commercianti le venderebbero a prezzi esorbitanti. Visto che invece il prezzo aumenta solo di poco, in realtà è un modo per guadagnare qualche euro in più dal pollo di turno.

Che cose!! :(

Modificato da caesar85

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guysimpsons

Il punto è che la "sentenza cassatoria" non l'ha data Crapanzano, ma i più alti vertici della Banca d'Italia, su invito di Crapanzano: quindi di banconote coi numeri verdi dalla Banca d'Italia non ne sono uscite, questo è poco ma sicuro.

Hai mica un link, documento... che certifichi quello che stai affermando ?

Perchè questo è il punto cardine della discussione.

E secondo voi, un commerciante che perizia una 2000 marconi numeri verdi come originale la vende a 20 euro invece di 3 euro??? Mi sembra che un perito che fa questo: o non sa che i numeri verdi si possono ottenere artificialmente (e quindi non è un professionista e dovrebbe fare un altro lavoro); o lo sa, ma ogni occasione è buona per spuntare qualche decina di euro in più ai polli (e quindi è un truffatore).

C'è chi la vende a ben di più di 20 euro...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caesar85

Io ho comprato una 2000 Marconi numeri verdi in FDS al facciale, da un noto collezionista ed esperto di numismatica, che mi ha confermato che i numeri verdi si ottengono artificialmente: quindi...

Ecco il link, parla il Prof. Crapanzano: http://www.banconote.it/visual_risposta.php?id=8

E poi, grande Crapanzano!! Ha invitato tutti i commercianti a restituire i soldi illecitamente sottratti ai collezionisti per la vendita di questi tarocchi.. Davvero grande!

Secondo me su ogni catalogo dovrebbe essere scritto questo che stiamo dicendo, come fa Crapanzano nel suo catalogo per altri casi di contraffazione delle banconote: la corretta informazione è necessaria per i collezionisti. Chi omette di farlo e scrive il falso è in mala fede.

Modificato da caesar85

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guysimpsons

Ecco il link, parla il Prof. Crapanzano: http://www.banconote.it/visual_risposta.php?id=8

Grazie 1000 !!

Mi piacerebbe poter leggere l'articolo pubblicato su Cronaca Numismatica di settembre 1994, anche per "sbatterlo in faccia" a chi propone tali nefandezze.

Secondo me su ogni catalogo dovrebbe essere scritto questo che stiamo dicendo, come fa Crapanzano nel suo catalogo per altri casi di contraffazione delle banconote: la corretta informazione è necessaria per i collezionisti. Chi omette di farlo e scrive il falso è in mala fede.

Anche secondo me sarebbe giusto allertare i collezionisti !!

Ora il mio dito accusatorio cade contro i periti che certificano le suddette banconote come rare, come varietà "numeri verdi" .

Posso anche giustificare chi le propone su siti di commercio on line, che potrebbero ignorare la questione del tarocco.

Ma chi fa il perito di mestiere NO ! Non posso accettarlo !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apulian

Tuttavia i numeri verdi continuano ad essere venduti sul mercato a prezzi maggiorati. Non solo: se questo può essere ammesso da venditori che lo fanno diciamo in buona fede, mi sono imbattutto in una inserzione in cui queste banconote vengono addirittura certificate come originali da periti numismatici professionisti.

http://cgi.ebay.it/L-50000-BERNINI-L100000-NUMERI-VERDI-CERTIFICATI-QFDC-/220774375125?pt=Banconote_Italiane&hash=item33672d9ed5#ht_500wt_715

questo venditore è anche perito NIP

311ut10.jpg

Una segnalazione alla NIP non sarebbe una cattiva idea :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

poli1

salve a tutti vorrei chiedervi che senso ha artefare una banconota che vale pochi euro.

evidentemente come al solito ognuno tira l'acqua al suo mulino.

secondo me puo' benissimo essere un errore in fase di produzione.

post-26163-0-34014200-1310154738_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

poli1

aggiungo che la banconota e' sicuramente originale altrimenti spiegatemi come si fa a togliere un nero e mettere un verde?

guardando bene la banconota si vede benissimo che cambia tutta la tonalita' non solo nei numeri

mi occupo di stampa e vi posso assicurare che ci vuole poco a fare un errore del genere se di errore si tratta.

l'unica cosa che non mi spiego e che cambiando la tonalita' dei numeri doveva cambiare anche quella della scritta (banca d'italia 2000 lire duemila)

io azzardo una ipotesi sono banconote uscite dalla banca d'italia create non per errore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caesar85

E' stato dimostrato che usando la trielina si ottiene quel risultato.

Quello che lei dice è stato ampiamente confutato in varie occasioni da esperti del settore e dai più alti funzionari della Banca d'Italia (http://www.banconote.it/visual_risposta.php?id=8) quindi mi sembra inutile l'ulteriore tentativo di far passare per buone banconote che è ormai risaputo essere artefatte.

Quindi, se secondo lei è stato un errore in fase di produzione, siamo spiacenti di dirle che questo può essere escluso nella maniera più assoluta: dalla Banca d'Italia, quel tipo di banconote non sono mai uscite.

Si chiederà il motivo che spinge a modificare banconote che valgono pochi euro: beh, il motivo è quello di farle valere (ingiustamente) ancora qualche altro euro in più. E finchè i collezionisti non saranno informati sul punto, questo malcostume sarà ancora diffuso...

Io stesso posseggo delle banconote Marconi numeri verdi: mi sono state vendute al facciale da un noto collezionista al quale, giustamente, non gli è passato neanche per l'anticamera del cervello di farle passare per varietà rara (come purtroppo succede con alcuni commercianti). E ciò mi è stato confermato anche dal Prof. Crapanzano.

Quindi, spererei con tutto il cuore che si tratti di varietà uscita da bankitalia, perchè avrei in casa un piccolo tesoro, ma sappiamo tutti che non è così.. ;)

Modificato da caesar85

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

poli1

salve avrei visto volentieri la loro dimostrazione , "neanche jucas casella ci riuscirebbe"non vorrei insistere con la mia teoria ma non vedo come la banca d'italia avrebbe potuto ammettere una cosa di questo genere.

saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MassyGiovy7577

salve avrei visto volentieri la loro dimostrazione , "neanche jucas casella ci riuscirebbe"non vorrei insistere con la mia teoria ma non vedo come la banca d'italia avrebbe potuto ammettere una cosa di questo genere.

saluti

In effetti la Banca d' Italia non dice secondo mè tutta la verità......Per i Numeri Verdi non Mi esprimo, ma secondo mè il 2000 lire Galileo è stato stampato con differenti toni di colore e quello azzurrino secondo mè non è un artefatto......Ciao Massy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caesar85

Massygiovy, quindi devo credere che sei più esperto in materia di Crapanzano e altri numismatici!

Se leggi il catalogo di Crapanzano, proprio nella pagina delle 2000 Galileo, il prof. mette in guardia i collezionisti da questo tipo di modificazioni artificiali delle banconote.. E invece di ringraziare chi ci mette in guardia da questo tipo di truffe, sollecitando indagini anche da parte degli alti funzionari della Banca d'Italia, noi dubitiamo di quello che dice?!? Bah, vi giuro che non vi capisco proprio..

Esistono varietà di banconote stampate su carta bianca e carta verdina (COLOMBO I TIPO); stampate su carta ocra (VERDI II TIPO); con fibrille o senza fibrille (ARETUSA, LEONARDO, MANZONI)... Altre varietà sono assolute invenzioni..

Modificato da caesar85

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

poli1

infatti si vede benissimo almeno quella che ho io che non e' stata assolutamente manomessa,

ognuno dice quello che vuole ma bisogna credere per prima cosa a quello che si vede.

saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MassyGiovy7577

Massygiovy, quindi devo credere che sei più esperto in materia di Crapanzano e altri numismatici!

No Caesar, Magari Fossi più esperto del Crapanzano :lol: Dico solo che la Mia banconota da 2000 lire Galileo in FDS di diverso colore detto Azzurrino Acquistata da un Banchiere di Milano ( pagata 15,00) il Quale Giura di avere messo da parte alcune di quelle banconote proprio nel periodo di utilizzo circa negli Anni 80, e quindi quando ancora NON era ricercato dai collezionisti per la sua differenza di colore......Mi spiace ma io credo più al Banchiere che tra l' altro conosco molto bene e Non avrebbe nessun motivo per dirMi il contrario.....Detto questo sono il primo a dire che queste banconote che siano azzurrine o che abbiano i numeri verdi NON vanno pagate 1 euro in più del valore di mercato che hanno le loro simili. Quindi le trovo di Nessuna Rarità ma semplicemente Curiosità. Ciao Massy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caesar85

Mah, da quello che risulta da questa discussione ci sono molte opinioni contrastanti.. La mia personale è che non ho motivo di non credere a ciò che dice Crapanzano.. oo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×