Jump to content
IGNORED

SALVATE LE MIE MONETE!!!!!


dupondio
 Share

Recommended Posts

Cari amici ho delle monete che sotto la cera che ho dato tempo fa dopo una sana pulizia, rincominciano a fare il cancro !!! che cosa posso fare? come devo trattarle? se le metto in acqua demineralizzata con la cera che succede...guardate la foto e datemi un consiglio

P:S: vi piace la moneta??

Link to comment
Share on other sites


Cari amici ho delle monete che sotto la cera che ho dato tempo fa dopo una sana pulizia

Il mio timore è che "sana pulizia" stia per qualcosa di non molto adeguato, ma da quando in qua si mettono le monete sotto la cera? :mellow:

Osservando bene la moneta trovo una certa regolarità del conio, insolita.

A me sinceramente dalla fotografia sembra di vedere una patina insolita, ma se fosse cancro avrebbe un colore fluorescente, se così forre quarda nei manuali il metodo del benzotriazolo, anche se prima di ogni cosa dovresti immergere le monete in pura acqua demineralizzata (senza cera), la moneta avrebbe potuto essere molto bella con la sua patina, ma va bene anche così...

Edited by Reboldi
Link to comment
Share on other sites


Grazie per le risposte.

Premetto che la moneta l ho comprata gia pulita quindi non sono responsabile del danno sulla patina,la mia SANA PULIZIA è intesa solo con l'immersione della moneta in accqua demineralizzata,per curare il cancro,che dalla foto non si vede,bene ,ma c'e'.Per quanto riguarda la cera che si usa per le monete,mi sembra di aver capito che non sia un danno usarla, ma se cosi fosse posso tornare indietro sui miei passi,ditemi voi

GRAZIE

Link to comment
Share on other sites


Massimino II una mia piccola ed innocente :rolleyes: mania ... a prima vista non si vedrebbero tracce di Cancro ( ma tu per cancro cosa intendi ?? vedi residui di polvere azzurra crearsi costantemente ? )

Ti posto un Massimino della stessa Zecca , ma di un'altra officina per un confronto stilistico.

Foto post-119-1137672747_thumb.jpg

x Dupondio : non è un Follis che si incontra tutti i giorni !!

Edited by Silla
Link to comment
Share on other sites


Si la polvere azzurrina anche se piano piano nel corso degli anni mi sembra che aumenti.Tengo molto a questa moneta perche' non e' comune,quindi ho paura che si rovini

Mi capisci????

Link to comment
Share on other sites


Dalla foto non mi pare di vedere tracce di cancro, ma se dici che periodicamente ricompare una polvere azzurrina, allora di cancro deve trattarsi.

Prima di usare il metodo del benzotriazolo (è descritto nei manuali) devi togliere la cera che hai messo sulla moneta. Non credo che per fare questo possa bastare un bagno in acqua demineralizzata. Al limite puoi provare con dell'alcool (quello puro, senza aggiunta di profumi) o con l'acetone. Non usare alcool o acetone direttamente, usa piuttosto un batuffolo di cotone imbevuto.

Poi facci sapere come è andata, ciao ciao

Link to comment
Share on other sites


Al limite puoi provare con dell'alcool (quello puro, senza aggiunta di profumi) o con l'acetone.

L'alcool sarebbe l'ultimo prodotto che utilizzerei su una moneta romana

L'acetone serve solamente per accertarsi che la patina non sia fardulla, anche se io per ora mi astengo da questa pratica, la cera và si utilizzata, per monete appena restaurate, la cui coesione necessita l'impiego della cera per ammorbidire i due strati, fra patina/metallo, proteggerlo ed è comunque da utilizzare in minima quantità dopo che la moneta è stata pulita in acqua demineralizzata, puoi rimuovere i sedimenti cancrosi con uno spazzolino a setole medie/morbide, sciacquando più volte con acqua demineralizzata, una volta tolto il cancro, potrai utilizzare la cera, ma sulla moneta non dovrà esserci nemmeno lo 0,01% di residuo di cancro

Link to comment
Share on other sites


L'acetone serve solamente per accertarsi che la patina non sia fardulla,

L'acetone è un solvente, e nel nostro campo (monete romane) può essere utilizzato per smascherare patine rifatte (riesce a "sciogliere" i vari smalti di cui spesso sono fatte le patine artificiali). Ma l'acetone, essendo innocuo per la patina autentica di una moneta (ho provato varie volte e non è successo nulla alla patina), ed ancor più innocuo per il metallo della moneta, può essere utilizzato nel tuo caso anche per togliere la cera sulla moneta se, come credo, non dovesse bastare un bagno in acqua demoneralizzata.

Link to comment
Share on other sites


L'alcool sarebbe l'ultimo prodotto che utilizzerei su una moneta romana

L'alcool puro se tenuto a contatto per molto tempo (più di 3- 4 giorni) può rendere più porosa la patina (è descritto anche in "restauri" dove si spiega l'uso del benzotriazolo) tanto è vero che la base del composto con benzotriazolo è l'alcool.

Per eliminare le cere esistono dei prodotti appositi e forse l'acetone potrebbe funzionare (non ne sono sicuro, non lo ho mai provato a questo scopo).

Come è l'ambiente in cui tieni la moneta? E' particolrmente umido?

Link to comment
Share on other sites


Grazie per l'attenzione, si è un po umido ma non pi di tanto provero' a fare un bel bagnetto a 4 o 5 monete che ne hanno bisogno tra cui 3 greche,e poi vi faro sapere i risultati.

Grazie a presto ciao.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.