Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
iaco96

MG Metaponto

Risposte migliori

iaco96

Buongiorno ho visto questa moneta in un'asta e, poichè sono sempre stato attratto dalle spighe di Metaponto l'ho acquistata; ora non sono particolarmente esperto di questa monetazione quindi vorrei sapere il vaso presente all'estremità della spiga che emissione e zecca rappresenta inoltre vorrei sapere cosa ne pensate della moneta e, se possibile qualche sito dove potrei documentarmi sulle emissini e la simbologia delle monete di Metaponto.

Grazie..

post-13295-0-49427000-1316699026_thumb.j R

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Si tratta di una gradevole moneta di Metapontum e mi complimento per l'acquisto.

Se sei interessato alla tematica della spiga, essa ricorre con regolarità nella monetazione di Metapontum e le varie emissioni sono caratterizzate dalla presenza di simboli accessori e dal diritto che può recare una testa maschile elmata o una testa femminile di vario stile. In precedenza ci sono emissioni arcaiche, con spiga in incuso.

Il testo di riferimento per l'argento di Metapontum è dato da due volumi, che si possono trovare ad esempio su Amazon:

1) http://www.amazon.com/Coinage-Metapontum-revised-Numismatic-Monographs/dp/0897222024

2) http://www.amazon.com/Coinage-Metapontum-Numismatic-Monographs-ANSNNM/dp/0897222369

Nel caso specifico del tuo esemplare, esso si trova nel secondo dei suddetti volumi, al n. D4.15 (che corrisponde a Historia Numorum n. 1625).

In realtà l'anfora che si vede non è una sola, ma è doppia e sormontata da un astro e sotto la foglia ci sono le lettere greche phi e I. La seconda anfora è fuori tondello e sotto la foglia si può intravvedere la lettera phi.

Questa emissione, una delle più comuni della serie degli stateri di Metapontum, risale al 290-280 a.C. circa.

Allego un esemplare simile, di conservazione migliore e con particolari più completi:

post-7204-0-32423700-1316875381_thumb.jp

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dracma

Una breve integrazione all’ottimo intervento di Acraf.

Appare di estremo interesse l’osservazione di M. Caccamo Caltabiano che la sigla phi compaia al rovescio sia di stateri con testa di Demetra (Johnston A8.1-8.4; 8.7-8.28) che su quelli con testa di Persefone (Johnston C11.2-11.8; D4.7-4.19, 5.1-5.2), elemento che suggerisce la sostanziale contemporaneità delle serie in questione piuttosto che la loro progressione, come ipotizzava la Johnston. L’omogeneità cronologica delle serie sembrerebbe peraltro trasparire dai simboli posti a corredo della spiga, costituiti sempre da vasi, benché di varia tipologia (kantharos, oinochoe, anfora, due anfore).

Su tutta la questione si veda M. Caccamo Caltabiano, Le monete di Metaponto e l’influenza di Agatocle, in S. Mani Hurter – C. Arnold-Biucchi, Pour Denyse. Divertissements numismatiques, Bern 2000, pp. 33-46.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36

Vi mostro un rovescio con Pan che suona il flauto ...post-8209-0-40218300-1320270079_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Mi complimento vivamente con dracma per il pertinente riferimento al lavoro di Caccamo Caltabiano, che si inserisce in un suo filone di ricerca sull'iconografia di Demetra. Purtroppo lo studio citato non è scaricabile su internet (per fortuna ho il volumetto Pour Denyse. Divertissements numismatiques, Bern 2000 e posso scannerizzare l'articolo da inviare solo per via personale), mentre esiste un altro, più generale, che può essere scaricato dal sito di Academic.edu (molto interessante):

http://http://unime.academia.edu/MariaCaltabiano/Papers/435701/Il_ruolo_di_Demetra_nel_documento_monetale

Bellissimo l'esemplare postato da rorey36, con il simbolo Pan (o più genericamente Satiro) che suona il flauto.

Sul corpus di Johnston esso dovrebbe corrispondere a D2.8, anche se bisogna controllare il conio del diritto.

Infatti con questo simbolo sono noti 4 conii del rovescio, abbinati a 3 conii del diritto.

I didrammi metapontini sono piuttosto monotoni come tipologia, ma sono ravvivati dalla presenza di vari simboli, anche abbastanza elaborati, rendendo possibile per chi è interessato una loro raccolta "specialistica".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36

Ecco il diritto : ( 2.8 dovrebbe corrispondere come catalogazione)

post-8209-0-54188600-1320410307_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Confermo la classificazione: Johnston D2.8.

Complimenti per la moneta!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

iaco96

beh grazie veramente a tutti per le informazioni. Le spighe mi piacciono proprio tanto :rolleyes:

Modificato da iaco96

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×