Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
eg1979

DOMANDA N°1

Risposte migliori

eg1979

Ciao!

inauguro con questo post una serie di domande che mi sono venute studiando accuratamente le monete romane.

Domande particolari, a cui non so se saprete rispondermi.

Ecco la prima.

In moltissime monete del basso impero ci sono tantissimi simboli sui rovesci, lettere in campo destro e sinistro, croci, asterischi, chi-ro simboli come quelli della zecca di Siscia, ecc.

Che significato avevano?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apostata72

Alcuni simboli avevano un valore puramente simbolico (vedi tau-rho), altri forse rappresentavano monogrammi degli incisori (vedi strani simboli sui gloria romanorum di valentiniano), o monogrammi non meglio identificati (ma credo di valenza religiosa); nel periodo delle teodosiane il dot forse rappresenta la distinzione fra la prima emissione e la seconda emissione.....il ramoscello di palma è un segno di deferenza imperiale-religioso. insomma il valore dei segni dipende dai contesti e non credo che sia sempre decifrabile...purtroppo

...E' quel poco che so io

La doomanda è comunque molto interessante!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Satrius

anche io mi sono posto spesso questa domanda e ho notato che questa simbologia raggiunge il culmine sotto costantino e crispo ma inizia ben prima di loro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Satrius

ho anche notato che i vari simboli non sono collegati all'officina e spesso si trovano monete identiche ma di officine diverse con gli stessi simboli.

ecco 2 crispi da poco comprati che hanno un sole in esergo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cercete

IL fatto è che dobbiamo metterci in mente che le monete circolavano ovunque, soprattutto gli "spiccioli". Il mondo antico è fatto di simboli dei quali oggi abbiamo perduto il vero significato. Nell'impero pochissima gente sapeva leggere..ed ecco i simboli che riconducevano alla zecca o ad un particolare avvenimento...anche mitologico....direi che il mondo anrìtico ci parla con le immegini....ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

agrippa

Bellissimi i due Crispo di Vento.

Grazie per averceli mostrati. :D

Entrambi RIC VII, Siscia 181

La 1^ epsilon SIS sole che sorge è della 5^ officina

La 2^ ASIS sole che sorge è della 1^ officina

agrì

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Satrius

secondo me già da queste due monetine si potrebbe dire che i simboli non erano un segno distintivo di zecche come molti hanno ipotizzato (ma ci sono casi in cui lo sono davvero).

secondo voi potrebbero essere parte integrante della legenda?? si può parlare di una cerca "legenda visiva"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Claudius

il cristianesimo (più o meno concepito come religione ufficiale) era il motivo che determinava il proliferare di simboli religiosi sulle monete e all'importanza che a questo l'imperatore voleva dare

vi posto un micro chi-rho su questi 9 mm di Arcadio

post-1465-1138835859_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

VERUS

Crispo - Siscia

GAMMA SIS Sole nascente

III officina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

VERUS
secondo me già da queste due monetine si potrebbe dire che i simboli non erano un segno distintivo di zecche come molti hanno ipotizzato (ma ci sono casi in cui lo sono davvero).

secondo voi potrebbero essere parte integrante della legenda?? si può parlare di una cerca "legenda visiva"?

93735[/snapback]

Personalmente credo che i simboli non avessero tanto relazione con la zecca o con

l'officina (come mostrao i tre Crispo di officine diverse), ma piuttosto con una

specifica emssione

Non penso che facciano parte di una "legenda visiva" (mi piace molto questa espressione di Vento) perché, in tal caso, credo che non sarebbero state collocate in esergo.

Ciao a tutti - P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Satrius

giusta osservazione quella della collocazione in esergo...dunque che funzione potremmo dare a questi simboli?

ps. vedendo alcune monete mi sembra che la palma è molto usata sulle monete del tipo "VOT X" o simili mentre per Crispo è molto diffuso l'uso del sole che sorge

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

agrippa

Grazie Verus

Il tuo Crispo è da schianto :D :D

E' uno dei piu belli mai visti.

Anche le monetine di Claudius hanno il loro sottile fascino.

per gustarla meglio mi sono permesso di elaborarla... :D :D <_<

post-42-1138849417_thumb.jpg

Modificato da agrippa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×