Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
mamoph

Spunti per lo sviluppo di una collezione

Inviato (modificato)

Anno nuovo, collezione nuova... O meglio, nuovi sviluppi!

Amo le collezioni tematiche e la monetazione antica. In questi anni ho sviluppato una collezione di monete classiche a tema gorgone medusa.. Ora, con oltre cento diverse meduse, avendo quasi completato ciò che mi ero prefissato all'inizio (mi mancano in verità alcuni pezzi inavvicinabili economicamente che non so se potrò mai avere in collezione..) mi trovo nella situazione di capire che strada prendere.

Affascinato da medusa, vorrei continuare con tutti quei personaggi/elementi che ne costituiscono appunto il mito:

Poseidone

Colui che sedusse medusa e provocò l'ira di athena

Perseo

Colui che decollò Medusa

Atena

Colei che aiutò perseo nell'impresa di tagliare la testa a medusa dandogli il proprio scudo

Ermes

Colui che insieme ad Atena aiutó Perseo dandogli calzari alati e un falcetto (harpa)

Pegaso

Figlio di medusa e Poseidone, uscito dal collo decollato

Crisaore

Altro figlio di Medusa (qualcuno conosce monete con rappresentato questo guerriero)

Andromeda

Salvata dal mostro Ceto da Perseo grazie al potere pietrificante di Medusa

Oppure valutavo le rappresentazioni di medusa all'interno di altri soggetti:

Egida

Rappresentata singolarmente, sullo scudo di Atena o sulla corazza di imperatori

Triscele

Con al centro la testa di medusa

Oppure ancora elementi correlati:

Harpa

Il falcetto col quale perseo colpisce medusa, spesso rappresentato come unico soggetto in alcune emissioni greche

Serpenti

Oltre alla testa di medusa, il mito racconta che le gocce di sangue cadute dalla testadi medusa cadute nel deserto si trasformassero in serpenti

Coralli

Il mito racconta che le gocce di sangue cadute in mare dalla testa di medusa trasformassero le alghe in coralli grazie al loro colore e al loro potere pietrificamte... Qualcuno conosce emissioni con rappresentati coralli?

Poi ci sono temi correlati che però non riesco ancora a capire come poter sviluppare in una collezione numismatica:

Il femminino, L'importanza dei capelli, la mostruosità, la rappresentazione frontale, Ecc.

Ecco.. Idee? Consigli?

Quando si hanno troppi spunti si rischia di confondersi e disperdere le energie...

M :P

Modificato da mamoph

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la mia risposta è che devi saperlo tu quello che ti affascina di più come monetazione. magari cerca di fare su una serie che sei sicuro di completarla, sarebbe una gran soddisfazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao.

Secondo me sarebbe meglio che prima vedi i costi, vedi a quale economicamente ti puoi avvicinare poi l'inizzi cosi sei sicuro (o quasi )che potrai completarla.

Se vuoi un parere non collegato al fattore economico penso che Poseidone sarebbe un'ottima scelta sarebbe il " compagno " di medusa quindi una bella storia da raccontare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti sconsiglio Atena per non dover mettere in collezione almeno 37.000 monete che la ritraggono.

Ciao, e buone monete !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io cominceei collezionando una moneta per ogni soggetto da te indicato, poi dopo vedrai, le cose a volte vengono da sole!

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poseidone e Pegaso come ti ho già scritto in chat.

Le meduse di Baldwin's sono eccelse, ma costose...:P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti sconsiglio Atena per non dover mettere in collezione almeno 37.000 monete che la ritraggono.

Ciao, e buone monete !

Poseidone e Pegaso come ti ho già scritto in chat.

...

Già, Atena come Pegaso o Poseidone, hanno una gran quantità di emissioni...

io cominceei collezionando una moneta per ogni soggetto da te indicato, poi dopo vedrai, le cose a volte vengono da sole!

Alessandro

Forse questa sarà la mia scelta. In effetti, non ho interesse a collezionare tutte le Atena emesse, ma attorno al nocciolo della mia collezione (meduse e gorgoneion) vorrei avere una serie di monete che aiutino ad inquadrare e ampliare il mito di medusa e il valore che ha avuto nella cultura classica. Per questo magari opterò per un numero limitato di ognuno dei soggetti correlati, magari scelti per diversità di stile, epoca e zecca.

In realtà sono uno strano collezionista, non punto a concludere serie ma a correlare tra loro monete con temi diversi, emesse in periodi storici e luoghi diversi.

M :P

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In realtà sono uno strano collezionista, non punto a concludere serie ma a correlare tra loro monete con temi diversi, emesse in periodi storici e luoghi diversi.

M :P

Alla faccia dello strano! Per me questo è collezionare con criterio e passione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poi ci sono temi correlati che però non riesco ancora a capire come poter sviluppare in una collezione numismatica:

Il femminino, L'importanza dei capelli, la mostruosità, la rappresentazione frontale, Ecc.

Non conosco il "femminino", mi spieghi cos'è? Ciao e grazie, Giò

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

complimenti per la tua passione Mamoph

ti consiglierei di restare nell0intorno del mito di Medusa per dare piu spessore alla tua raccolta .

ok quindi a monete con rappresentazioni di Perseo, Andromeda ed eventualmente Pegaso. No arappresentazioni di Poseidone, Atena etc. a meno che non siano direttamente collegate al mito di Medusa.

Non credo che esistano monete con Crisaore (ma occorrerebbe fare una ricerca analitica) mentre per le rappresentazioni sull,egida

scegli tu, ve ne son o quante ne vuoi (ROMANE E GRECHE) e se non sono troppo dispersive sicuramente sono collegabilissime al mito che ti affascina . Minori come numero le triskeles ma anch'esse ovviamente perfettamente in tono. Auguri per la prosecuzione!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Poi ci sono temi correlati che però non riesco ancora a capire come poter sviluppare in una collezione numismatica: Il femminino, L'importanza dei capelli, la mostruosità, la rappresentazione frontale, Ecc. Non conosco il "femminino", mi spieghi cos'è? Ciao e grazie, Giò

Cara Giovanna, i temi correlati al mito di Medusa sono in assoluto gli aspetti più interessanti da sviluppare. Cercheró allora di proporre alcuni spunti partendo proprio da quello che mi chiedi.

Il femminino è la peculiarità del femminile. Femminile e maschile sono generi, cioè legati alla genitalità. Mascolino e femminino indicano aspetti peculiari e caratteristici. In particolare il femminino in Medusa, racchiudendo appieno questa ambivalenza, evidenzia il tema del rapporto tra maternità e distruzione: dà la vita nel momento stesso della sua morte.

Le grandi dee madri sono state tutte dee della fecondità: Gaia, Rhea, Era, Demetra in Grecia; Iside in Egitto, Kâlî presso gli Indiani... Nel simbolo della madre sono correlate vita e morte. Nascere significa uscire dal ventre della madre, morire è ritornare alla terra; la madre è la sicurezza della protezione, ma è anche il rischio di oppressione nell'ambiente ristretto e il pericolo di soffocamento nel prolungamento eccessivo della funzione di nutrice e di guida: la madre diventa allora la generosità che cattura e castra.

Il mito di Perseo e Medusa rappresenta lo scontro tra mascolino e femminino. Rappresenta le lotte che opposero uomini e donne durante il passaggio dalla società matriarcale alla società patriarcale. La maschera della Gorgone aveva la funzione di allontanare gli uomini dalle cerimonie sacre e dai misteri riservati alle donne, quelli che celebravano la triplice dea Luna. I seguaci dell'Orfismo (uno dei fenomeni religiosi più importanti della grecia del VI sec. a.C. da cui derivano i Misteri Eleusini e l'Oracolo di Delfi) chiamavano infatti la luna piena "testa di Gorgone". La maschera era anche indossata dalle ragazze vergini per allontanare il desiderio degli uomini. L’episodio della vittoria di Perseo su Medusa culminato nella decollazione di quest'ultima, evoca la fine dell’egemonia delle donne e la presa di possesso dei templi da parte degli uomini, divenuti padroni del divino che era loro nascosto dalla maschera ambigua di Medusa (Medusa è rappresentabile ma mai presentabile; Perseo stesso la vede solo nel riflesso dello scudo donatogli da Atena). Infatti la “donna” Medusa entra nella storia solo in quanto divisa da una decapitazione separatrice che respinge il femminile nelle profondità oscure del mondo. E' tra la mancanza e l’idolo che essa rappresenta con la sua divisione, che si apre lo spazio del desiderio e del potere maschile (questa ambiguità è ben rappresentata nella classificazione dell’animale che si chiama medusa che deve questo nome alla sua somiglianza con la testa di Medusa ma è annoverato nella categoria degli acefali!).

Ecco allora che in Medusa il femminino inteso come ambivalenza tutta interna all'idea della madre tra fertilità e distruzione è rappresentato perfettamente: dà la vita nell'attimo della morte ed esercita sull'uomo col suo sguardo letale e la sua misteriosa chioma una pericolosa fascinazione distruttrice. Medusa é allora la donna terribile che ogni uomo teme e combatte ma allo stesso tempo ricerca e ne viene affascinato.

M :P

Modificato da mamoph

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Capelli

I capelli mantengono uno stretto rapporto con la persona, rappresentano le proprietà dell'individuo e sono il concentrato spirituale delle sue virtù: sono uniti al loro proprietario da un legame anche dopo esserne stati separati. É il caso ad esempio del culto delle reliquie dei santi (ciocca di capelli) allo stesso tempo atto di venerazione e desiderio di partecipazione alle virtù. L'abitudine di conservare i riccioli dei bambini è legata allla volontà di far sopravvivere quel momento della vita dell'individuo.

I capelli rappresentano virtù o poteri dell'uomo: la forza, la virilità (ad esempio Sansone).

La capigliatura è una delle armi principali della donna e quindi assume particolare importanza il fatto che sia o visibile o nascosta, annodata o sciolta: è il segno della disponibilità, dell'offerta o non offerta e della levatura della donna. Maria Maddalena viene sempre rappresentata nell'iconografia cristiana con i capelli lunghi e sciolti. Le auguste della Roma imperiale hanno spesso complicate acconciature, così come le figure femminili sui conii siracusani.. L'idea di provocazione sessuale, legata alla capigliatura femminile ha origini arcaiche, e la figura femminile con una capigliatura di serpenti è Medusa. Un serpente con testa di donna è l'Inganno.

Serpenti

Simbolo fallico per eccellenza, negli antichi riti di fertilità aveva connessioni con la Madre Terra. È possibile che il serpente che accompagnava la dea greca Atena traesse la sua origine da una più antica divinità agricola alla quale essa si sostituì. Le stesse radici sembrano attribuibili al serpente nel cesto, che si trova nel mito sulla nascita di Erittonio, un personaggio generato dal seme di un dio versatosi a terra. Il rapporto tra il serpente e l'albero (simbolo di segno femminile) si trovava già negli antichi riti dedicati alla dea della fertilità Astarte. Simboleggiava tale rapporto l'immagine di un serpente attorcigliato a un tronco, che venne poi fatto proprio dalla mitologia ebraica come simbolo del serpente del Giardino dell'Eden. In Medusa il serpente è simbolo di morte. E sono diversi i casi di serpenti come procuratori di morte nell'antichità: l'aspide al seno di Cleopatra; il serpente attorcigliato alla caviglia di Euridice; il serpente attorcigliato al corpo morto di Cadmo presso la fonte; Lacoonte lotta per liberarsi dalla stretta di alcuni serpenti; Ercole neonato uccide a mani nude due serpenti; Apollo uccide il pitone con le sue frecce, solo per citarne alcuni.

Interessante per ultimo l'interpretazione moderna che dà Freud della testa di Medusa: feticcio per eccellenza in quanto oggetto adorato e privo di vita, simbolo della madre e della castrazione (i serpenti della testa sono altrettanti falli moltiplicati, castrati dall'atto della decapitazione) ma anche della sua consolazione (dona pietrificazione, simbolo di erezione). Ma qui stiamo andando troppo OT..

M :P

Modificato da mamoph

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Interessanti gli spunti che hai citati, Mamoph, però nessuno può aiutarti, solo tu puoi fare chiarezza nel tuo animo e capire dove convergono i tuoi interessi.

In linea di massima si può affermare che tutti quanti noi (chi più chi meno) cerchiamo un filo conduttore, un tema, per mettere ordine in ciò che è per definizione caotico e disordinato.

Chi colleziona monete moderne è molto fortunato, deve solo acquistare un catalogo e avere un buon conto in banca, dopodiché di scelte da fare ce ne sono poche. Per la monetazione classica invece, con milioni di monete emesse da migliaia di zecche, anche solo scegliere cosa collezionare può essere un problema. La monetazione imperiale si concede con relativa facilità mediante il dipanarsi di una fila di ritratti, ma sia la monetazione repubblicna che quella provinciale diventano problematiche. Se poi si passa a quella greca, il caos è totale! Complimenti quindi se riesci a trovare il bandolo di una collezione che riesca a coniugare bellezza e coerenza.

Posso dirti qual'è il mio criterio: le monete che scelgo debbano essere rappresentative dell'epoca da me individuata (nel mio caso la Roma tardorepubblicana e del primo impero), è un criterio storico quindi; non mi pongo preclusioni di metallo, di modulo, di zecca. Devono essere monete dalle quali "sprigioni" lo spirito dell'epoca, che siano testimonianza inequivocabile del loro tempo. Monete cioè che stimolino delle considerazioni, che facciano funzionare il cervello, che riescano a trasmettere qualcosa del lontano passato anche a chi non è ultraspecialista dell'argomento. Solo studiando e guardando molte monete si capisce quali sono e si affina il gusto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caro Mamoph...

ti consiglio di scrivere tramite MP a Medusa.

Non è uno scherzo!

Intendo la collega Lamonetiana...persona gentile, colta, gran Signora, esperta (specialista) ed appassionata delle stesse tematiche che ti intrigano.

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cara Giovanna, i temi correlati al mito di Medusa sono in assoluto gli aspetti più interessanti da sviluppare. Cercheró allora di proporre alcuni spunti partendo proprio da quello che mi chiedi.

Il femminino è la peculiarità del femminile. Femminile e maschile sono generi, cioè legati alla genitalità. Mascolino e femminino indicano aspetti peculiari e caratteristici. In particolare il femminino in Medusa, racchiudendo appieno questa ambivalenza...

Ciao Mamoph, quoto solo l'inizio dei tuoi interventi per continuità ma ti assicuro che li ho letti con piacere ed interesse per intero.

Sono sempre stata affascinata, fin da bambina, dai miti e leggende greche ed il simbolismo fa parte di questi interessi.

Ti ringrazio per l'esauriente spiegazione che mi ha dato e facendo mio il suggerimento di Piakos ti invito a contattare la cara Medusa, chi meglio di lei potrà consigliarti.

Per mio conto posso dirti che mi è capitato di vedere delle monete con la raffigurazione di Medusa, mi piacciono molto e trovo che mantengono il fascino che aveva la loro ispiratrice.

Io continuerei la collezione con Pegaso e poi con Perseo, che sono i due più vicini alla figura di Medusa e poi...ci penserei tra qualche tempo, con calma.

Grazie ancora. Giò :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?