Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Cesare Augusto

Stelle sull'arma:

Risposte migliori

Cesare Augusto

Capita, a volte di trovare stemmi relativi ad una stessa famiglia; ma con un numero di stelle diverso, una stella su uno stemma , due o tre stelle su altro stemma per il resto del tutto simile al primo... è un segno di prigenitura, seconda, terza e così via?

Grazie per quanto vorrete fare per aumentare le mie conoscenze in proposito e buona serata, meglio se la caldo davanti alla fiamma del camino...o del focolare neandertaliano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Corbiniano

Gentile amico, la ripetizione delle stelle in quantità via via crescenti è una caratteristica distintiva in uso presso le Forze Armate e i Corpi di pubblico servizio a esse assimilabili.

Non so se sia tipica dei Paesi della nostra cultura occidentale, o se sia estesa anche altrove.

Questo uso è popolarmente noto.

Ma di sicuro l'araldica non lo applica per indicare l'ordine di successione tra i discendenti.

Per farlo, negli stemmi si trovano talvolta i cosiddetti "segni di brisura", ossia specifiche figure (ad esempio lambelli, crescenti, stelle, eccetera) aggiunte allo stemma "di base" del genitore, e differenti a seconda dell'ordine di nascita del figlio.

Le brisure sono tuttora usate nell'araldica di area britannica, ma lo furono anche in Francia (almeno fino a Napoleone) e, durante il medioevo, anche da noi in Italia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Corbiniano

P.s.: scusa, dimenticavo... è proprio una serata da "camino acceso"...

Buona neve a chi ce l'ha, buonanotte a tutti indistintamente!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cesare Augusto

GrazieCcorbiniano; ma mi lascia ancora un dubbio quel "Per farlo, negli stemmi si trovano talvolta i cosiddetti "segni di brisura", ossia specifiche figure (ad esempio lambelli, crescenti, stelle, eccetera) aggiunte allo stemma "di base" del genitore, e differenti a seconda dell'ordine di nascita del figlio."

Puoi essere più preciso ? grazie ancora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

herald

in alcune casate europee, più spesso nel regno Unito, in Francia, in Germania, ma anche qui da noi, si usava "brisare" lo stemma dei rami cadetti. ciò significa che il primogenito continuaba ad alzare l'arma "originale", mentre gli altri fratelli ponevano una pezza o una figura araldica nuova nello stemma a seconda della genitura. Così era previsto che per "quella"casata il secondogenito avrebbe inserito "...." il terzo "...." e così via in modo da rendere evidente lo stato ed il rango del "ramo cadetto". le varie figure già richiamate, ma ve ne sono moltissime altre, si definiscono "brisure" ed erano rigidamente riportate secondo l'usanza della casata. la stella era una di queste brisure più frequenti, insieme al lambello, al crescente, alla bordura, allo scaglione ecc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Corbiniano

Grazie a te, Cesare Augusto, per il quesito.

E grazie all'amico Herald, che ha risposto :good: benissimo!

Un esempio di brisure ce lo dà questo schema (di fantasia), visibile su un sito francese di araldica ( http://leherautdarme...m/brisures.html ):

brisure.specifique.gif

Gli stemmi dei figli sono tutti "basati" su quello del padre, com'è giusto che sia, ma i primogeniti (ainé) lo cambiano aggiungendoci una figura più piccola (ossia la propria brisura: un lambello per l'esempio in alto, una stella per quello in basso).

Lo stesso fanno i figli seguenti, i quali però (per differenziarsi dal genitore e dal primogenito) usano altre brisure (negli esempi, e nell'ordine: un quarto franco; una banda diminuita; un crescente montante; una losanga).

Modificato da Corbiniano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cesare Augusto

Grazie per le preziose informazioni da cui mi pare di poter dedurre che la presenza di un numero diverso di stelle possa in un qualche modo essere indice della genitura; è possibile?

Ma ancora desiderrei approfittare della Vostra benevolenza e delle Vs. conoscenze: quale differente significato, se c'è, intercorre tra la stella a cinque punte, a sei od otto punte?

Grazie ancora ed un saluto da Cesare Augusto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Corbiniano

Ciò che varia con la genitura non è la quantità dei segni di brisura, ma i segni stessi!

;)

Lambello, crescente, stella, o quel che sia, solo uno se ne aggiunge allo stemma.

----

Sul numero dei raggi delle stelle, poi, ci si potrebbe scrivere un trattato... :blink:

In linea (molto!) generale, si potrebbe dire che il numero dei raggi può avere un significato, o può non averne nessuno, a seconda del contesto in cui la stella viene realizzata.

Un esempio per tutti: la stella a sei raggi.

Se la vedo in uno stemma del Trecento, probabilmente c'è perchè si tratta della forma più diffusa in quel periodo e in quella zona.

Se la vedo in una bandiera moderna, so che è il simbolo di un celebre Paese affacciato sul Mediterraneo.

La tua domanda è estremamente interessante, gentile amico, ma (come vedi) purtroppo :unknw: non ha una risposta condensabile nelle poche righe del nostro forum.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cesare Augusto

Grazie corbiniano per le preziose informazioni, un saluto da Cesare Augusto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×