Jump to content
IGNORED

Gita a San Marino


rainywinter
 Share

Recommended Posts

Ieri era il compleanno della mia ragazza, così abbiamo deciso di andare a far due passi a San Marino con il palese intento di visitare il suo bellissimo centro storico e con la recondita speranza di trovare qualche moneta sammarinese come resto (visto che poche settimane fa abbiamo rinvenuto un 2€ 2002 dalle nostre parti).

Così, armati di una quindicina di biglietti da 10 euro siamo entrati in altrettante attività commerciali per prendere caffè, aranciate, souvenirs, ecc, ecc e farsi dare più monete di resto possibili... ma NIENTE! :angry:

L'unico trofeo che ho riportato a casa è stato il 2€ 2005 ITALIANO (ironia sella sorte :P )

Comunque nonostante il vento gelido è stata una bellissima giornata: abbiamo visitato tutte le stradine del centro e siamo entrati nella prima torre (nella seconda c'eravamo già stati un paio d'anni fa) e ho finalmente visto anche la famigerata AASFN: ammirate lo sguardo fiero ed orgoglioso (ed anche un po' infreddolito) di esserne finalmente un abbonato! :P

1515200img8jr.th.jpg

Allora, visto che al termine della giornata avevamo in tasca circa 10 kg di monete ma nessuna di interesse, abbiamo deciso di entrare in un negozio di numismatica per acquistare quei pezzi che speravamo di trovare come resto.

Alla fine ne abbiamo visitati due (ovvero tutti quelli della città), ma devo dire che sono rimasto deluso da entrambi: infatti mi aspettavo negozi grandi e fornitissimi e soprattutto con prezzi più bassi della media italiana.

Invece il primo delle monete per l'ordinaria circolazione aveva soltanto gli 1,2,5 cent 2004, altrimenti aveva la divisionale 2005 che vendeva a 60 euro, mentre il secondo aveva soltanto il 20 e 50 cent del 2003 e 2005 e 1,2,5 2004 che vendeva a 4 o 4,50 euro ad annata.

Invece, di divisionali in lire, entrambi i negozi ne avevano poche e soprattutto mal conservate (nel senso che gli angoli della scatolina di cartone e a volte la scatolina stessa erano tutti rovinati) e per quelle degli anni 70 (le prime) chiedevano 10/15 euro l'una, quando sia su eBay che su molti negozi online vengono vendute a 7/8 euro.

Al contrario, entrambi era fornitissimi delle famigerate "euro-prove" di Malta, Andorra, Gran-Bretagna, ecc ecc che venivano venduite a cifre da capogiro e di orripilanti portachiavi con monete in lire o euro incastonate in squallidi cerchietti di metallo (povere monetine... che umiliazione... :( )

Tirando le somme, l'impressione che ho avuto è stata più quella di negozi "acchiappa-turisti" che negozi di numismatica e di questo sono un po' rimasto sorpreso e deluso.

Comunque, San Marino è davvero bellissima e merita comunque di essere visitata! ;)

Link to comment
Share on other sites


Inoltre - se hai notato - non c'è nemmeno un negozio di articoli per collezionisti (intendo vassoi, contenitori, oblò....).

Link to comment
Share on other sites


Inoltre - se hai notato - non c'è nemmeno un negozio di articoli per collezionisti (intendo vassoi, contenitori, oblò....).

96335[/snapback]

Già!

Nessuno dei due negozi è più fornito di quello della mia cittadina...

Link to comment
Share on other sites


Sì in effetti mi aspettavo qualcosa di più solenne anch'io.

Tipo un edificio antico con un portone in legno oppure anche qualcosa di moderno ma un pochino più grande.

All'interno due impiegate dietro un bancone di 3/4 metri di vetro con all'interno esposti perlopiù francobolli e qualche emissione in argento e oro.

Mah...

Link to comment
Share on other sites


Ma è quella la sede dell' AASFN? Ma è bruttissima...

96357[/snapback]

Nella foto si vede solo l'ufficio di vendita al pubblico: il resto degli uffici sono nel palazzo a destra (non visibile nella foto): comumque è un fabbricato in stile con gli altri di San Marino.

Daltronde San Marino, il fondatore, era un un tagliapietre dalmata dell’isola di Arbe fuggito dalle persecuzioni contro i cristiani dell’imperatore romano Diocleziano.

Se poi si considera che sono più i cittadini di San Marino residenti all'estero (emigranti) rispetto a quelli che vivono in Repubblica e che fino a 40 anni fa lo Stato di San Marino viveva solo di agricoltura, si può pensare che i sanmarinesi hanno fatto tanto per il loro sviluppo.

Non per polemizzare ma solo per chiarire e per amore di San Marino: nonostante che io abiti a 30 km di distanza e che l'abbia visitato spesso (e forse più di tanti sanmarinesi), per me ogni volta che vado in Repubblica è una 'festa'.

Ciao, wfratti

Link to comment
Share on other sites


Di lontane origini sanmarinesi non posso che confermare quanto detto qui sopra, ma aggiungo inoltre che per me è un vero dispiacere vedere ogni volta che salgo su (circa tre-quattro volte l'anno) solo negozietti di cianfrusaglie (balestre, portachiavi e cartoline varie)... E' decisamente meglio girare a Serravalle o Dogana, che quanto a turismo non offrono nulla, ma che almeno hanno dei veri negozi...

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.