Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
pombal

Le case d'asta e simili

Risposte migliori

pombal

A Dicembre ho partecipato all'asta di Inasta e mi sono aggiudicato quasi il 100% dei lotti richiesti per la modica cifra di oltre € 1.000,00. L'esperienza che avevo fatto con l'asta torinese mi insegnava che la percentuale di aggiudicazione era del 5% - 10%. Purtroppo non conoscevo ancora questo sito e navigando a vista ho toppato alla grande. Poco male, mi sono detto. Ho capito, anche dalle vostre discussioni, che ogni asta ha la sua regola. Ho iniziato a costruire, anzi ho irrobustito, lo scheletro della mia collezione. Però ci sono monete sparse, facenti parte di lotti eterogeneei, che non volevo tenere. Ho provato a conferirle per la prossima asta torinese e mi hanno dato una previsione di incasso che mi stata bene. Alcuni pezzi li avevo pagati mediamente di meno anche visto che trattengo altri dello stesso lotto più interessanti e di maggior valore. Ma alla fine mi è stato detto: consiglio di fare diversi lotti e comunque secondo noi non vale la pena aprire un conferimento per così poco.

Ho rilanciato aggiungendo altri pezzi (che tenevo di riserva cercando di scoprire i meccanismi) e mi è stato consigliato ancora di fare dei lotti con base d'asta totale di € 50. C'erano diverse monete (in maggioranza AG) Regno (anche 1 L. Quadr. 1917 FDC) e alcune contemporanee (AG - FDC). La speranza di realizzo è previsto il circa il triplo (netto di commissioni). Ma la certezza no! Chissà che lotti vengono fatti, quale base per ciascun lotto, ecc. Alla fine mi è stato consigliato, in verità garbatamente, di provare su Ebay.

Non potendo incidere sulla presentazione delle domande, ci si espone al rischio di invenduto da una parte e di un basso realizzo dall'altra.

In conclusione: è facile comprare alle aste, ma difficilissimo vendere, a meno che non sia una collezione ricca?

Mi domando se avessi proposte le uniche tre monete romane che ho, sicuramente mi avrebbero detto che sono comuni e che il lotto potrebbe arrivare a € X,XX, ovvero un terzo di quello che ho pagato, da loro qualche anno fa.

Probabilmente proverò con qualche negozio e non escludo che alcune cose appariranno sulla sezione Scambi. Tanto, essendo parecchio indietro, mi serve un pò di tutto.

Chi ne sa un pò di +, batta un colpo.

Pombal

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

max65

Ciao Pombal,

in effetti, lo sai bene anche tu,quando si tratta di comprare tutto ok,i problemi vengono quando si tratta di vendere.Secondo me ti conviene fare scambi qui nel forum oppure di vendere le monete che non ti interessano sui vari siti di numismatica con inserzioni gratuite sparsi nel web proponendo le tue monete a cifre appetibili ed adeguate in modo da attirare i collezionisti,altrimenti possono rimanerti invendute.

Saluti da Max65 ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rickkk

Beh,

dipende sempre dal materiale che uno propone all'asta... per le monete comuni o rare in media conservazione credo che ebay sia oggi la miglior soluzione, sia per chi vende che per chi compra.

Se la collezione è interessante la casa d'aste ha invece tutto l'interesse ad accettare il conferimento

Questo il mio parere,

ciao

R

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovenaledavetralla

Non è difficile venderle, basta fare la metà di quello che si è pagato e vedrai che la vendi subito. :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luigi78

In un catalogo d'asta le monete sono semplicemente di due tipi, della casa d'aste e di privati,

Avete mai visto una moneta stravalutata in partenza ? Sarà della casa d'aste,

Un ducatone di Mantova a 100 euro? Di un privato.

Noi che compriamo monete sapiamo (quasi tutti almeno) che se si compra a 10 si rivende al massimo a 7-8 (il discorso cambia in una trattativa tra privati)

Molte aste difficilmente accettano monete che non siano almeno bb o abbiano un valore inferiore a 200 euro, il resto è paccottiglia da inserire in lotti multipli, in fondo loro guadagnano dalle vendite ed è forse giusto così.

ps

se pago 100 una moneta in un'asta dovrò aggiungere tra il 15% e il 22%

un domani che rivenderò la stessa moneta magari a 100 dovrò sottrarre una commissione del 10%

Quindi se ne deduce che bisogna sapere cosa si sta facendo e non fare cose insensate

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×