Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
scacchi

Scuderie del Quirinale Roma Bisanzio la nuova Roma

Risposte migliori

scacchi

Bisanzio. La nuova Roma / Byzantium. The New Rome

1 ottobre 2012 - 31 gennaio 2013 / October 1, 2012 - January 31, 2013

(date provvisorie)

Scuderie del Quirinale, Roma

La mostra, basata su di un concept della Prof.ssa Silvia Ronchey e curata dai professori Claudia Barsanti, Alessandra Guiglia e Antonio Iacobini, fra i massimi esperti accademici di cultura bizantina in Italia, è la prima e più importante esposizione che l'Italia intende consacrare al lascito del mondo bizantino.

Un'iniziativa che intende proporre al pubblico la storia della nuova Roma raccontando le vicende della sua arte e quelle della sua letteratura, del suo pensiero, della sua spiritualità, rapportandole agli eventi politici e le strutture sociali, illustrandoli nel loro evolversi.

La mostra si propone di offrire al pubblico un'immagine completa dell'arte e della cultura di Costantinopoli e del suo impero. Un articolato percorso cronologico presenterà ai visitatori una rassegna di grandi capolavori sullo sfondo delle vicende storiche delle dinastie imperiali che si succedettero sul trono della nuova Roma, dalla sua fondazione alla sua caduta (330-1453). Un vasto pubblico potrà farsi un'idea chiara della storia della cultura bizantina, attraversandola in tutta la sua estensione nel tempo e nello spazio, lungo una spettacolare sequenza espositiva.

Il percorso si snoderà scandendo il Millennio bizantino nelle sue grandi epoche. Le partizioni interne condurranno il visitatore attraverso le differenti fasi politico-culturali e artistiche dell'impero d'Oriente: dalla fondazione di Costantinopoli alla sua caduta nel 1453.

All'interno del "racconto" cronologico, attraverso una serie di opere-chiave, un discorso monografico metterà in rilievo le diverse tematiche: il potere e la corte; la Chiesa; il culto delle immagini; Bisanzio e i classici: insegnamento, cultura, biblioteche; gli ultimi Bizantini: Bessarione, l'Italia, l'Europa.

Anche dopo la conquista ottomana del XV secolo, infatti, dalla memoria culturale di Bisanzio e dall'attualità politica del piano elaborato dalle potenze occidentali per il suo salvataggio, i riflessi dell'ultima élite bizantina e della tradizione dell'impero perduto si irradieranno su una moltitudine di opere d'arte italiane ed europee.

All'interno del percorso espositivo, un'attenzione speciale sarà infine riservata alla Polis, la città di Costantinopoli, e ad opere importanti provenienti dai musei e dalle collezioni della Turchia.

Based on a concept by Prof. Silvia Ronchey, with joint curatorship by professors Claudia Barsanti, Alessandra Guiglia and Antonio Iacobini, among the leading Italian academic experts of Byzantine culture today, it will be the first and most important show which Italyintends to dedicate to the legacy of the Byzantine world. An initiative which aims to offer the public the history of the new Rome, embracing it across the board and recounting not only its artistic aspects but also its literature, its thought and its spirituality, relating them to political events and social structures, illustrating their evolution over the eleven century.

The exhibition aims to offer a complete image of the art and culture of Constantinople and its empire. A well-constructed chronological itinerary will present visitors with a collection of great masterpieces against the backdrop of historical events concerning the imperial dynasties that succeeded to the throne of the new Rome, from its foundation to its fall (330-1453). A vast public will get a clear idea of the history of Byzantine culture, passing through its entire extension in time and space along a spectacular exhibition sequence.

The itinerary winds through the great epochs of the Byzantine millennium. The internal partitions lead the visitor gradually through the different political-cultural and artistic phases of the eastern empire: from the founding of Constantinople to its fall in 1453.

Within the chronological "story" a monographic argument will also be focused on a series of key artworks to highlighting the various sacred and profane themes: power and the court; the Church; the cult of images; Byzantium and the classics; teaching, culture, libraries; the last Byzantines: Bessarion, Italy, Europe.

Even after the Ottomans conquest in the 15th century, from the cultural memory of Byzantium and from the political topicality of the plan drawn up by the western powers for its safeguarding, the reflections of the last Byzantine elite and the tradition of the lost empire would shine on a multitude of Italian and European works of art.

The exhibition itinerary will include a special space – "The Polis" – dedicated to the city of Constantinople and to significant works coming from museums and collections in Turkey.

Modificato da scacchi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand
Supporter

Grazie per la segnalazione, di certo un'occasione da non mancare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Veramente interessante. Speriamo che non dimentichino i bisanti... ;)

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Cercherò di organizzare una visita collettiva, ne parleremo tra qualche mese. Giò

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa

Veramente interessante. Speriamo che non dimentichino i bisanti... ;)

Arka

i bisanti ? Histamenon, Hyperpyron, aspron Trachy, Trachy, Assarion, Stavraton..

oppure ti riferisci ai bisanti di elettro, anch'essi scifati, emessi dai Crociati a Cipro ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Mi riferivo in generale alle monete giocando sul termine che veniva usato nel XII secolo in Italia per definire le monete d'oro dell'Impero d'Oriente. Questo perchè la numismatica in queste occasioni fa da cenerentola.

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa

Mi riferivo in generale alle monete giocando sul termine che veniva usato nel XII secolo in Italia per definire le monete d'oro dell'Impero d'Oriente. Questo perchè la numismatica in queste occasioni fa da cenerentola.

Arka

vero.. speriamo l'abbiano considerata in qualche modo nella mostra

lungi dall'essere convenzionali vi sono delle rappresentazioni nella monetazione bizantina di una vigoria eccezionale, soprattutto negli ultimi 3-4 secoli dell'impero. Senza contare poi le preziosissime informazioni che tali monete hanno potuto fornire allo storico per comprendere meglio quel complesso periodo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×