Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
orocash

tallero 1780

Risposte migliori

orocash

ho acquistato in aprile al convegno a genova questo tallero,uguale ad un altro comprato insieme all'ultimo lotto, sono identiche e in una discussione precedente che non ho trovato qualcuno aveva precisato che queste monete sono tuttora coniate chiedo ancora vostre precisazioni,grazie carlo

post-13964-0-02484800-1339168241_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nibanny

Il tallero di Maria Teresa è stata una moneta di scambio basata sul valore dell'argento fin dal 1753.

E' stata coniata da molte zecca, se non ricordo male anche da quella di Roma (ma non so in che periodo)

Dal 1780 in poi, fino ad adesso (ma non sono sicuro che siano coniate ancora), la data è sempre la stessa.

Non so qual è, se c'è, il modo per distinguere l'effettivata data/periodo di coniazione o la zecca che ha prodotto la moneta.

In genere vengono venduti/comprati in base al valore dell'argento contenuto, circa 0,7 once troy.

Maria Teresa non è granchè, ma il rovescio è stupendo. E' comunque una moneta piacevole e riconosciuta a livello mondiale.

Di più non so dirti.

MM

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orocash

hai ragione il verso è meraviglioso,ho visto in catalogo varie informazioni e dettagli, ad esempio anche la zecca di roma ha coniato questa moneta e la scritta in rilievo del verso è vicinissima al bordo,ma non mi sembrano proprio un particolare di queste monete,anche al sottoscritto piacerebbe saperne di più,e c.que ti ringrazio,ciao carlo

post-13964-0-24928400-1339173488_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danieles1981

Se non ricordo male è stata coniata dalla zecca di Roma fino agli anni 50, per l'eritrea principalmente dove il tallero era apprezzato. Non credo che venga ancora coniato...

Questo è uno dei miei...

120213_225519_D.JPG

120213_225519_R.JPG

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nibanny

Questo è uno dei miei...

Wow! :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orocash

doppio Wow splendido esemplare complimenti,grazie per la discussione postata se prima avevo idee

confuse con qualche speranza di chiarle,ora sono nel pallone più completo tra roma venezia milano punti e piumaggi compreso rotondità o meno delle lettere,l'unica cosa che mi conforta

è che ho solo due talleri che prima mi sembravano uguali,ora di meno,a seconda dei dettagli che

guardo,mi impegnerò ma non sò se ne prenderò un altro...ciao e grazie carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orocash

questo è un tallero senza puntino nello stemma,cosa vuole dire?

grazie e saluti carlo

post-13964-0-80481600-1339236043_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danieles1981

questo è un tallero senza puntino nello stemma,cosa vuole dire?

Non sono molto esperto. Mi vien da dire che sono i segni di zecca. (?)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orocash

Si ma di quale zecca?ho provato ad approfondire l'argomento,le monete con i due puntini nello stemma sono state coniate a vienna,e sono le più recenti,quelle senza puntino dovrebbero essere più antiche come coniazione ma non di roma milano o firenze,che hanno ulteriori particolari di differenzazione,insomma è un bel rompicapo,ciao carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Viribus Unitis

Le collezioni di una sola moneta hanno un loro fascino speciale: uno potrebbe collezionare Talleri 1780 di Maria Teresa e credo che non gli basterebbe la vita intera a mettere insieme tutte le varianti, le zecche e le contromarche. Così come (anche se in misura minore) per i Sanpietrini. Sarei curioso di sapere se tra gli amici forumisti c'è qualche «monotematico». Io periodicamente vado in paranoia per le monete svizzere, tutte identiche tranne l'anno, faccio qualche acquisto, poi ho quasi una crisi di rigetto, poi ritorno ad acquistarne. Pensate sia grave?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

toto

@@danieles1981

Ciao tutti,

per i talleri coniati in Italia farei riferimento alla precedente discussione linkata in #4. Innumerevoli le coniazioni di questa moneta all'estero, anche di recente...

Se non ricordo male è stata coniata dalla zecca di Roma fino agli anni 50, per l'eritrea principalmente dove il tallero era apprezzato. Non credo che venga ancora coniato...

Questo è uno dei miei...

...

Ciao Daniele,

purtroppo, secondo me l'esemplare che ci hai mostrato non è uno di quelli della zecca di Roma, che peraltro si possono osservare ancora bene nel museo della zecca, qui a Roma. Più di una differenza. Prima tra tutte la mancanza della caratteristica di "bordi sfuggenti" o "legende attaccate al bordo estremo" e la conseguente presenza di orlatura dei bordi stessi.

Tallero1780diconvenzione_1935-1950_8608.jpg

Ma secondo me anche la forma delle croci al R/ e la distribuzione dei puntini nella bocca dell'aquila rendono quell'esemplare incompatibile con il conio di Roma.

Mi auguro che tra gli altri esemplari che hai ve ne siano di convincentemente provenienti dalla zecca di Roma.

Un salutrone,

Antonio

Modificato da toto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danieles1981

@@danieles1981

Ciao tutti,

per i talleri coniati in Italia farei riferimento alla precedente discussione linkata in #4. Innumerevoli le coniazioni di questa moneta all'estero, anche di recente...

Se non ricordo male è stata coniata dalla zecca di Roma fino agli anni 50, per l'eritrea principalmente dove il tallero era apprezzato. Non credo che venga ancora coniato...

Questo è uno dei miei...

...

Ciao Daniele,

purtroppo, secondo me l'esemplare che ci hai mostrato non è uno di quelli della zecca di Roma, che peraltro si possono osservare ancora bene nel museo della zecca, qui a Roma. Più di una differenza. Prima tra tutte la mancanza della caratteristica di "bordi sfuggenti" o "legende attaccate al bordo estremo" e la conseguente presenza di orlatura dei bordi stessi.

Tallero1780diconvenzione_1935-1950_8608.jpg

Ma secondo me anche la forma delle croci al R/ e la distribuzione dei puntini nella bocca dell'aquila rendono quell'esemplare incompatibile con il conio di Roma.

Mi auguro che tra gli altri esemplari che hai ve ne siano di convincentemente provenienti dalla zecca di Roma.

Un salutrone,

Antonio

Ciao Antonio,

Eh immaginavo...

grazie :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×