Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
ZuoloNomisma

5 monete da classificare!

Risposte migliori

ZuoloNomisma

ciao a tutti!!!

chiediamo aiuto per quanto riguarda queste 5 monete straniere entrate in nostro possesso nei modi più disparati e delle quali nn sappiamo proprio nulla!

vi saremmo grati se è possibile sapere quanto più possibile su queste monetine, e (ovviamente!!! :) ) se qualcuna di queste ha un eventuale valore numismatico...

alleghiamo di seguito le varie immagini.

ciao e grazie!

post-2042-1141259525_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ZuoloNomisma

ultima!!!

post-2042-1141260353_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lopezcoins

Le prime due sono 1 e 2 Dinari del Regno di Yugoslavia del 1938, la terza è un penny inglese del 1937, la quarta è un esemplare argentino da 2 centavos del 1890 e la quinta è una moneta rumena da 10 Bani del 1867. Tutte sono monete circolate e abbastanza comuni. L'unica su cui non azzardo valutazioni è il Penny inglese del 1937. Per le altre, il valore commerciale è molto basso (non così il valore numismatico, che è alto anche per spiccioli circolati!). Particolari sono i due pezzi yugoslavi del 1938: vi consiglio di documentarvi sugli avvenimenti di quegli anni nel territorio dei Balcani. Personalmente, ritengo sia un periodo appassionante, per chi ama studiare la storia.

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lopezcoins

Aggiungo una cosa, non sapendo se ne siete a conoscenza. Al dritto del penny inglese (ricordatevi che il dritto è la faccia della moneta con il volto del sovrano :) ) l'iscrizione abbreviata in latino sta per "GEORGIUS VI DEI GRATIA BRITANNIARUM OMNIUM REX FIDEI DEFENSOR INDIAE IMPERATOR", che significa "Giorgio VI re di tutta la Gran Bretagna per grazia di Dio, difensore della fede, imperatore dell'India".

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ZuoloNomisma

molto molto interessante grazie...

per quanto riguarda la precisazione dritto/rovescio, l'errore è nato dalla divisione della scansione in due immagini poi nominate in fretta senza accertarci della faccia della moneta scansionata... comunque grazie per la precisazione.

per quanto riguarda invece il dos centavos argentino qual è la storia della sua contromarca G ? sarebbe molto interessante... abbiamo letto molte cose sulle contromarche e questa moneta conservata malissimo è l'unica moneta in nostro possesso ad avere questa particolarità.

grazie della disponibilità

ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Mi documento, rimanete in ascolto...

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lopezcoins

Pur non avendo trovato ancora nulla sulla contromarca, completo le precedenti classificazioni con l'aiuto del fido Krause.

Yugoslavia - 1 Dinar - Bronzo-Alluminio - 100 milioni di esemplari - KM 19

Yugoslavia - 2 Dinara - Bronzo-Alluminio - 74.250.000 esemplari - KM 20 (esiste una variante avente la corona al dritto più piccola, larga solo 12 mm, emessa in 750.000 esemplari, avente quotazione in FDC 36 $).

Gran Bretagna - 1 Penny - 1937 - Bronzo - 88.896.000 esemplari - KM 845 - FDC 3,50 $.

Romania - 10 Bani - 1867 - Rame - 25 milioni di esemplari coniati in due diverse zecche, il cui marchio non é però visibile in foto: Heaton (KM 4.1) e WATT & C. (KM 4.2).

Argentina - 2 Centavos - 1890 - Bronzo - 3.609.000 esemplari - KM 8.

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aleroit2000
Gran Bretagna - 1 Penny - 1937 - Bronzo - 88.896.000 esemplari - KM 845 - FDC 3,50 $

Confermo la quotazione, riferita però a monete in FdC e ancora lucide di zecca (non lucidate!).

In fin dei conti è una moneta comune. il 1937 è stato il primo anno in cui comparve sulle monete il nuovo Re Giorgio VI, salito al trono nel dicembre del 1936.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Mi avete prevenuto, non posso che confermare!

Rimane la questione della contromarca sulla moneta argentina, su cui proverò a scoprire qualcosa...

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Confermo che non ho trovato nessuna informazione su questa contromarca, quindi tenderei a pensare a una operazione effettuata da un privato. D'altra parte una contromarca "ufficiale" su questa moneta non avrebbe senso. Se infatti analizziamo i motivi per cui certe monete venivano contromarcate, troviamo diverse possibilità:

- in periodi di scarsità di circolante, monete molto usurate venivano contromarcate per "allungarne la vita"

- dopo periodi di crisi economica, o comunque quando nei sistemi monetari basati sul valore intrinseco delle monete si era verificata una diminuzione della "qualità" delle coniazioni, cioè del loro contenuto di fino, queste monete di bassa qualità potevano essere contromarcate con un valore nominale inferiore

- nei territori privi di un sistema monetario stabile, o comunque dove circolavano monete di varia origine, si utilizzavano le contromarche per validare il circolante in previsione del passaggio a un nuovo sistema monetario; un esempio di grande effetto sono, nel primo quarto del XIX secolo, le contromarche brasiliane da 960 reis sulle monete da 8 reales dell'impero spagnolo che circolavano come valuta corrente

- in periodi di instabilità politica, come durante guerre d'indipendenza o guerre civili, le contromarche venivano utilizzate per affermare l'autorità di un potere contro un altro (ad esempio dal potere locale contro il governo centrale o dalle forze indipendentiste contro l'autorità coloniale)

Ora nessuna di queste condizioni si verificava nel contesto in cui presumibilmente è stata applicata la contromarca (cioè l'Argentina della fine XIX - inizio XX secolo), e quindi mi viene da pensare che si tratti probabilmente del passatempo di qualche buontempone o comunque di qualcuno che per motivi suoi aveva bisogno di provare un punzone :)

Comunque, se provate a fare una ricerca sul forum con la parola chiave "contromarca" dovreste trovare altri esempi di discussioni riguardanti queste contromarche "private".

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ZuoloNomisma

grazie paleologo per la puntuale annotazione storica! Quindi cataloghi come WC e altri che si occupano di monete straniere non riportano questa "variante"? :( quello che nn riuscivamo a capire era perchè una G, cioè cosa potesse voler significare...

cmq se i cataloghi nn la riportano probabilmente hai ragione tu! ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×