Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
franco obetto

CORSI E RICORSI

Risposte migliori

numizmo

Io l'avrei intitolata " Arrivano i mostri" o meglio: Ennesimo mostro giuridico ai danni del privato" ne consiglio la visione caldamente e l'evidenziazione da parte dello staff....magari in piazzetta era più azzeccata , come pubblicazione....in ogni caso è agghiacciante....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Poi dicono perche non c'è collaborazione tra Popolo e Stato,e questo è un caso noto per Sgarbi che oltretutto è stato allontanato da televisioni e altro perche sbatteva in faccia la verita a tutti.

Se non cambia la mentalita le cose non miglioreranno Mai e come vediamo vanno sempre peggio. Peccato era un gran bel Paese.

F.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bizerba62

Vabbè, dai.....cose di ordinaria italianità.... :mega_shok:

Nessuno ha mai visto il film di Alberto Sordi "Detenuto in attesa di giudizio"?

http://it.wikipedia.org/wiki/Detenuto_in_attesa_di_giudizio

La pellicola venne girata nel lontano 1971, eppure lo scenario di "sciatteria giudiziaria" è grosso modo lo stesso della storia che ha visto sfortunato protagonista l'antiquario senese.

Ma, senza allontanarci troppo dal nostro ambiente, possiamo trovare anche qui delle "perle" non meno eclatanti di quella presentata da Sgarbi.

Chi ricorda la "grandiosa" operazione condotta alla fine degli anni '90, che coinvolse un noto commerciante numismatico che venne trasferito in carcere e poi, dopo qualche giorno, rilasciato perchè (fortunatamente) riconosciuto completamente estraneo ai fatti?

Si trattava du un famoso operatore riminese (fra l'altro ex Ufficiale pilota dell'Aeronautica) della cui vergognosa vicenda si occupò anche Cronaca Numismatica, che venne addirittura tradotto (questo è il termine tecnico) da Rimini ad un carcere siciliano in aereo (forse in ossequio ai suoi trascorsi di aviatore?...) per essere poi giudicato, dopo qualche giorno di cella, completamente estraneo ai fatti.

In rete si trovano ancora diversi articoli di stampa che riferirono del suo coinvolgimento e delle gravi accuse che gli furono rivolte......naturalmente non c'è invece neppure una riga della sua totale estraneità ai fatti che gli venivano contestati.

Anche l'informazione scritta (anzi la disinformazione scritta) ha le sue gravi responsabilità, quando si verificano questi vergognosi episodi.

Io, purtroppo, di fronte a queste notizie, non riesco neanche più a scandalizzarmi.....me ne sono fatto una ragione (sono arrivato alla conclusione che fanno parte del nostro "costume".....).

Piuttosto, qualcuno sa come sia andata a finire la vicenda dell'antiquario toscano?

M.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Sgarbi che oltretutto è stato allontanato da televisioni e altro

... con grande sollievo di tutte le nazioni civili! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

Sgarbi che oltretutto è stato allontanato da televisioni e altro

... con grande sollievo di tutte le nazioni civili! ;)

credo che Favaldar intendesse l'esatto contrario e anche per il sottoscritto, di Sgarbi ,ce ne vorrebbero un bel pò di più, almeno certe cose lui le diceva a chi se le meritava...alla sua maniera e senza tanti giri di parole......come si usa dire: aveva una lingua che arrivava prima all'osso che alla carne...e faceva bene, tanto la gogna televisiva e il ludibrio mediatico sono il solo linguaggio che viene recepito da talune teste ...e l'unica cosa che può ottenere dei risultati....è un personaggio e un modo di fare scomodo, tant'è che la hanno messo in quarantena, ma non è abbozzando o facendosi tanti scrupoli nel dire le proprie opinioni o esternando le proprie proteste che si ottiene qualcosa ....non è mai stato per nessuno in nessun tempo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

In rete si trovano ancora diversi articoli di stampa che riferirono del suo coinvolgimento e delle gravi accuse che gli furono rivolte......naturalmente non c'è invece neppure una riga della sua totale estraneità ai fatti che gli venivano contestati.

Anche l'informazione scritta (anzi la disinformazione scritta) ha le sue gravi responsabilità, quando si verificano questi vergognosi episodi.

Io, purtroppo, di fronte a queste notizie, non riesco neanche più a scandalizzarmi.....me ne sono fatto una ragione (sono arrivato alla conclusione che fanno parte del nostro "costume".....).

Piuttosto, qualcuno sa come sia andata a finire la vicenda dell'antiquario toscano?

M.

E questo è un bell'indicatore di come sia ormai incancrenita la faccenda....se un tecnico come te non riesce più a scandalizzarsi del corso comune.

La questione sarà andata a finire a tarallucci e vino come il 99,99% periodico delle altre analoghe faccende anche quì discusse anche troppo spesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Mi pare che prima di essere messo (finalmente!) in frigorifero, Sgarbi abbia imperversato per anni oltre ogni limite sopportabile... seppellendo le sue eventuali buone intenzioni sotto vagonate di letame, e oltre tutto predicando bene e razzolando male (1). Forma è sostanza, specialmente nel campo della comunicazione. Per quanto mi riguarda, R.I.P. ;)

(1) Condannato in via definitiva a 6 mesi e 10 giorni di reclusione e 700 mila lire di multa per truffa aggravata e continuata e falso ai danni dello Stato.

Fonte: http://www.ilfattoqu...-banane/112128/

P.S. Comunque non avevo dubbi che fosse un tuo idolo :P

:offtopic: continuiamo in privato, magari...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

A me faceva ridere e qualche volta incavolare,amore e odio. Non si puo dire che non era infervorato di cultura ma dava troppo libero spazio al suo Eco e siccome nessuno è infallibile passava dalla ragione al torto. Personaggio! :silly:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bizerba62

"E questo è un bell'indicatore di come sia ormai incancrenita la faccenda....se un tecnico come te non riesce più a scandalizzarsi del corso comune."

Ma figurati.....scandalizzarsi per un sistema che tutti conosciamo (salvo quelli che vivono, beati loro, con la testa fra le nuvole)?

"La questione sarà andata a finire a tarallucci e vino come il 99,99% periodico delle altre analoghe faccende anche quì discusse anche troppo spesso."

Si, ma la mia curiosità era più che altro rivolta alla definizione transalpina della storia. Possibile che al commerciante francese non abbiano contestato nulla? Neppure un incauto acquisto (che qui da noi non si nega a nessuno....)?

M.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Si, sarebbe interessante sapere come è finita la vicenda. Presumo che il cittadino, da quello che si è visto, fosse in completa buonafede.

Questa vicenda però non deve servire da alibi per...farsi i fatti propri...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bizerba62

"Questa vicenda però non deve servire da alibi per...farsi i fatti propri..."

Beh, direi però che chi in Italia si fa i fatti propri...... vive indubbiamento molto meglio.

Questo non sarà un principio di educazione civica (quindi non insegnatelo ai bambini....) ma è una massima di esperienza difficilmente contestabile....... :good:

M.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Già. Difficile darti torto. Però come sai io insegno ai bambini delle elementari per finire ai giovani dell'Università, e non me la sento di dirgli questo :nea:

Bisogna pur credere nei valori e difenderli. Altrimenti finisce male :crazy:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bizerba62

Già, però i valori vanno rispettati e propugnati, in primis, da coloro che dovrebbero dare il buon esempio.....e abbiamo purtroppo una costante dimostrazione di come proprio costoro pensino ed operino troppo spesso nel loro esclusivo interesse ed anzi sbattendosene di qualunque principio.

Quindi, anche considerando l'episodio dell'antiquario di Siena un "caso limite" (ma fino a che punto?), dobbiamo però constatare come i "buoni esempi" che ci arrivano dall'alto siano piuttosto rari....e non possiamo pretendere che se gli esempio sono questi, siano i comuni cittadini ad avere comportamenti virtuosi.

Poi è naturale che ciascuno risponda alla propria coscienza e che, in astratto, quello che dici è pienamente condivisibile.

Peò, se Ti metti anche solo per un attimo nei panni dell'antiquario senese.....l'argomento "senso civico" assume un aspetto molto particolare....

M

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BiondoFlavio82

"Questa vicenda però non deve servire da alibi per...farsi i fatti propri..."

Beh, direi però che chi in Italia si fa i fatti propri...... vive indubbiamento molto meglio.

Questo non sarà un principio di educazione civica (quindi non insegnatelo ai bambini....) ma è una massima di esperienza difficilmente contestabile....... :good:

M.

Questa era anche la massima di don Abbondio... (e mi pare che qualche fastidio ce l'ebbe lo stesso :rofl: )

Modificato da BiondoFlavio82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bizerba62

"Questa era anche la massima di don Abbondio... (e mi pare che qualche fastidio ce l'ebbe lo stesso".

Don Abbondio è un personaggio di fantasia e la storia di cui è protagonista è un'invenzione del grande Manzoni....

Per verificare la bontà della massima, consiglio di interpellare un certo antiquario, in carbne ed ossa, di Siena..... :good:

Saluti.. :hi:

M.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Giusto le favole sono solo sui libri la realta e tutt'altra cosa! Sono una chimera,lo dimostra come tutti o quasi si sono gettati nel gioco,vedo donne anziane che acquistano gratta e vinci da 5/10/20 euro,che giocano alle slot,che gettano decine e decine d'euro e non perche vogliono acquistare una Ferrari ma solo per non svegliarsi piu la mattina e dover combattere per pagare la pigione,la luce,il gas e Dio non voglia si rompa qualcosa bisogna chiedere i soldi in prestito e non devi avere piu di 80/82 anni altrimenti sei a rischio morte e non ti danno nulla. Questa è la realta della maggior parte degli Italiani di oggi.

Avevo 18 anni e passai per casa a Roma venendo dal mare a prendere gli abiti per andare in montagna,non c'era nessuno ne persone ne macchine il 13/16 Agosto e chi non ricorda il Sorpasso dove un grande Vittorio in macchina suono ad uno che stava a casa alla finestra per fare una telefonata...... Anni 60/70/80 poi ........... Bei tempi che potrebbero tornare domani stesso se ci fosse molta ma molta piu umilta ed autocritica Vera no da televisione.

Auguri a tutti di Buon Ferragosto

Basta cosi perche altrimenti sono "fuori tema" (che bello l'italiano e che cavolo s'inizia anche da questo).

Modificato da favaldar

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

P.S. Comunque non avevo dubbi che fosse un tuo idolo :P

:offtopic: continuiamo in privato, magari...

Come non avevo dubbi che , leggendoti via via , non lo fosse per te...

Inutile continuare, non trovi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

"E questo è un bell'indicatore di come sia ormai incancrenita la faccenda....se un tecnico come te non riesce più a scandalizzarsi del corso comune."

Ma figurati.....scandalizzarsi per un sistema che tutti conosciamo (salvo quelli che vivono, beati loro, con la testa fra le nuvole)?

"La questione sarà andata a finire a tarallucci e vino come il 99,99% periodico delle altre analoghe faccende anche quì discusse anche troppo spesso."

Si, ma la mia curiosità era più che altro rivolta alla definizione transalpina della storia. Possibile che al commerciante francese non abbiano contestato nulla? Neppure un incauto acquisto (che qui da noi non si nega a nessuno....)?

M.

Credo di no...sò per ( quasi) certo che chi aveva ceduto l'opera al commerciante francese è stato arrestato,ma il commerciante non mi risulta sia stato perseguito per alcun reato...se è così importante saperlo possiamo vedere di trovare qualche dato in più...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

Quindi, anche considerando l'episodio dell'antiquario di Siena un "caso limite" (ma fino a che punto?),

M

Potremmo citare, nella categoria : " vai vai a fare il cittadino col senso civico!", come "classici" la questione dell'apollino di piombino, o della tavola cortonense, tra i più conosciuti e di risonanza.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bizerba62

Ciao numizmo.

Scusa, ma non conoscendo i casi dell'Apollino di Piombino e della Tavola cortonense, sono andato un pò in giro ed ho trovato questo articolo per la tavola:

http://www.etruschi....cortona_it.html

Molto sigmificativo mi è parso questo passaggio:

"Il povero carpentiere calabrese Giovanni Ghiottini, che fisicamente consegnò la tavola ai Carabinieri, era veramente quasi li per caso.

Tra l'altro fu accusato di furto e per questo processato (ed assolto), ma poichè ritenuto reticente sul dire da dove proveniva la terra fu "condannato" da Francesco Nicosia, all'epoca soprintendente archeologico della Toscana, a non riscuotere (sospensione) il compenso da circa 1 miliardo di Lire per il ritrovamento!"

E qui il caso mi sembra, nella sostanza, abbastanza simile a quello di Siena...(un altro episodio che Domenico potrà raccontare alle giovani generazioni per rafforzarne il senso civico..... :yahoo: ).

Ma quello dell'Apollo di Piombino......? Ho trovato qualcosa, ma mi pare un caso diverso dai due precedenti.

Mi sapresTi dire qualcosa di più?

Tornando a Siena. Ma almeno i soldi indietro, l'antiquario senese gli ha avuti dal collega francese?

Grazie e saluti.

M.

Modificato da bizerba62

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

Ciao numizmo.

Scusa, ma non conoscendo i casi dell'Apollino di Piombino e della Tavola cortonense, sono andato un pò in giro ed ho trovato questo articolo per la tavola:

http://www.etruschi....cortona_it.html

Molto sigmificativo mi è parso questo passaggio:

"Il povero carpentiere calabrese Giovanni Ghiottini, che fisicamente consegnò la tavola ai Carabinieri, era veramente quasi li per caso.

Tra l'altro fu accusato di furto e per questo processato (ed assolto), ma poichè ritenuto reticente sul dire da dove proveniva la terra fu "condannato" da Francesco Nicosia, all'epoca soprintendente archeologico della Toscana, a non riscuotere (sospensione) il compenso da circa 1 miliardo di Lire per il ritrovamento!"

E qui il caso mi sembra, nella sostanza, abbastanza simile a quello di Siena...(un altro episodio da raccontare alle giovani generazioni per rafforzane il senso civico..... :yahoo: ).

Ma quello dell'Apollo di Piombino......? Ho trovato qualcosa, ma mi pare un caso diverso dai due precedenti.

Mi sapresTi dire qualcosa di più?

Tornando a Siena. Ma almeno i soldi indietro, l'antiquario senese gli ha avuti dal collega francese?

Grazie e saluti.

M.

L'Apollo fu trovato da un pescatore che scrisse all'allora presidente Saragat( se non sbaglio) una lettera in cui gli raccontava del ritrovamento e della sua intenzione di donargli la statua.

Qualche tempo dopo il ritrovamento, avendone il pescatore parlato tranquillamente, la rappresentanza della sovrintendenza per tramite della locale stazione dei CC si presentò a casa sua con un decreto di sequestro della statua e uno di arresto per il pescatore...ci volle del bello e del buono per convincere gli inquirenti a credere nella buona fede del soggetto e che non avesse alcuna intenzione di tenersi la statua o vendersela...quello che lo salvò, fu la sua "ignoranza" ( la stessa che gli fece presumere che l'oggetto ritrovato nella rete fosse di sua disponibilità) che lo portò a scrivere la famosa lettera al presidente e a mandargliela, come usuale per le corrispondenze con gli uffici istituzionali, tramite raccomandata AR...per cui recuperatala dal protocollo e letta la lettera e confrontate le date, fu effettivamente prosciolto e ringraziato ( oltre che ricevere una ricompensa, mi pare)....ma intanto un pò di galera se la fece..mentre la questione si chiariva e nonostante le sue dichiarazioni...

.

Tutta la questione si risolse in modo positivo "SOLO" per un suo "errore" ovvero quello di presumere che anche una lettera dovesse essere raccomandata se indirizzata al presidente...ora ipotizzate un pò cosa sarebbe invece successo se la lettera fosse stata spedita senza essere raccomandata AR e non la si fosse protocollata negli archivi del presidente..?!

Quanto all'antiquario senese non ho idea se ha riavuto i suoi soldi...lo sciovinismo francese indurrebbe a dire di no, ..l'etica tra professionisti ci farebbe dire di si..quale delle due abbia prevalso non lo so...

A Giovanni Ghiottini fu mossa anche la " insensata" accusa di aver consegnato solo 5 dei sei frammenti in cui la tavola era stata spezzata all'epoca dell'interramento, come se avesse un qualsiasi senso economico consegnare cinque sesti di un reperto e tenersene un sesto , così" tanto per fare" accusandolo di furto ( che esclude la compensazione del ritrovatore "doloso")...ma per cercare di evitare di pagare una meritata e dovuta ricompensa milionaria ( la tavola fu valutata un miliardo, non la ricompensa, se non sbaglio) ci si inventa anche di peggio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bizerba62

".....quello che lo salvò, fu la sua "ignoranza", che lo portò a scrivere la famosa lettera al presidente e a mandargliela, come usuale per le corrispondenze con gli uffici istituzionali, tramite raccomandata AR...."

E poi dicono che le Poste italiane non funzionano......certo che essersi salvati grazie alla propria "ignoranza".............in quesa vicenda la morale è duplice: A. fatevi gli affari vostri: B. rimanete ignoranti giacchè, nel caso veniste meno al primo insegnamento, da ignoranti sarete comunque avvantaggiati....... :rofl:

Mi sa che mi metto a scrivere un manuale di educazione civica..... :help: .....controcorrente..... :clapping:

M.

Modificato da bizerba62

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487

Ricordiamoci che alla distanza la giustizia trionfa sempre...e voglio crederci!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bizerba62

"Ricordiamoci che alla distanza la giustizia trionfa sempre...e voglio crederci!"

Sarà pure così....però nel frattempo...........(non ho trovato la faccina giusta...ma si intuisce).

M.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×