Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
superbubu

DENARIO DA IDENTIFICARE

Buonasera a Tutti,

denario trovato questo pomeriggio nelle campagne altosavoiarde.

la parte centrale é stata mangiata dall'interno, quindi non si può fare nulla di più per cercare di identificare quella parte che rimarrà INCOGNITA.

la moneta sembra un denario (forse francese o direi anche savoiardo ) vista la zona di ritrovamento, potrenbbe anche essere qualcosa del canton Vallese...

chiedo AUSILIO ai più esperti di me, dal momento che non mi dice proprio niente...

grazie a tutti

S.B.

post-9710-0-55740500-1346013871_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

diametro mm: 19 (grande per un denario...anche se...)

S.B.

post-9710-0-48459800-1346013959_thumb.jp

Modificato da superbubu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti propongo un confronto con la tua prima immagine ruotata di 90° in senso antiorario.

post-20130-0-52889900-1346053078_thumb.j

Secondo me la E ad ore 3 e la T ad ore 9 aggiunte ad uno dei due punti (quello basso)ad ore 12 (facciamo 11,55)ovvero prima della croce ad ore 12, corrispondono in modo abbastanza coerente. Senza considerare la croce centrale composta delle quattro I più bisanti.

Il diametro da te riportato corrisponde a quello descritto dal CNI; in definitiva per me potrebbe essere quello che resta di un grosso per Arezzo tipo CNI 13 - 15.

ciao

Mario

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per completezza aggiungo anche estratto dal CNI.

post-20130-0-54390900-1346053479_thumb.j

Ovviamente, essendo il tuo tondello molto compromesso, è possibile che le poche tracce visibili possano corrispondere anche ad altre monete, italiane od estere.

Ma questo mi sembra un buon punto di partenza.

Ciao

Mario

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mariov60....

io NON HO PAROLE...ma non scherzo...davvero rimango SENZA PAROLE!

come caspiterina hai fatto?...ho guardato la moneta...in mano! girata e rigirata...ed alla fine ho visto esattamente ciò che resta (al dritto) dell'immagine di San DOnato...(nella parte centrale compromessa haimé irrimediabilmente!) é davvero INCERDIBILE.

ora la mia curiosità é tanta:

1) come caspita é finito un GROSSO DI AREZZO in Alta Savoia a 400 m dalal Frontiera Ginevrina ?

a questa domanda potrei anche rispondermi da solo...ginevra era piazza importantissima a livello commerciale, e crocevia delle alpi, quindi ci starebbe benissimo una moneta di Arezzo, anche qui - poi la qualità dell'argento mi sembra ottima, indi per cui non mi scandalizzerei certo a vedere una moneta aretina spesa in una piazza mercantile importante.

2) come posso datare questa moneta? avresti per caso il range di date entro cui si hanno notizia delle ordinanze monetarie? oppure a che data viene fatta risalire?

3) che grado di rarità viene dato a questa moneta?

un grazie davvero per questa identificazione che, onestamente vedevo DIFFICILISSIMA SE NON IMPOSSIBILE!

SINCERAMENTE BRAVO mariov60!!! chapeau!

S.B.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Il grosso aretino di questo tipo (da 12 denari) e' classificato R ed e' collocato fra XIII' e XIV' secolo; emissione post 1250.

Perche' questa moneta a Ginevra?

Penso abbia fatto esattamente lo stesso viaggio e le strade che ho recentemente percorso anch'io nel corso delle mie ultime ferie (ricordi?,ne abbiamo parlato qualche settimana fa).

In particolare, a partire dal 1209 e fino alla meta' del 1300, nella zona della Champagne venne organizzato un sistema di fiere programmato in modo da coprire tutto l'arco dell'anno, tutte le maggiori citta' della regione e concepito in modo da attrarre commercianti da tutta Europa (dotazioni logistiche, privilegi, tutela giuridica).

http://fr.wikipedia.org/wiki/Foires_de_Champagne

http://vieuxtroyes.free.fr/t/foires.htm

Tali fiere esercitarono da subito una forte attrazione per i commercianti italiani (toscani in testa)tanto che, parallelamente si arrivo' alla grande diffusione e popolarita' in Italia del denaro provisino.

Per tornare al grosso aretino che ora hai sulla tua scrivania, considerato che allora il tunnel del Bianco non era ancora in progetto, gli unici percorsi praticabili erano il Gran ed il Piccolo San Bernardo (oltre ovviamente ai passi piu' meridionali); il Piccolo San Bernardo era piu' adatto alla direttrice Bourg Saint Maurice, Grenoble; Il Gran S.B. era il passo giusto per la direttrice Champagne (Troyes, Provins, Lagny), oltre che per Geneve e tappe intermedie, luoghi tutti buoni per spendere perdere o farsi rubare, denari, grossi, etc. etc....ed il gioco e' fatto.

E' solo una delle tante possibilita' ma penso sia un'opzione piu' che plausibile.

ciao

Mario

Modificato da mariov60

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il grosso aretino di questo tipo (da 12 denari) e' classificato R ed e' collocato fra XIII' e XIV' secolo; emissione post 1250.

Perche' questa moneta a Ginevra?

Penso abbia fatto esattamente lo stesso viaggio e le strade che ho recentemente percorso anch'io nel corso delle mie ultime ferie (ricordi?,ne abbiamo parlato qualche settimana fa).

In particolare, a partire dal 1209 e fino alla meta' del 1300, nella zona della Champagne venne organizzato un sistema di fiere programmato in modo da coprire tutto l'arco dell'anno, tutte le maggiori citta' della regione e concepito in modo da attrarre commercianti da tutta Europa (dotazioni logistiche, privilegi, tutela giuridica).

http://fr.wikipedia....es_de_Champagne

http://vieuxtroyes.f...fr/t/foires.htm

Tali fiere esercitarono da subito una forte attrazione per i commercianti italiani (toscani in testa)tanto che, parallelamente si arrivo' alla grande diffusione e popolarita' in Italia del denaro provisino.

Per tornare al grosso aretino che ora hai sulla tua scrivania, considerato che allora il tunnel del Bianco non era ancora in progetto, gli unici percorsi praticabili erano il Gran ed il Piccolo San Bernardo (oltre ovviamente ai passi piu' meridionali); il Piccolo San Bernardo era piu' adatto alla direttrice Bourg Saint Maurice, Grenoble; Il Gran S.B. era il passo giusto per la direttrice Champagne (Troyes, Provins, Lagny), oltre che per Geneve e tappe intermedie, luoghi tutti buoni per spendere perdere o farsi rubare, denari, grossi, etc. etc....ed il gioco e' fatto.

E' solo una delle tante possibilita' ma penso sia un'opzione piu' che plausibile.

ciao

Mario

grazie per la splendida lezione di storia e numismatica.

S.B.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Per completezza e ad onore degli utenti che a suo tempo l'hanno proposta e condotta, integro i riferimenti alle fiere della Champagne con un link ad una precedente discussione "ad hoc" di cui mi ricordavo ma che ho rintracciato solo ora.

ciao

Mario

Modificato da mariov60

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?